Olimpiadi di Rio 2016, ecco le precauzioni per viaggiare sicuri in Brasile

Le Olimpiadi di Rio 2016 sono oramai alle porte, ed in molti si sono già preparati da tempo per partire alla volta del Brasile, così da poter assistere di persona a quella che è di fatto la manifestazione sportiva più grande ed importante del mondo.

Tuttavia i recenti disordini nel Paese verdeoro hanno fatto scattare ben più di qualche campanello d’allarme nella mente degli appassionati di sport, così come anche la questione del famigerato virus Zika rappresenta un’ostacolo non esattamente leggerissimo da affrontare.

Basti pensare che gli stessi organizzatori delle Olimpiadi di Rio 2016 hanno pensato bene di distribuire gratuitamente 42 preservativi per ogni atleta che parteciperà alla manifestazione, allo scopo di promuovere la prevenzione ed evitare pericolosi casi di contagio.

Nonostante tutti i vari impedimenti di natura logistica, salutistica e di sicurezza tuttavia, la suggestione di unire l’utile al dilettevole viaggiando in Brasile per potersi concedere una vacanza in uno dei più grandi paradisi terrestri del pianeta, potendo al contempo assistere alle Olimpiadi, è una suggestione troppo allettante per lasciarla sfumare.

Ecco quindi qualche consiglio per potersi godere appieno i Giochi di Rio de Janeiro senza farsi trovare impreparati. Prima di tutto, è buona cosa ricordarsi le protezioni solari: il sole in Brasile si fa sentire in maniera molto più marcata che in Italia, e se già rischiamo scottature sulle nostre spiaggie, laggiù potremmo davvero passare molte notti insonni a spellarci e soffrire se ci facessimo trovare impreparati.

Anche bere solo acqua in bottiglia è di norma consigliabile, a causa delle scarse condizioni igieniche della rete idrica di molti luoghi: certo le maggiori città possono vantare (non tutte, attenzione!) degli standard accettabili, ma appena farete due passi verso i centri più piccoli, potreste trovarvi alle prese con spiacevoli inconvenienti se deciderete di abbeverarvi ad una fontanella locale.

Inoltre, il Governo brasiliano suggerisce ai turisti che preparano un viaggio da quelle parti di vaccinarsi contro malaria e febbre gialla, patologie non ancora debellate nel Paese verdeoro. Ed un check alla propria assicurazione sulla salute, a margine di tutto, è doveroso.

Un ultimo avvertimento: fate attenzione a coloro che si offriranno di farvi da guida, se non li conoscete. In Brasile ci sono molti delinquenti che non aspettano altro che adocchiare il turista giusto, per fornirgli qualche indicazione (spesso nemmeno troppo accurata) al modico prezzo di…tutto il portafogli! Basta distrarsi un istante.

Detto ciò, se siete tra coloro che partiranno per andare a assistere di persona alle Olimpiadi di Rio 2016, non resta che augurarvi buon viaggio e buona permanenza in quella terra che, al di là di tutto, rimane sempre meravigliosa!