Dal 1985 anche Bolzano ha il suo museo di arte moderna e contemporanea: il Museion, fondato da un’associazione privata con il partneriato di provincia autonoma di Bolzano.

Oggi, il Museion è indubbiamente uno dei musei più belli e conosciuti del Trentino, grazie alla sua particolarissima sede e alle curatissime collezioni dagli anni cinquanta in poi: un vero e proprio punto di riferimento per gli amanti dell’arte di Bolzano e del Trentino, e tappa obbligata per tutti i turisti in visita in Alto Adige.

Cenni storici

Fondato, come detto, nel 1985, quello che allora si chiamava Museo d’Arte Moderna inizia la propria attività un paio di anni dopo, nella sede di Via Sernesi; in questa fase iniziale, il museo si occupa principalmente dell’area regionale, con numerose testimonianze documentarie dell’area altoatesina del XX secolo.

Dagli anni ’90, invece, il museo si apre ad un confronto tra arte italiana e tedesca, approfittando della posizione strategica di Bolzano, al confine tra tre nazioni: nasce il Museion (1991), che diventa Museo d’Arte Moderna e Contemporanea nel 2001.

Dal 2008, il Museion è inoltre ospitato dall’edificio progettato dallo studio di architettura KSV Krüger Schuberth Vandreike, che vince il concorso tra 285 studi di architettura provenienti da 14 paesi diversi.

cubo-garutti-museion-bolzano
Il Cubo Garutti, nel quartiere Don Bosco di Bolzano

Descrizione

La recente sede del Museion ha una forma cubica e una superficie in vetro, creando un suggestivo gioco di luci e fungendo da collegamento tra il centro storico di Bolzano e la parte più nuova della città. Noterete, inoltre, i due ponti che si curvano sopra il Talvera, dove vi sono rispettivamente una pista pedonale e una ciclabile collegate al Museion.

Il Museion è ripartito in tre sedi di esposizione: quella principale, che ha ospitato interessantissime mostre come “Sguardo periferico e corpo collettivo” (la prima mostra della nuova sede), o un’altra sul famosissimo gruppo noise Sonic Youth, o ancora una sull’artista statunitense Mark Kelley; a pochi metri dalla sede principale si trova la casa d’atelier, che viene usata come residenza d’artisti.

Nel quartiere Don Bosco, invece, è stata realizzata nel 2009 il cubo Garutti, una piccolissima sala vetrata di forma cubica nella quale, ogni tre mesi, viene esposta un’opera del Museion vero e proprio oppure vengono realizzati vari progetti ‘autonomi’. In particolare quest’ultima sede va apprezzata per il tentativo, più che riuscito, di portare fisicamente l’arte contemporanea all’interno dello spazio pubblico.

Da non dimenticare, infine, la fornitissima biblioteca del Museion, che raccoglie materiale documentario per un totale di circa 21.000 volumi, venti abbonamenti a riviste d’arte e una piccola raccolta di materiale multimediale.

Museion di Bolzano
Il Museion di Bolzano

Come arrivare

A piedi

Dalla stazione, il Museion di Bolzano dista poco più di 700 metri, e sarà facilissimo per voi arrivarci. Una volta usciti, dalla rotonda imboccate Viale della Stazione e proseguite per poco più di 200 metri, continuando poi su Piazza della Parrocchia, Viale della Posta e Piazza Domenicani, andando sempre dritto; all’incrocio con Largo Adolph Kolping, girate a sinistra e proseguite dritto per Via dell’Ospedale; dopo circa 150 metri, girate a sinistra per Via Dante e, dopo pochi metri, troverete il Museion sulla vostra destra. Tempo di percorrenza: meno di 10 minuti.

In bus

Quasi tutte le linee urbane in partenza dalla stazione fermano in prossimità del Museion, in Via Cassa di Risparmio. Se invece arrivate dalla zona di Gries le fermate consigliate sono quelle in Via Rosmini e in Via Ospedale. Consultate il sito www.sii.bz.it per ulteriori informazioni.

In auto

A Bolzano potrete arrivare, da nord come da sud, tramite la SS12 e con l’autostrada A22 Brennero-Modena. Da Passo Resia, invece, potrete arrivare con la SS38, proseguendo poi con la superstrada Merano-Bolzano. Una volta nei pressi della stazione, seguite lo stesso percorso del paragrafo ‘A piedi’; ricordate che il Museion non possiede un parcheggio proprio: potrete parcheggiare nelle strisce blu adiacenti o in altri parcheggi a pagamento.

Orari e tariffe

Museion

Orari di apertura: martedì-domenica h.10-18; giovedì evento ‘Giovedì@Museion’: h.10-22 (ingresso libero h.18-22 + visita guidata gratuita h.19); sabato e domenica: evento ‘Dialoghi sull’arte’ h.14-18
Orari festività: 24 e 31 dicembre h.10-15; 26 dicembre h.10-18
Giorni di chiusura: tutti i lunedì; 25 dicembre e 1 gennaio

Prezzi biglietti: 6 € biglietto intero, 3,50 € ridotto, 3 € Kulturpass; ingresso gratuito per under 18, studenti facoltà di Design e Arti di Bolzano, Amici di Museion, ICOM, MuseumMobilCard
Prezzi visite guidate: 2 €/persona; gratis per scuole medie e superiori e per i loro accompagnatori

Biblioteca

Orari: lunedì-venerdì h.8-mezzanotte; self service 19-mezzanotte; sabato h.9-20

Contatti

Sito web: www.museion.it
E-mail: info@museion.it
Tel.: 0471-223413
Indirizzo: Via Dante, 6 – 39100 Bolzano