Il Palazzo Farnese è uno dei monumenti più importanti della città di Piacenza, è situato in piazza Cittadella ed è l’attuale sede dell’Archivio di Stato, nonché dei seguenti musei e sezioni espositive: Museo delle Carrozze, Museo Archeologico, Museo del Risorgimento, allestimento di Scultura, Sezione medievale, Fasti di Alessandro e Paolo III, Fasti di Elisabetta, Pinacoteca e Cappella ducale.

Cenni storici

Il Palazzo Farnese deriva da un fortilizio che sorgeva in quella che è l’attuale piazza Cittadella nel 1352, situato in una posizione altamente strategica: controllava infatti il borgo, ma all’occorrenza costituiva una facile via d’accesso alla Lombardia (essendo la città allora parte del Ducato di Milano) mediante il vicinissimo Po. Quando Parma e Piacenza costituirono un ducato autonomo per volontà di Papa Paolo III, conquistando l’indipendenza da Milano, il figlio del pontefice Pierluigi Farnese scelse Piacenza come propria residenza, e trasformò la costruzione in una vera e propria fortezza.

Lo stesso Pierluigi chiamò Michelangelo ed Antonio da Sangallo il Giovane per ristrutturare il palazzo, ma una congiura ordita dai nobili piacentini, avallata dal governatore di Milano Ferrante I Gonzaga, il 10 Settembre 1547 mise tragicamente fine alla vita del rampollo Farnese; e di conseguenza anche al suo ambizioso progetto.

Palazzo Farnese
Uno scorcio notturno del Palazzo Farnese

Ottavio Farnese, figlio di Pierluigi, riuscì a farsi restituire Piacenza mantenendo il titolo ducale, alleandosi con l’Impero tramite il matrimonio con Margherita d’Austria. A quel punto, con le milizie imperiali alle spalle non aveva più necessità di costruire una grandiosa fortezza, portò quindi avanti il progetto del padre trasformando però Palazzo Farnese in un grandioso edificio di rappresentanza.

Nel corso del XVII e del XVIII secolo furono apportate ulteriori migliorie al palazzo, ma con l’avvento di Carlo di Borbone quale duca, quest’ultimo lo saccheggiò delle sue ricchezze, quando si vide costretto a lasciare il trono di Parma e Piacenza agli Asburgo. Il Palazzo Farnese venne in seguito saccheggiato anche dalle truppe napoleoniche, e solo dal 1965 tornò a riprendersi, grazie alla costituzione dell’Ente per il Restauro e l’Utilizzazione di Palazzo Farnese.

Cosa vedere

Palazzo Farnese è ora sede di numerosi musei ed allestimenti espositivi, nonché dell’Archivio di Stato. Vedremo di seguito come i vari enti sono stati suddivisi all’interno della sua struttura.

Piano Sotterraneo

Nei sotterranei di Palazzo Farnese, destinati alle cucine, ai magazzini ed agli alloggi per la servitù, sono ora situati il Museo delle Carrozze ed il Museo Archeologico.

Palazzo farnese
Palazzo farnese – Piacenza

Piano Ammezzato

Qui si trovavano gli alloggi e gli uffici dei funzionari del Duca, ed è oggi sede del Museo del Risorgimento.

Piano Rialzato

Il Piano Rialzato, un tempo ospitante le sedi di rappresentanza del Duca, presenta molte sale importanti e vi sono situati gli allestimenti di Scultura, la Sezione medievale, l’Armeria ed i Fasti del Duca Alessandro e di Papa Paolo III.

Primo Piano

Il Primo Piano era dedicato alla Duchessa ed al suo seguito, ed espone oggi i Fasti di Elisabetta, ultima Duchessa appartenente alla dinastia Farnese, la Pinacoteca e la Cappella ducale.

Secondo Piano

Il Secondo Piano di Palazzo Farnese è occupato dall’Archivio di Stato di Piacenza, ove sono conservati i documenti relativi al patrimonio culturale del territorio.

Come arrivare

Il palazzo è situato in piazza della Cittadella, e dalla stazione dei treni di Piacenza è possibile raggiungerlo in automobile percorrendo la SS 9 verso Nord, fino a Piazzale Milano. Da lì svoltare a sinistra lungo Viale Risorgimento, quindi alla prima a destra, Via Baciocchi, che conduce proprio di fronte a Palazzo Farnese.

La fermata degli autobus più vicina è Piazza Cittadella, raggiunta dalle linee 9, 11, 12, 15 e 18.

Palazzo Farnese
Vista prospettica del Palazzo farnese

Orari e tariffe

Palazzo Farnese è aperto tutti i giorni secondo la seguente tabella:

  • Martedì, mercoledì e giovedì dalle 9:00 alle 13:00
  • Venerdì e sabato dalle 9:00 alle 13:00 e dalle 15:00 alle 18:00
  • Domenica dalle 9:30 alle 13:30 e dalle 15:00 alle 18:00

Il palazzo rimane chiuso il lunedì (escluso il Lunedì dell’Angelo), il 1° ed il 6 Gennaio, a Pasqua, il 1° Maggio, il 4 Luglio, il 15 Agosto, il 1° Novembre e l’8, il 25 ed il 26 Dicembre.

Il prezzo del biglietto per tutte le sezioni è di 6 euro (4,50 il ridotto), per visitare solo la Pinacoteca ed il Piano Rialzato si pagano 5 euro (4 il ridotto), per i musei delle Carrozze e del Risorgimento il prezzo è di 2,50 euro (2 il ridotto) e per il Museo Archeologico 3 euro (2,50 il ridotto);  entrano gratis i portatori di handicap ed i loro accompagnatori, i bambini di età inferiore ai 6 anni, i giornalisti muniti di tesserino ed i soci ICOM.

Per ulteriori informazioni riguardo a tariffe speciali consultare il sito del Palazzo Farnese, reperibile nella sezione contatti.

Contatti

Indirizzo: Piazza della Cittadella, 29, Piacenza
Telefono: 0523 492661
Sito web: http://www.palazzofarnese.piacenza.it/