Marocco, visitare il sud in sella ad una mountain bike

Per una vacanza fuori dall’ordinario, niente è meglio di una visita nel Sud del Marocco, magari in sella a una mountain bike per esplorare la bellezza del territorio circostante, selvaggio e così immobile nel tempo.

Un tour come quello che andremo a vedere è perfetto da fare in bici, il mezzo ideale per approfondire la conoscenza di questi luoghi meravigliosi. Per cominciare, raggiungeremo le antiche colate laviche dello Jebel Sarhrole famose gole del Todra e del Dadès, fino a visitare le kasbe secolari, e per finire Marrakech. Se lo si desidera è possibile addentrarsi nel labirintico palmeto di Zagora e attraversare i sentieri tortuosi che delimitano gli orti kasbe di terra pressata. Durante il viaggio è prevista la presenza di un fuoristrada che permetterà di raggiungere i luoghi più difficili da percorrere in bicicletta. Le cene e i pernottamenti si faranno nelle kasbe restaurate oppure in affascinanti hotel situati nei palmeti. 

Durante il percorso è immancabile una visita alla famosa valle del Draa, l’antico capoluogo della valle Tamnougalt, che oggi appare come un villaggio pieno di costruzioni altissime. Da non perdere il lungo palmeto costeggiato da kasbe e ksar e la fantastica oasi di Zagora, luogo ombreggiato da splendide palme e ricco di piante officinali. Da ammirare anche i paesaggi che circondano il massiccio vulcanico Jebel Sarhro, da dove si possono vedere guglie, antichi camini lavici e profonde vallate. Da qui si arriva poi al passo del Tizi ‘n Tazazert a 2200 metri, e si prosegue per raggiungere le famose gole.

La valle del Todra e la valle del Dadès sono entrambe molto note; una, perché ha delle gole strette dove passa il fiume Todra, l’altra perché è in mezzo a delle rocce di granito dalle forme particolari, che sembra un paradiso perché ricca di roseti, palme e rocce dai colori più vari. Da qui si attraversa l’antica “strada del sale”, fino a Telouèt, e finalmente si arriva a Marrakech, la bellissima città rossa, circondata da 19 km di mura di terra battuta, e che possiede tuttora 209 torri e 9 porte. A proporre questo splendido itinerario di viaggio è il tour operator Cobratours, che organizza gite sul Marocco tutto l’anno, con tante sorprese e luoghi spettacolari da visitare.