La Riserva Naturale Oasi Faunistica di Vendicari si trova in provincia di Siracusa ed è prevalentemente famosa e conosciuta a causa della pervasiva presenza di pantani, “piazzola di sosta” dei numerosi uccelli migratori.

L’Oasi Faunistica di Vendicari venne istituita nel 1984 ma fu praticabile solamente 5 anni dopo, nel 1989. L’oasi vanta una storia molto antica, infatti gli insediamenti architettonici ed archeologici siti all’interno della riserva naturale documentano la presenza umana in loco addirittura in epoca greca. L’Oasi Faunistica di Vendicari è nata a fini protettivi di una delle zone umide di maggior rilievo del Vecchio Continente.

L’Oasi di Vendicari oltretutto custodisce e protegge una zona di Macchia Mediterranea che oggi si presenta ancora in perfette condizioni. Facendo un tuffo nel passato, in epoca bizantina, l’area dell’oasi ospitava abitazioni, una chiesa e numerose catacombe. A documentare il carattere difensivo dell’area ci pensa la Torre d’Aragona. Ad una distanza contenuta si trova la Tonnara di Vendicari, edificata nel ‘700; oltre alla tonnara, all’interno dell’Oasi ci sono anche le Saline con lo scopo di conservare il pesce della tonnara.

oasi-di-vendicari-siracusa
La meravigliosa Oasi Faunistica di Vendicari in provincia di Siracusa vista dall’alto

Descrizione

L’Oasi Faunistica di Vendicari si espande per 1.512 ettari e gli ampi pantani presenti hanno originato e dato respiro ad un ecosistema che è divenuto nel tempo il punto di riferimento maggiore degli uccelli che provengono dall’Africa.

L’Oasi di Vendicari presenta un territorio variegato; quest’ultimo infatti non è meramente composto da pantani bensì anche da coste rocciose e sabbiose, garighe e saline.

Gli accessi alla riserva dell’oasi sono quattro: quello principale si trova vicino alla Torre Sveva, un altro ingresso è sito a nord in zona Eloro, un altro si trova in zona Calamosche e l’ultimo è quello di Cittadella Maccari. Numerose sono le spiagge, tra le quali le più rinomate sono Vendicari, Calamosche e San Lorenzo.

oasi-vendicari-siracusa-2
I pantani nell’abbraccio del paesaggio dell’Oasi Faunistica di Vendicari

Flora e Fauna

L’Oasi Faunistica di Vendicari, essendo una zona particolarmente umida, dà necessariamente “alloggio” alle specie in grado di entrare in sintonia con l’ambiente. Il territorio ospita piante alofite, le salicornie, le tamerici, le succulente ed i ginepri. Le specie della zona rocciosa e della zona sabbiosa ovviamente differiscono da quelle della zona umida e fangosa. A livello faunistico, lo spettacolo ornitologico offerto dall’Oasi di Vendicari è molto interessante e vario; si riscontrano fenicotteri, aironi, cormorani, cicogne e trampolieri. Il mese migliore per osservarli è dicembre.

Come arrivare

In auto: per raggiungere l’Oasi Faunistica di Vendicari occorre prendere l’autostrada A18 Messina-Catania-Siracusa o, in alternativa, l’autostrada A19 Palermo-Catania-Siracusa uscendo al bivio per Cassibile e proseguendo per la Strada Statale 115. A questo punto bisogna raggiungere la Strada Provinciale Pachino-Noto e percorrerla per alcuni km in direzione Torre Vendicari seguendo le indicazioni stradali per l’Oasi Faunistica di Vendicari.

In autobus: l’Oasi Faunistica di Vendicari è collegata a Siracusa dalla linea bus “Interbus”.

Riserva-di-Vendicari
Le acque cristalline della Riserva di Vendicari

Informazioni utili

L’ingresso all’Oasi Faunistica di Vendicari è gratuito.

Per i gruppi è disponibile, su prenotazione, (a giorni alterni, dalla ore 09,00 alle ore 13,00) un servizio gratuito di visita guidata, se il gruppo non supera le 50 persone.