Un safari serale alpino in Val Zebrù

Sapete cos’è un “safari serale” alpino? Una meravigliosa avventura in montagna da vivere nel bel mezzo delle Alpi Centrali, in Val Zebrù, una delle aree più belle del Parco Nazionale dello Stelvio. Qui potete vivere esperienze entusiasmanti ammirando scenari alpini di incredibile bellezza e avvistare cervi, camosci, caprioli, marmotte, volpi ed ermellini. Una vacanza in Alta Valtellina vi darà modo di partecipare ai safari serali, dove perfino il volo di un’aquila reale o il saltellare di un camoscio, diventeranno familiari. In poco tempo farete amicizia con lepri alpine, ermellini, scoiattoli, marmotte, ma potrete anche avvistare volpi o martore. 

E’ il cervo però il vero padrone del territorio e il suo bramito riecheggia nella valle già nelle prime ore della notte; sarà facile osservare i maschi mentre partono per la conquista delle femmine. Il safari serale si svolge a bordo di un fuoristrada, con guide esperte e in sicurezza. E’ importante non dimenticate il binocolo per godere appieno dell’avventura. L’itinerario prevede la partenza da Bormio nel tardo pomeriggio e alla sera una cena tipica in un rifugio. Ma l’avventura non finisce con l’imbrunire, perché anche dopo cena è possibile fare incontri ravvicinati con alcuni animali.

Il tour con cena costa 47 euro per gli adulti e 32 euro per i ragazzi da 4 a 12 anni, mentre è gratuito per i piccoli fino a 4 anni. Per chi desidera un’escursione a tema “Il bramito del cervo” è l’ideale, da fare in compagnia di un esperto e solo a ottobre.

Se poi volete esplorare da soli la Val Zebrù, potete farlo tranquillamente grazie ai sentieri tracciati nella valle, e anche senza guida potrete inoltrarvi per vivere una splendida avventura. Per accedervi, bisogna procedere oltre Bormio in direzione di S. Caterina Valfurva, dove si trova la strada che porta alla Val Zebrù.

Lo scenario naturale è maestoso e la vista del Gran Zebrù è scenografica! Per ammirare la bellezza della natura alpina una buona idea è anche quella di visitare il Giardino Botanico Alpino “Rezia”, che occupa uno spazio di 14.000 mq di terreno e accoglie oltre 2.500 specie vegetali, suddivise in quattro sezioni: la flora del Parco Nazionale dello Stelvio, le bellissime collezioni fito-geografiche che riguardano le zone alpine, europee, extraeuropee, artiche e antartiche, le collezioni sistematiche e un arboreto. Potete visitare il giardino da maggio a settembre.