Anticamente Piazza delle Erbe (detta anche ‘Della Biada’ e poi ‘Del Vino’) era un’importante piazza di scambi commerciali e mercantili, di materiali meno pregiati (rispetto a quelli di Prato della Valle, ad esempio).

Quasi 2 secoli fa, questa piazza era anche sede dell’estrazione dei numeri del Lotto, gioco istituito dalla Serenissima nel 1734; dal balcone di Palazzo della Ragione i numeri vincenti venivano letteralmente urlati, e si narra che le monache del monastero di S. Pietro, data la grandissima vincita, furono costrette a prelevare la loro vincita con una carriola!

Descrizione

La piazza, dalla forma trapezoidale, occupa due tra i più importanti palazzi della città: il Palazzo del Podestà, sede del Comune di Padova, e il già citato Palazzo della Ragione, che si trova tra Piazza delle Erbe e la vicina Piazza della Frutta.

Il Palazzo del Podestà, costruito nel ‘500, ha subìto diverse ‘aggiunte’ nel secolo scorso, tra le quali una pianta di Padova in marmo raffigurante le 912 bombe cadute sopra la città durante la Prima Guerra Mondiale.

Inoltre, noterete che di fronte alla facciata sud del palazzo si staglia il Palazzo delle Debite, il cui nome deriva dal fatto che anticamente era una prigione, a cui si accedeva da Palazzo della Ragione tramite un ponticello, oggi demolito; l’attuale struttura del Palazzo delle Debite è stata realizzata nel 1873 da Camillo Boito.

palazzo-podestà-padova
Il Palazzo del Podestà, sede del Comune

Oggi, in Piazza delle Erbe ha sede il principale mercato ortofrutticolo della città: le bancarelle degli ‘scariolanti’, che ogni mattina attorno alla fontana della piazza (qui collocata nel 1930) occupano buona parte della superficie, sono una vera e propria istituzione a Padova!

Ma, almeno fino a un paio di anni fa, Piazza delle Erbe era il vero centro del divertimento degli studenti universitari; i mercoledì sera, la seconda piazza più grande di Padova (dopo Prato della Valle) era letteralmente presa d’assalto dai giovani!

Oggi, comunque, rimane il luogo prediletto per gustarsi lo spritz (la tipica bevanda alcolica padovana) durante gli aperitivi, anch’essi un vero e proprio must della città patavina. Così come le piazze vicine (Piazza dei Signori, Piazza della Frutta e la poco più lontana Prato della Valle), anche Piazza delle Erbe racconta un pezzo di storia padovana: dateci un occhio, ne resterete piacevolmente sorpresi!

palazzo-debite-padova
Il bellissimo Palazzo delle Debite, ex prigione che affaccia su Piazza delle Erbe

Come arrivare

Dalla stazione

A piedi: usciti dalla stazione, percorrete Piazza del Popolo e Corso Garibaldi; all’incrocio con via Camillo Benso Conte di Cavour imboccate questa via, continuate per via VIII febbraio, poi svoltate a sinistra per via Municipio e dopo una cinquantina di metri vi troverete Piazza delle Erbe sulla vostra destra. Tempo di percorrenza: 15 minuti circa.

Con l’autobus: linee 5, 6 e 10, scendete in Corso Milano e imboccate via Dante Alighieri; entrati in Piazza dei Signori, girate alla prima a destra e poi subito a sinistra, per via Fiume; girate ancora a destra per via Francesco Squarcione; dopo pochi metri troverete Piazza delle Erbe sulla vostra sinistra.

In tram: direzione sud, fermata ‘Ponti Romani’; una volta scesi, proseguite su Riviera Ponti Romani fino ad incrociare via San Francesco, dove girerete a sinistra e proseguirete verso via San Canziano; pochi metri e vi troverete Piazza delle Erbe sulla vostra destra.