La Torre dell’Orologio è il simbolo di Avellino, ed è collocata in Piazza Amendola, nei pressi del Palazzo della Dogana. Costruita in stile barocco, la base della torre è in realtà situata sul retro delle palazzine che affacciano sulla piazza, vicino all’ingresso delle Grotte Longobarde.

L’altezza della torre è di circa 36 metri, visibile sia dalla fine di Via Francesco Tedesco a est (la via della stazione ferroviaria) che dall’estremità ovest di Corso Umberto I; in una fase iniziale, era divisa in due piani (il superiore, scoperto), a cui ne fu aggiunto un terzo con su installato un orologio e una ‘diana’, ovvero un allarme che suonava in caso di pericolo per la città.

Non si è ancora riusciti a risalire con certezza all’origine della torre; una delle tesi meno recenti, tramandata dalla tradizione, afferma che la Torre dell’Orologio sorga su di una torre di avvistamento delle antiche mura di Avellino; negli ultimi anni, invece, sembra prevalere l’ipotesi secondo cui la Torre dell’Orologio fu fatta costruire nel Seicento dal principe Francesco Marino Caracciolo, che affidò il progetto a Cosimo Fanzago, che fu coadiuvato da Giovan Battista Nauclerio.

Torre dell'Orologio di Avellino
Uno scorcio della Torre dell’Orologio ad Avellino

Come diversi edifici storici di Avellino, anche la Torre dell’Orologio subì diversi danni dai terremoti del Sei-Settecento, tanto che si rese necessario un importante restauro nel 1782, con i soldi pubblici (da cui la lapide al sindaco e all’architetto, impegnati in prima linea per la ricostruzione della torre).

Purtroppo, questo restauro fu vanificato dalla terribile tragedia del terremoto del 1980, che fece crollare la Torre dell’Orologio e ne rese indispensabile una sua ricostruzione, che, in parte, fu effettuata col materiale originario crollato.

Come arrivare

A piedi ed in auto

La stazione ferroviaria di Avellino dista circa 2 chilometri dalla Torre dell’Orologio. Per arrivarci, una volta usciti dalla stazione basterà girare a destra su Via Francesco Tedesco e proseguire per circa 1,5 chilometri; continuate sulla stessa strada, che si trasforma in Corso Umberto I, e dopo circa 600 metri, all’incrocio con Via Cocchia, troverete la Torre dell’Orologio sulla destra. Tempo di percorrenza: 25 minuti circa.

In bus

Dalla stazione, vi consigliamo di prendere i bus che fermano in Via Circumvallazione (linee 1 e 2), e di lì svoltare su Rampa di San Modestino e, dopo circa 150 metri, proseguire per Via S. Francesco Saverio; dopo poco più di 50 metri, continuare su Via Duomo, fino ad arrivare all’incrocio con Via Nappi e Corso Umberto I; proseguite su quest’ultimo e, dopo meno di 50 metri, troverete la Torre dell’Orologio sulla vostra sinistra.

Torre dell'Orologio di Avellino
La torre dell’orologio e l’obelisco a Carlo II d’Asburgo

Contatti e info utili

Indirizzo: Piazza Amendola – 83100 Avellino
Visite: visitabile solo dall’esterno