Le Mille Isole è il nome con il quale è comunemente nota una catena di isole situata a Nord delle coste di Giacarta che, e nonostante il nome evocativo, non conta più di 110 isole di grandezza variabile, la superficie delle quali copre in totale un’area di 8,7 chilometri quadrati. Le Mille Isole sono situate nel Mare di Giava, ed un decreto amministrativo ha sancito che 36 di queste potessero essere utilizzate per l’intrattenimento turistico.

Cenni storici

Le Mille Isole furono utilizzate Compagnia olandese delle Indie orientali sin dall’insediamento di quest’ultima a Batavia (l’odierna città di Giacarta), e l’isola di Onrust funse persino da base navale per la suddetta Compagnia.

Esse furono utili per la difesa della città, e nel 1795 furono teatro di una sanguinosa battaglia fra le navi della Compagnia ed uno squadrone navale britannico, comandato dal Capitano Henry Lidgbird Ball, che terminò con la sconfitta olandese e la distruzione delle fortificazioni su Onrust.

Dopo ulteriori schermaglie navali, ed un breve periodo nel quale Batavia stessa venne occupata dalle forze britanniche, l’isola di Onrust divenne una stazione di quarantena per i pellegrini che tornavano da Hajj, e tale rimase dal 1911 fino al 1933. Dal 1933 al 1940 l’isola fu utilizzata dagli olandesi per confinare gli ammutinati della HNLMS De Zeven Provinciën, quindi vi furono detenuti alcuni tedeschi, fino a quando, in seguito all’invasione giapponese dell’Indonesia, quest’isola non divenne a tutti gli effetti un penitenziario per criminali veri e propri.

In seguito all’ottenimento dell’indipendenza da parte dell’Indonesia essa divenne un lebbrosario, e dopo essere stata anche il luogo di detenzione del traditore Chris Soumokil, Onrust venne dichiarata sito storico protetto da Ali Sadikin, governatore di Giacarta, nel 1972. Dal 2002 quest’isola, insieme alle isole Cipir Kelor e Bidadari, è stata insignita del titolo di parco archeologico.

Un esempio degli scenari offerti dallo spettacolare arcipelago di Palau Seribu
Un esempio degli scenari offerti dallo spettacolare arcipelago di Palau Seribu

Cosa vedere

L’arcipelago Palau Seribu, comunemente noto come le Mille Isole, è un gruppo di 112 isole coralline situato al largo del Mar di Giava, un vero e proprio paradiso marino adatto sia agli amanti della natura incontaminata, sia a chi non intende rinunciare ai classici comfort offerti dai resort e dalle stazioni balneari. Perché l’arcipelago Palau Seribu presenta un’offerta decisamente ampia, adatta ad andare incontro a qualsivoglia esigenza: dalle isole più selvagge, alcune delle quali addirittura disabitate, a quelle organizzate con strutture turistiche all’avanguardia.

Tra le Mille Isole, le più gettonate sono Pulau Putri, Pulau Pelangi, Pulau Perak e Pulau Papa Theo, ma sono ben 13 le isole nelle quali l’industria turistica ha potuto svilupparsi ampiamente, ed 11 di loro offrono la possibilità di pernottare in splendidi resort ed hotel a prezzi veramente bassissimi.

Ovviamente più ci si allontana dalla costa, addentrandosi verso le profondità oceaniche più distanti, e più si avrà la possibilità di imbattersi in ambienti incontaminati, ed in formazioni coralline intatte. Ventitré isole dell’arcipelago di Palau Seribu appartengono invece a privati, e non è pertanto possibile visitarle liberamente.

Le Mille Isole sono amministrativamente suddivise in due distretti, chiamati kecamatan: rispettivamente il Kecamatan Kepulauan Seribu Selatan (a cui si rifà comunemente anche come Mille Isole del Sud), e Kepulauan Seribu Utara (o Mille Isole del Nord). I due distretti sono a loro volta spartiti in tre kelurahan, ovverosia dei villaggi amministrativi, il più piccolo ente territoriale dell’Indonesia.

La zona delle Mille Isole del Sud è quella che più soffre dell’inquinamento, vista la vicinanza don la baia di Giacarta, nella quale vengono indiscriminatamente dispersi residui industriali ed acque di scarico. I kelurahan di Kepulauan Seribu Selatan sono Kelurahan Pulau Untung Jawa, il distretto più vicino alle coste di Jakarta, particolarmente importante dal punto di vista archeologico (nel quale si trova la famosa isola di Onrust); Kelurahan Pulau Pari, ufficialmente composto da 10 isole; Kelurahan Pulau Tidung, ufficialmente composto da sei isole, sebbene ufficiosamente vi rientri anche una settimana, Karang Beras Kecil.

LE mille isole
Le Mille Isole possono essere teatro di meraviglie immersioni subacquee, grazie agli spettacolari fondali marini che le circondano

Le Mille Isole del Nord possono vantare acque decisamente più pulite rispetto a quelle del Sud, e ciò comporta la presenza di una flora e di una fauna marina più massiccia e variegata, non ancora decimata dal massiccio inquinamento. Il Kecamatan Kepulauan Seribu Utara è diviso in Kelurahan Pulau Panggang, contenente 13 isole, Kelurahan Pulau Kelapa, consistente in ben 36 isole e Kelurahan Pulau Harapan, comprendente 30 isole e consistente nella zona più ad Est del distretto.

Come arrivare alle Mille Isole

E’ possibile arrivare alle Mille Isole dalla città di Giacarta, mediante appositi motoscafi che raggiungono le principali isole dell’arcipelago Palau Seribu in circa un paio d’ore.

Talvolta è possibile riuscire ad arrivare alle Mille Isole anche con uno dei pescherecci che salpano da Giacarta alla volta di questo arcipelago, sebbene gli standard di sicurezza per il viaggio in questo caso lascino spesso a desiderare, e non è comunque detto che riusciate a trovare un capitano disposto ad imbarcarvi, neanche sotto compenso.

Si consiglia di evitare di recarsi alle Mille Isole nel periodo che va da Novembre alla prima metà di Gennaio, poiché coincide con la stagione dei monsoni, e si rischia di trovare un mare particolarmente agitato e forti venti e piogge capaci di rovinare la vacanza con disarmante semplicità.