Alcuni reperti archeologici ritrovati a Monza fanno stimare che le origini della città risalgano all’età del bronzo, divenendo poi una colonia dei romani che provenivano da Magonza, noti come Maguntiaci, da cui molto probabilmente ha avuto origine il nome del centro abitato.

Il primo periodo di splendore fu raggiunto solo in epoca barbarica, quando venne scelta come sede per la villeggiatura estiva reale, vista la vicinanza a Milano ed i suoi paesaggi rigogliosi. Probabilmente l’apice di questo periodo si ebbe in corrispondenza del trono longobardo di Teodolida che fece realizzare il Duomo di Monza.

reggia-di-monza
La Reggia di Monza

Se da un lato la vicinanza a Milano costituiva un pregio, dall’altro impediva lo sviluppo di Monza, tanto che nel XII secolo le sorti della città dipenderanno dal capoluogo lombardo al quale verrà annesso per molti secoli. Fra le varie successive dominazioni vi ricordiamo quella dei Belgioioso, dei De Leyva (noti per la “monaca di Monza”, suor Virginia Maria De Leyva) e dei Durini. Nel Marzo del 1848 Monza partecipò attivamente alle 5 giornate di Milano.

L’assetto della città che oggi conosciamo è dovuto in gran parte al ventennio fascista e nel 1922 viene realizzato l’Autodromo, che probabilmente fu il punto di inizio per la rinascita di questa splendida città.

Cosa vedere a Monza

La città di Monza offre diversi punti di interesse monumentale, storico ed artistico, distribuiti su tutto il territorio, con alcuni esempi di attrazioni dal calibro internazionale.

Partiamo proprio citandovi l’Autodromo di Monza, uno dei circuiti più belli del mondo, situato all’interno del parco di Monza e deve la sua popolarità al Gran Premio di Formula 1. Molto bella anche la Reggia di Monza, una struttura neoclassica dove oggi si tengono esposizioni d’arte, manifestazioni culturali e concerti di musica classica.

autodromo-di-monza
Una vista serale dell’Autodromo di Monza

Il vostro tour dovrebbe proseguire con la visita della Basilica di San Giovanni Battista, meglio nota come Duomo di Monza, con gli affreschi di Zavattari che impreziosiscono la cappella di Teodolinda e le opere di Arcimboldo, Gilardi e Carlone. L’Arengario di Monza, invece, vi sorprenderà per la sua semplicità strutturale, con il suo porticato al piano terra, il balcone, la loggetta coperta e la scala a chiocciola in granito che vi condurrà nella sala espositiva del primo piano.

Fra le altre cose dovreste visitare la torre viscontea, la chiesa di Santa Maria in Strada, la chiesa di Santa Maria in Carrobiolo con il suo portale in pietra arenaria di Buzzi, il Ponte dei Leoni con le sculture del Tantardini ed, infine, la duecentesca Torre Teodolinda.

Basilica di San Giovanni Battista Monza
La Basilica di San Giovanni Battista di Monza

Cosa mangiare a Monza e dintorni

La cultura enogastronomica della provincia di Monza e della Brianza si presenta con dei sapori abbastanza semplici ma dal sapore robusto, con ricette legate agli ingredienti poveri, frutto della tradizione contadina, capaci di riempire velocemente soddisfacendo il palato.

Una delle materie prime di spiccato interesse nella cucina brianzola è senza alcun dubbio il maiale, quell’animale di cui non si butta via niente e che viene utilizzato per le sue carni e frattaglie, per la realizzazione di salumi e condimenti, che spesso accompagnano la polenta.

Il piatto più famoso di questa tradizione culinaria è la cazzoeula, molto diffuso anche al di fuori del periodo provinciale. Si tratta di una specialità a base di costine e scarti del maiale, quali cotiche, piedi e muso, spesso arricchito anche con salamini, oltre al cavolo, carote e sedano. Viene servito in genere con la polenta. Molto diffusa è la trippa, detta buseca con riferimento alle busecche, cioè le interiora (parti meno nobili del maiale) utilizzate per preparare questo piatto, con aggiunta di ortaggi o fagioli.

cazzoeula-monza
La Cazzoeula

Un altro simbolo sulle tavole di Monza è il risotto con la luganega, detto anche risotto alla monzese, che può essere preparato in diversi modi, basandosi sempre sulla salsiccia, oppure el panmoijaa, una sorta di zuppa con il lardo o con la pancetta. Fra le altre specialità si segnalano il baccalà alla mantovana, il fritto misto alla milanese, gli gnocchi al gorgonzola, il nuset e l’ossobuco alla milanese.

Fra i dolci vi ricordiamo la torta paesana, preparata con pane raffermo, pinoli e frutta candita, oppure il pane ed i biscotti di San Gerardo: il primo di questi viene preparato con zucchero, frutta, castagne e mandorle, ed è legato al miracolo del 1177, quando il santo salvò la città dalla piena del Lambro con il proprio mantello, ricevendo in dono questo ricco pane.

Dove dormire a Monza

Nel caso in cui aveste deciso di restare qualche giorno a Monza per visitare la città nel migliore dei modi, avrete certamente l’esigenza di prenotare una camera in una delle tante strutture ricettive presenti sul territorio. A tal proposito, potrete rivolgervi al B&B Hotel Milano – Monza, una struttura situata vicino alla Galleria Commerciale Auchan di Monza ed a soli 2 km dal raccordo autostradale Torino – Venezia. Ideale per che vuole visitare la Reggia di Monza e l’Autodromo Nazionale di Monza.

Una valida alternativa è quella offerta dall’AS Hotel, un hotel situato nel cuore della Brianza a 10 minuti da Milano. Vi accoglierà con il suo stile elegante e decisamente moderno, per farvi vivere una vacanza rilassante. Luogo perfetto per chi vuole visitare l’Autodromo di Monza oppure le fiere di Rho, Pero e Milano. Dispone anche di un comodo ristorante per farvi gustare le specialità locali.

arengario di monza
Una vista esterna dell’Arengario di Monza

Un servizio cordiale, premuroso ed attento ai dettagli potrete trovarlo anche all’Albergo ristorante il Girasole, una struttura che dal 2005 gestisce la clientela in modo impeccabile. Offre un buon servizio di ristorazione, oltre a camere dotate di ogni comfort.

Infine, possiamo consigliarvi anche l’Hotel Karol situato nel centro di Monza a pochi passi dal celebre Duomo cittadino e molto vicino alle vie dello shopping. Anche questa struttura è dotata di ristorante che oltre ai piatti locali serve dell’ottima pizza. In tarda serata potrete trascorrere qualche altra ora nel pub interno, gustando un buon drink. A pochi passi dal parco di Monza e i giardini della Villa Reale.

Contatti

B&B Hotel Milano – Monza (3 Stelle)

Telefono: 039 / 32 58 25
Indirizzo: Via Lario, 19 – 20900 Monza
Sito Web: http://www.hotelbb.it/

Hotel AS Monza

Telefono: 039.272831
Indirizzo: Viale Lombardia, 76/78- 20052 Monza (MB)
Sito Web: http://www.ashotelmonza.it
Email: monza@ashotels.it

Albergo Ristorante IL GIRASOLE Antica Locanda

Telefono: 039.2328342
Indirizzo: Via G. Casati 1 – Monza (Milano – Lombardia)
Sito Web: http://www.albergoilgirasole.it/
Email: info@albergoilgirasole.it

Hotel Karol (3 Stelle)

Telefono: 039 323500
Indirizzo: Via Cortelonga, 8 – 20900 Monza (MB)
Sito Web: http://www.hotelkarol.com
Email: hotelkarol@live.it