L’idea di realizzare un Museo dell’Automobile, nata nel 1932 da Cesare Goria Gatti e Roberto Biscaretti di Ruffia, che fu il primo Presidente dell’Automobile Club di Torino e tra i fondatori della FIAT, prese vita nel 1879 per mano di Carlo Biscaretti di Ruffia, figlio di Roberto, che lo ideò e organizzò la collezione iniziale.

Carlo Biscaretti fu il primo Presidente del Museo dell’Automobile e alla sua scomparsa, nel 1959, il Consiglio di Amministrazione deliberò che il museo fosse dedicato alla sua memoria e ne prese il nome.

Una delle auto d'epoca in esposizione
Una delle auto d’epoca in esposizione

Il fabbricato che ospita il museo fu ideato dall’Architetto Amedeo Albertini ed è uno pochi edifici costruiti appositamente per ospitare un Museo; sorge sulla sponda sinistra del Po a poca distanza dal Lingotto ed è una splendida dimostrazione dell’ingegno dell’architettura moderna.

All’interno del museo troverete  una collezione di quasi 200 automobili originali provenienti dall’Italia, Francia, Gran Bretagna, Germania, Olanda, Spagna, Polonia e Stati Uniti. Il percorso museale vuole raccontare la storia dell’automobile tramite l’evoluzione di questo mezzo di trasporto divenuto, per molti, un culto ed un simbolo.

Museo_Auto_New
Il palazzo del Museo dell’Automobile

Il percorso parte dal piano secondo, dove si tratta la storia dell’Automobile nel ‘900; il piano è composto da 21 sale, che raccontano della nascita dell’automobile e come si sia sviluppata e diffusa. Il percorso è circolare e vi condurrà dalla Biblioteca di “Genesi”, dedicata all’origine della locomozione, fino alla sala “Destino”, che cercherà di catapultarvi nel domani.

L’affascinante percorso attraverserà la storia dal futurismo alla prima guerra mondiale, dall’avvento delle vetture utilitarie alla scuola carrozziera italiana, parlando anche dell’interessante e sempre affascinante emancipazione femminile.

panoramica_delle_vetture_esposte
Una sala espositiva con le auto dell’avvocato Agnelli

Il primo piano è suddiviso in otto  sale dove l’obbiettivo è capire meglio da cosa è costituita veramente un’automobile e come viene realizzata. Bella la sala denominata “Autorino” che racconta delle industrie, del lavoro e del progresso che hanno segnato, nel secolo scorso, la città di Torino.

I signori uomini saranno sicuramente molto felici, nella sezione “Sinfonia Meccanica”, di essere condotti alla scoperta di cosa c’è sotto il vestito di un’auto. In Metamorfosi avrete addirittura la possibilità di vedere dal di dentro il complesso sistema di produzione industriale dell’auto.

Il piano terra è l’ultimo piano di visita, interamente dedicato al design e alla progettazione di un’auto. Si tratta di un’unica grande sala di 1200 metri quadri che vi porterà alla scoperta di come hanno fatto, e come ancora fanno, i grandi progettisti a ideare questo magico dispositivo che permette di spostarsi in rapidità e sicurezza.

La sezione Sinfonia Meccanica del Museo dell'Automobile di Torino
La sezione Sinfonia Meccanica del Museo dell’Automobile di Torino

Orari e prezzi

Le visite al Museo dell’Automobile di Torino sono disponibili nei seguenti orari:

  • Lunedì 10.00 – 14.00, pomeriggio chiuso;
  • Martedì mattino chiuso, pomeriggio 14.00 – 19.00;
  • Mercoledì, giovedì e domenica 10.00 – 19.00;
  • Venerdì e sabato 10.00 – 21.00.

Il ticket per accedere al museo costa 8,00 euro.

Come arrivare

E’ possibile raggiungere il Museo dell’automobile nei seguenti modi:

  • Autobus: 1 – 18 – 42 – 34 – 35
  • Metropolitana (fermata Lingotto)
  • Navigazione fluviale (fermata Italia ’61)
  • Bus City Sightseeing linea B (fermata 4)

Contatti

Telefono: 011 677666/7/8

Indirizzo: Corso Unità d’Italia 40 – Torino

Sito Web: http://www.museoauto.it/website/