Il tempio di Harmandir Sahib è comunemente conosciuto come il tempio d’Oro ed è una stupefacente costruzione che i sikh considerano la più sacra per della loro religione. Il tempio di Harmandir Sahib è detto il luogo “santo dei santi”, una meta in cui recarsi almeno una volta nella vita per pregare.

Sorge nella regione di Majha del Punjab, in una terra posta tra due fiumi, il Ravi e il Beas.
Dal punto di vista turistico, soprattutto negli ultimi anni, è diventata una delle mete più frequentate a livello mondiale, tanto da superare il Taj Mahal per numero di visite.

Sebbene venga chiamato tempio d’Oro, il vero significato del suo nome è “tempio di Dio”.
Tutti possono entrare a visitare il tempio ma è necessario coprirsi il capo, togliere le scarpe e lavarsi i piedi nel piccolo lago.

Il tempio di Harmandir Sahib è una struttura di mirabile fattezza che vi stupirà per la sua grandezza e bellezza ma, sopra ogni cosa, rimarrete stupiti dall’atmosfera di preghiera e di accoglienza che si respira appena entrati nel complesso, lasciato fuori il caos ed il rumore della bellissima cittadina medievale di Amritsar.

temple-105206_1280
Una vista del tempio di Harmandir Sahi dal lago

Cenni storici

Nel 1574 il sito del tempio era circondato da una fitta foresta e si trovava nei pressi di un piccolo lago. Quando il terzo Guru sikh visitò la regione rimase così impressionato che decise di assegnare alla figlia quelle terre e la possibilità di riscuotere le tasse dei villaggi vicini, come dono per il suo matrimonio con Bhai Jetha, che divenne il quarto Guru sikh: Guru Ram Das.

Alcuni anni più tardi il Guru Ram Das realizzò una cisterna per la raccolta dell’acqua che venne presto chiamata “laghetto del nettare dell’immortalità”, attorno alla quale sorse la città. La realizzazione del tempio seguì la costituzione della città e avvenne nel luogo in cui si trovava la cisterna diventando il cuore ed il centro supremo del Sikhismo.

Nel dicembre 1588, Hazrat Mian Mir iniziò la costruzione dell’edificio. Il tempio venne completamente terminato durante l’era del sesto Guru del Sikhismo, Guru Hargobind, nel 1601.

Dopo essere stato duramente colpito dagli Afghani, dovette essere quasi completamente ricostruito nel 1760. Recentemente, nel 1984, i violenti scontri tra i separatisti sikh e l’Esercito indiano, portarono seri danni alla struttura del tempio.

golden-temple-103573_1280
Il tempio ed il ponte del guru

Descrizione

Il tempio sorge su di un sito circondato da un piccolo lago d’Acqua Santa. La maggior parte delle sculture e delle opere ricoperte d’oro sono state realizzate agli inizi del 1800, per volere dell’Imperatore Ranjit Singh.

Il tempio è costituito da marmo bianco ricoperto da una scintillante foglia d’oro ed ha quattro ingressi, uno per ogni lato della costruzione, a simbolo dell’accoglienza rivolta ad ogni uomo, qualunque sia la sua classe o la sua provenienza.

L’accesso al tempio avviene tramite un passaggio chiamato il ponte del guru. Dalla parte opposta del tempio sorge l’Akal Takht, un edificio in cui hanno sede numerose attività sikh e che è complementare al tempio di Harmandir Sahib.

All’interno dell’ Akal Takht si trova un museo sulla storia dei sikh che vi permetterà di conoscere meglio la loro religione. Ogni giorno presso il tempio viene distribuito il Langar, un pasto che viene offerto ai pellegrini che entrano al tempio e che, in cambio, lasciano una donazione. Nelle vicinanze si trova l’antico albero Ber Baba Budha Sahib, che vanta un’età di 450 anni. Mentre all’interno del tempio è conservato uno dei libri sacri del Sikhismo.

Visitare di notte il tempio diventa ancor più spettacolare perché la confusione attorno al sito diminuisce e alle 22.00 parte una processione che accompagna il Guru a riposare nell’Akal Takht. Se deciderete di visitare il tempio nel mese di aprile avrete la possibilità di assistere ad una delle festività più coinvolgenti, il Vaisakhi, in cui si ricorda la fondazione del Khalsa. I festeggiamenti si tengono, solitamente nella seconda settimana di aprile.

Tempio di Harmandir Sahib
Tempio di Harmandir Sahib

Come arrivare

Il Tempio d’Oro si trova a Amritsar, nel Punjab del Nord al confine con il Pakistan. L’aeroporto di Amritsar dista 11 chilometri dal tempio e ha collegamenti diretti con Delhi, Chennai, Mumbai e Srinagar. Alla stazione cittadina arrivano treni da Delhi, Mumbai e Kolkata.

Orari e tariffe

Il complesso è praticamente sempre aperto, di giorno e di notte.