Il Palazzo Ducale di Modena è la struttura che, a partire dall’unità d’Italia, è stata designata per ospitare l’Accademia Militare di Modena,  e fu sede della corte della dinastia Estense fra il 1600 ed il 1800. Si tratta di una delle principali tappe del tour che vi porterà alla scoperta della città di Modena.

Cenni storici

Il Palazzo Ducale di Modena è uno dei più importanti palazzi principeschi di tutto il XVII secolo, e fu costruito sul sito ove si trovava un tempo il vecchio castello estense, al limitare del centro urbano.

I lavori per la sua realizzazione iniziarono nel 1634, e sebbene inizialmente si trovasse appunto in una posizione emarginata rispetto al centro della città, quando il duca Ercole ordinò di ampliare la cinta muraria (per venire incontro anche alle esigenze di Modena stessa, che andava espandendosi) il castello stesso si venne a trovare, quasi per caso, in una posizione intermedia fra il centro dell’urbe ed i nuovi quartieri periferici.

Il Palazzo Ducale fu progettato da Gaspare Viagrani, ma i lavori furono poi portati avanti da Bartolomeo Avanzini, ed è opinione comune che anche Gian Lorenzo Bernini, celebre e poliedrico artista italiano del XVII secolo, abbia supervisionato la sua costruzione.

All’interno del Palazzo Ducale possiamo trovare oggi il Museo Storico dell’Accademia ed una famosa e fornitissima Biblioteca, consultabile però solo mediante previa domanda da presentare al Comando dell’Accademia militare.

Palazzo Ducale di Modena
Uno scorcio del Palazzo Ducale di Modena

Descrizione

L’imponente facciata del Palazzo Ducale è alleggerita da un pregevole gioco cromatico realizzato con i marmi, e dalla porta centrale si penetra nel cosiddetto Cortile d’onore, ove avvengono parate e cerimonie militari. Attraversando il cortile, e dopo aver superato lo Scalone d’onore s’arriva nel Salone centrale, affrescato da Marco Antonio Franceschini nel XVIII secolo con l’Incoronazione di Bradamante, capostipite degli Este.

Nel Palazzo Ducale si trova anche il cosiddetto Salottino d’oro, gabinetto del duca Francesco III, il quale diede orgine nel 1756 di impreziosirlo mediante l’utilizzo di pannelli rivestiti d’oro zecchino; questi ultimi erano smontabili, e ciò ha permesso ai cittadini di Modena di nasconderli con successo nel corso di occupazioni e saccheggi.

Dirimpetto alla facciata frontale del Palazzo Ducale s’erge il Monumento a Ciro Menotti, in mezzo a Piazza Roma, un’opera del 1879 realizzata da Cesare Sighinolfi per commemorare il patriota artefice dell’insurrezione liberale di Modena avvenuta nel 1831. Particolarmente significativo è l’orientamento della statua, che sembra fissare la finestra del palazzo da cui Francesco IV (che aveva dapprima appoggiato Menotti, per poi ritirare il suo sostegno una volta raggiunti i suoi scopi) firmò la condanna a morte del patriota.

Palazzo Ducale di Modena
Gli interni del Palazzo Ducale di Modena

Come arrivare a Palazzo Ducale

In automobile uscire dalla A1 a Modena Nord, e seguire le indicazioni lungo la tangenziale verso il centro cittadino. La fermata degli autobus più vicina è la fermata Piazza Roma, servita dalla linea 11.

Orari e tariffe

Il Palazzo Ducale può essere visitato solo in alcuni sabati e domeniche, e nel caso di gruppi fino a 30 persone è possibile richiedere la visita guidata. Se si intende visitarlo è obbligatorio prenotare presso gli uffici di Modenatur o presso lo IAT.

Contatti

Indirizzo: Piazza Roma, 15, 41121 Modena
Telefono: 059 225671
Telefono Modenatur: 059 220022
Telefono IAT: 059 2032660