Quando parliamo dei templi di Kathmandu, ce n’è uno che spicca sugli altri: il Tempio di Pashupatinath, uno dei 7 gruppi di monumenti della Valle di Kathmandu che rendono quest’ultima patrimonio mondiale dell’umanità.

Il nucleo originario del tempio sembra risalire al V secolo, ed è uno dei luoghi più conosciuti ed apprezzati dai turisti, che qui possono assistere a numerose cerimonie, soprattutto quelle funebri, durante le quali vengono cremati i cadaveri su una pira, prima di disperdere le ceneri nel Bagmati, il principale fiume di Kathmandu.

Pashupatinah è il luogo dove i rituali indù secolari vengono praticati nella loro forma ancestrale, dando la possibilità ai visitatori di sentire lo spirito unico delle tradizioni indù della vita, della morte e della reincarnazione: impossibile da non visitare!

Cenni storici

La data esatta della costruzione del Tempio di Pashupatinath è sconosciuta. Nonostante ciò, il Pashupatinath è universalmente considerato il più antico tempio indù di Kathmandu. La prima prova dell’esistenza del tempio risale al V secolo, mentre il tempio principale del complesso Pashupatinath è stato costruito alla fine del XVII secolo per sostituire quello precedente, distrutto dalle termiti, e numerosissimi piccoli templi furono costruiti intorno ad esso nei secoli successivi.

Vi sono numerose leggende connesse con la costruzione del tempio. La più famosa sostiene che il tempio fu costruito nel luogo in cui Shiva perse una delle sue corna, dopo essersi reincarnato in un cervo; lui e sua moglie, infatti, arrivati nei pressi del Bagmati e stupiti dalla bellezza del sito, decisero di trasformarsi in cervi e di vivere nei boschi circostanti. Dopo un po’ gli dei decisero di restituirli ai loro doveri, ma Shiva rifiutò, ed essi tentarono di costringerlo con la forza. Nella lotta, Shiva ha perso una delle sue corna, che in seguito divenne il primo lingam adorato dagli induisti nel tempio di Pashupatinath.

Tempio di Pashupatinath a Kathmandu
Uno scorcio del Tempio di Pashupatinath a Kathmandu

Descrizione

Il Tempio di Pashupatinath si trova nel centro della città di Deopatan, a circa 3 chilometri a nord-est dal centro di Kathmandu. Il complesso è formato da una piazza, e da un tempio-pagoda a due livelli, costruito su un basamento unico livello, con ognuno dei suoi lati dalle porte dorate e argentate e riccamente decorate.

Su entrambi i lati di ciascuna porta vi sono nicchie di diverse dimensioni, contenenti immagini dipinte in oro delle ‘divinità guardiane’. Il santuario all’interno del tempio contiene un linga di circa un metro (Chaturmukha), con quattro facce rappresentanti le immagini di Vishnu, Surya, Devi e Ganesh. I montanti sotto i tetti, risalenti alla fine del XVII secolo, sono decorati con sculture in legno di membri della famiglia di Shiva, come Parvati, Ganesh, Kumar o lo Yoginis, o ancora Hanuman, Rama, Sita, Lakshman e altri dei e dee dal Ramayana.

Tempio di Pashupatinath a Kathmandu
Il Bagmati nei pressi del Tempio di Pashupatinath a Kathmandu

Vasti terreni di del Tempio di Pashuputinath includono molti altri vecchi e importanti templi, santuari e statue. A sud del tempio, per esempio, è situata Chadeshvar, un linga del clan Licchavi inscritta dal 7 ° secolo, e a nord è vi è un tempio di Brahma, risalente al IX secolo. Sul lato sud del Tempio di Pashupatinath si trova il Dharmashila, una pietra sulla quale cui vengono fatti giuramenti sacri, e altri pilastri con alcune statue di vari re Shah.

Nell’angolo nord-est del cortile del tempio vi è il piccolo tempio-pagoda di Vasuki, il re del Naga. Questo tempio ha la forma di un Naga (un serpente della mitologia indù) dalla vita in su, mentre le parti inferiori sono un groviglio intricato di corpi di altri serpenti. Secondo la credenza locale, è qui che Vasuki si stabilì per proteggere Pashupati.

Il fiume Bagmati, che scorre accanto al Tempio di Pashupatinath, è considerato sacro dagli induisti, motivo per il quale le banchine sono piene di pellegrini. L’Arya Ghat, un’area balnere riservata proprio ai pellegrini, risale ai primi anni del 1900, ed è di particolare importanza perché è l’unico posto in cui può essere prelevata l’acqua lustrale per il Tempio di Pashupatinath, ed è il luogo dove vengono cremati i membri della famiglia reale, mentre il luogo di cremazione principale è il Bhasmeshvar Ghat, il più usato nella valle di Kathmandu.

Tempio di Pashupatinath a Kathmandu
Il Tempio di Pashupatinath a Kathmandu con le luci del tramonto

Come arrivare

In taxi

Dal quartiere di Thamel, il mezzo più rapido ed efficace per raggiungere il Tempio di Pashupatinath è senza dubbio il taxi che vi permetterà di raggiungere la vostra destinazione al prezzo di circa 1650 rupie (circa 15 €).

In bus

In alternativa, per raggiungere il Tempio di Pashupatinath potrete prendere il bus, scegliendo una delle numerose linee da Ratna Park o dalla stazione dei bus di Kathmandu, in direzione Patan. Per arrivare a Goshala, la fermata del Tempio di Pashupatinath, impiegherete all’incirca 45 minuti.

Orari e prezzi

Orari d’apertura: tutti i giorni dalle 4 di notte a mezzogiorno, e dalle 17 alle 21.
Prezzi: l’ingresso costa 1000 rupie (circa 9 €), con l’aggiunta di altre 1000 rupie per avere una guida durante la vostra visita.

Contatti

Sito web: www.pashupatinathtemple.org
E-mail: info@ntb.org.np
Tel.: +977 1 425 6909
Indirizzo: P.O. Box: 11018 Bhrikuti Mandap – Kathmandu