Il Palazzo Reale di Amalienborg, sito nel centro di Copenaghen, dal 1794 è la residenza principale della regina Margherita II di Danimarca (Margrethe Alexandrine Þórhildur Ingrid) e della sua famiglia.

Il complesso è costituito da quattro affascinanti palazzi in stile rococò che racchiudono una piazza ottagonale al cui centro si erge il monumento equestre del re Federico V realizzato dallo scultore francese Jacques-François-Joseph Saly. Rimarrete sicuramente affascinati dall’atmosfera regale e dal senso di equilibrio e ordine che emana.

La Famiglia Reale danese
La Famiglia Reale danese

La storia

La piazza viene concepita nel 1749, quando il conte Adam Gottlob Moltke, grande maresciallo di corte, convince il re Federico V che la città necessita di un grande giardino su cui affacciare un quartiere residenziale. Il quartiere, chiamato Frederiksstaden e gli edifici furono tutti progettati dall’architetto di corte Nicolai Eigtved.
Le quattro costruzioni originarie dovevano essere assegnate ad altrettante famiglie aristocratiche, ma dopo l’incendio del palazzo di Christiansborg, nel febbraio 1794, Cristiano VI le acquistò, vi si trasferì con la corte e ne fece la propria residenza. Nel 1794-95 venne eretto il colonnato con otto colonne ioniche realizzato per chiude il lato meridionale della piazza e collegare i palazzi Moltke e Schack.

La struttura

Questo elegante complesso, si compone di quattro edifici identici: Levetzau (Palazzo di Cristiano VIII), Brockdorff (Palazzo di Federico VIII), Schack  (Palazzo di Cristiano IX)e Moltke (Palazzo di Cristiano VII).

  • il palazzo di Cristiano VII: palazzo di sud-ovest, utilizzato per le visite ufficiali;
  • il palazzo di Cristiano VIII: palazzo di nord-ovest, residenza del principe Federico di Danimarca fino al 2004;
  • il palazzo di Federico VIII: palazzo di nord-est, fu la residenza della regina madre Ingrid di Svezia fino alla sua morte nel 2000, attualmente in fase di restauro per ospitare il principe ereditario Federico di Danimarca;
  • il palazzo di Cristiano IX : palazzo di sud-est, residenza del sovrano Federico IX dal 1967.
Uno scorcio della piazza
Uno scorcio della piazza

I quattro edifici sono disposti attorno ad un ampio cortile ottagonale al centro del quale si trova l’imponente statua equestre di re Federico V. La statua, scolpita dal francese Saly, che ritrae il sovrano in posa come un imperatore romano, è considerata uno dei monumenti equestri più importanti del mondo. Completa il complesso un bel giardino dalla forma allungata, che lo separa dal bacino del porto.

La cerimonia del cambio della guardia

Amalienborg è sorvegliato giorno e notte dalla Guardia del Corpo Reale, reggimento speciale istituito nel 1658, posto a protezione del sovrano e delle residenze e dei castelli reali.
Sempre che  la Regina sia nella residenza, avrete l’opportunità di assistere alla suggestiva la cerimonia del cambio della guardia (Vagtparade), che si svolge ogni giorno sulla piazza di Amalienborg; tuttavia la cerimonia avviene ugualmente se, in assenza della regina, sono presenti il principe consorte o il principe ereditario in veste di regnanti ma senza banda musicale.

Dannebrog
La Dannebrog

La cerimonia comincia alle 11.30 dal Castello di Rosenborg, il corteo arriva alle 12.00 ad Amalienborg. E’ possibile seguire o camminare insieme alle guardie durante il tragitto che porta da Roseborg ad Amalienborg. Immaginate lo stupore dei bambini, ma sicuramente anche dei più grandi, nel vedere le guardie vestite di blu , o in occasioni particolari di rosso, con l’alto copricapo di pelliccia d’orso.
Quando Sua Maestà la Regina si trova “in casa” a Palazzo Schack, la sua presenza viene segnalata dalla Dannebrog (bandiera) e dal tamburo lasciato dopo il cerimoniale del cambio della guardia.

Il cambio della guardia
Il cambio della guardia

Cosa si può visitare al Castello di Amalienborg

Il pubblico può visitare solo due dei quattro palazzi: una parte del Palazzo Levetzau, pensato come un piccolo museo, dove potrete ammirare alcuni degli appartamenti privati con i loro arredi originali e le i gioielli; Palazzo Moltke, utilizzato per accogliere e intrattenere ospiti e rappresentanti ufficiali.
Una volta visitato i siti reali potreste, semplicemente attraversando la strada entrare nella Marmor Kirke (la Chiesa di Marmo), la più grande chiesa dotata di cupola della Scandinavia. Altri punti legati alla vita dei reali della città sono le Sale da Ricevimento del Palazzo di Christianborg (oggi Parlamento), aperte al pubblico e la Cattedrale di Copeaghen conosciuta anche come la Chiesa di Nostra Signora, che ha ospitato, tra i molti eventi reali, il matrimonio dell’Erede al trono.
Infine vi consigliamo di recarvi al Castello di Rosenborg dove scoprire i Gioielli della Corona. Incorniciato dal Kongens Have (il Parco del Re) Rosenborg è uno splendido esempio di architettura rinascimentale. Ed è un gran bel posto per fare un picnic sotto il sole, sedetevi su una delle tante panchine e godetevi lo spettacolo incantevole della natura.

Informazioni per la visita

Museo Amalienborg-Palazzo Levetzau: dall’1/5 al 31/10 dalle ore 10 alle 16; dall’1/11 al 22/12 dalle 11 alle 16 – lun. chiuso; 23, 24, 25 e 26/12 chiuso; dal 27/12 al 30/12 dalle 11 alle 16; 31/12 chiuso.

Costo del biglietto: adulti 8 €; ridotto 6 €; fino a 17 anni ingresso gratuito. Incluso nella Copenaghen Card.

Palazzo Moltke: visite guidate nei mesi di luglio, agosto e settembre. Sabato e domenica in inglese alle 13 e alle 14.30; in danese alle 11.30.

Costo biglietto, in vendita presso il Museo di Amalienborg: 10 €. Incluso nella Copenaghen Card.

Come arrivare

Metro: fermata Kongens Nytorv.

Indirizzo: Amalienborg Slotsplads  1257 København