Piazza Sant’Oronzo è il cuore della città di Lecce e la piazza più importane della città. Quello che vediamo oggi è il risultato delle continue stratificazioni che, durante la lunga storia della bella città di Lecce, si sono accumulate, regalando a questo luogo speciale un insieme di stili diversi che sanno convivere insieme.

Fino alla metà del ‘900 la piazza si presentava totalmente diversa dato che non era ancora stato portato alla luce l’Anfiteatro romano.

lecce-piazza-s-oronzo-ed-un-convoglio-in-partenza-per-san-cataldo-primi-900
Una vecchia immagine di Piazza Sant’Oronzo

In epoca antica piazza Sant’Oronzo era il luogo in cui sorgevano le botteghe e le strutture commerciali, era un’area ai margini del centro storico, un collegamento con la via del Mare e proprio per questo si chiamava Piazza dei Mercanti.

Il piccolo borgo con le botteghe ottocentesche venne demolito in seguito all’avvio degli scavi archeologici per portare alla luce l’anfiteatro romano, questo comportò anche una modifica della pianta della piazza.

Fu dal 1656 che la piazza venne intitolata al Santo Protettore di Lecce, S. Oronzo, come voto dopo la tremenda epidemia di peste abbattutasi sull’intero regno di Napoli: secondo la tradizione Lecce fu risparmiata per l’intercessione di S. Oronzo, al quale fu, inoltre, eretta una statua al centro della piazza.

IMG_5383
Piazza Sant’Oronzo oggi

Ancora oggi la Statua di Sant’Oronzo è il fulcro della piazza: un tempo la colonna era collocata sull’area dell’Anfiteatro. Il fusto della colonna è di età romana ed è sorretta da un imponente basamento che termina con un ricco capitello corinzio sul quale è posta la statua del protettore in atto di benedire la città.

Particolare è la fattura della statua realizzata in legno ma rivestita di rame. La statua originaria fu distrutta dal fuoco nel 1737 e venne rifatta due anni dopo, con un rivestimento in rame, in una bottega veneziana.

31476018
Sant’Oronzo che benedice la città

Cosa vedere nei pressi della Piazza Sant’Oronzo

La bellissima Piazza Sant’Oronzo è costellata di monumenti imponenti che contornano l’affascinante anfiteatro.

Al centro della piazza potrete ammirare il Sedile, una costruzione parallelepipeda, con grandi archi, ricchi fregi e stemmi araldici, trofei, armature e un ampio loggiato rinascimentale nella parte superiore. Questo edificio fu costruito nel 1592 come sala di udienze e riunioni ed è solo una parte del più grande palazzo che ospitava gli uffici del rappresentante locale del Re.

01
Il Sedile e l’anfiteatro romano

A lato del Sedile potrete vedere la Chiesa di San Marco, realizzata a memoria dei rapporti secolari che univano la Serenissima a Lecce. La chiesa ha una struttura semplice, tipica dell’arte rinascimentale ma ha un ricco portale con preziosi intagli. Il portale è fiancheggiato da due colonne su cui sorge una lunetta con scolpito il leone di San Marco e bellissimo, più in alto, un rosone molto istoriato. San Marco sorge su una più antica cappella dedicata a san Giorgio e fu ricostruita nel 1543.

DSC_8348
Una bella immagine del Sedile di notte

Su piazza Sant’Oronzo si affaccia anche la bella Chiesa di S. Maria delle Grazie, eretta fra il 1590 e il 1606 e impreziosita dalla facciata con le statue della Madonna e degli angeli. La chiesa ha un prospetto molto semplice e lineare, l’interno è a croce latina e ad una sola navata coperta da un soffitto a cassettoni.

Avrete ormai capito che ovunque vi giriate, quando sarete a Piazza Sant’Oronzo, sarete accolti da un monumento che vi racconterà la storia della cara città di Lecce.