La piccola città di Vaduz è la capitale dell’incantevole e fiabesco Liechtenstein e, al suo interno, raggruppa la maggior parte delle attrattive turistiche del piccolo stato. Il centro città ruota attorno a due strade, Stadtle e Aulerstrasse, dove potrete ammirare molti monumenti come il municipio, la Chiesa Parrocchiale ed il Palazzo del Governo.

Se non vi va di rimanere in città potrete sempre approfittare per andare alla scoperta della splendida natura che circonda la città, magari passeggiando alla ricerca di una malga in cui fermarvi a mangiare un bel piatto di formaggio e bere un buon bicchiere di vino.

Nei dintorni della città ci sono molti paesini in cui potrete immergervi nell’atmosfera caratteristica della montagna con architetture walser e casette tipiche.

Cosa vedere

A Vaduz ci sono diversi musei che potrete visitare, come il bel Museo storico Nazionale o il palazzo Englenderbau, in cui è ospitata la Galleria d’Arte del Principato, che espone i capolavori appartenenti alla Collezione Nazionale d’Arte e a delle raccolte private dei Principi.

Bello anche il Museo del francobollo, il più famoso del mondo, o quello degli sci, che racconta più di di 100 anni di storia europea dello sci. Vi consigliamo anche di fare una bella passeggiata fino alla cima della collina in cui si trova il castello da Vaduz e godervi un panorama davvero splendido.

principality-of-liechtenstein-284707_1280
Il castello di Vaduz

Il castello di Vaduz

Schloss Vaduz è la residenza ufficiale dei principi del Liechtenstein e per questo motivo non è possibile entrare a visitare gli ambienti del castello, ma vi consigliamo di fare una passeggiata per ammirare da vicino la sua struttura ed immergervi nell’atmosfera fiabesca della collina.

Il castello è proprietà della famiglia reale dal 1712 e, tra il 1905 e il 1920, il principe Johann II del Liechtenstein ne avviò la ristrutturazione che coinvolse buona parte della struttura; mentre negli anni ’30, Francesco Giuseppe II lo fece ampliare ulteriormente. Divenne la residenza ufficiale della famiglia Principesca del Liechtenstein dal 1936.

Il castello era già stato precedentemente ampliato dal conte Kaspar von Hohenems nei primi anni del 1600; ancor prima, durante la guerra di Svevia, del 1499, il castello fu fortemente colpito da un incendio.

Si presume che il castello sia stato fatto costruire dai precedenti proprietari, i conti di Werdenberg-Sargans. La torre è la parte più antica della struttura e risale al XII secolo, si tratta di un’imponente struttura con un mura spesse fino a 4 metri.

All’interno del castello si trova la pregevole cappella di S. Anna, di epoca medievale, che ospita un prezioso altare realizzato in stile tardo-gotico. Ne corso dei secoli il castello è stato utilizzato per una serie di differenti usi: fu una caserma, una prigione, sede di uffici amministrativi e anche ristorante.

Il castello sorge sulla collina di Vaduz a 120 metri di altezza ed è il simbolo indiscusso della città, lo potrete vedere arrivando da lontano e sebbene non si accessibile resta il luogo turistico più frequentato a Vaduz grazie anche alla sua posizione pittoresca.

principality-of-liechtenstein-284666_1280
Il municipio di Vaduz

Museo Nazionale del Liechtenstein

Questa bella istituzione è una meta fondamentale se siete amanti della storia e volete sapere il più possibile della città che vi ospita. Infatti, il Museo storico Nazionale racconta gli avvenimenti che sono legati alla città e allo stato del Liechtenstein, partendo dalla preistoria e arrivando ai giorni attuali.

Il museo espone alcune splendide raccolte di armi antiche, monete, documenti etnografici, manufatti d’oreficeria, d’arte sacra e molti altri reperti, compresa una collezione di storia naturale, che illustrano la vita del principato.

Il museo è ospitato all’interno di un fabbricato risalente al 1438, composto da due edifici, che di per sé è un reperto storico di grande valore. In passato il fabbricato è stato utilizzato come casa doganale e sede del governo. Tra il 1998 e il 2008 sono stati avviati importanti lavori di ristrutturazione e ampliamento. Tra i personaggi più importanti che il palazzo ha ospitato fra le sue mura va ricordato Johann Wolfgang von Goethe che lo visitò nel 1788.

Il museo è composto da 42 sale espositive che occupano quasi 2000 metri quadrati. I reperti esposti includono oggetti archeologici dal Neolitico fino al Medioevo, oggetti provenienti dai settori dell’artigianato e dell’industria locale, armi e altri oggetti militari.

Verrete sicuramente affascinati dalle collezioni di oggetti sacri composte da sculture in legno, arredi e rappresentazioni grafiche e un prezioso anno quaresimale del 1612, nonché la singolare raccolta di uova dipinte. Tra le stanze espositive più interessanti spiccano la sala tardo gotica e il bel salone che illustra un’area tradizionale della casa colonica. Il Museo Nazionale del Liechtenstein si trova in Städtle 43 ed è aperto tutti i giorni tranne il lunedì.

Liechtenstein-Landesmuseum-1
Il Postmuseum des Furstentums Liechtenstein

Il Postmuseum des Furstentums Liechtenstein (Museo del francobollo)

Questo interessantissimo museo, il più famoso del mondo per il suo genere, è stato fondato nel 1930, dal Console HW Sieger che donò una preziosa collezione filatelica ed è parte integrante del  Museo Nazionale dal 2006. Il museo ha sede nel Palazzo inglese di Vaduz (Englenderbau) dal 1957.

L’edificio che fu costruito per ospitare alcuni locali commerciali per una società inglese che chiuse la sua attività nel 1934. In un’altra ala del palazzo si trova la Galleria d’Arte del Principato. Il Postmuseum des Furstentums Liechtenstein ospita alcune ricchissime raccolte di francobolli del Principato, ordinate per temi e per soggetti che vi lasceranno senza parole per la bellezza e la preziosità di questi piccoli oggetti, storicamente importanti.

Il museo racconta anche l’evoluzione del servizio postale del Liechtenstein nel corso degli anni ed espone oggetti e macchine antiche usate dagli addetti alle poste, apparecchiature e attrezzature storiche del servizio postale.

L’obbiettivo principale del museo è conservare i francobolli emessi dal Principato del Liechtenstein dal 1912, quando sono stati emessi i primi bolli, comprese le bozze, i disegni e le stampe di prova. Sono presenti anche molti francobolli austriaci che erano in corso di validità fino al 31 gennaio 1921.

Dopo la prima guerra mondiale e la dissoluzione dell’impero austro-ungarico, l’ufficio postale del Liechtenstein divenne indipendente e le emissioni di francobolli non vennero interrotte nemmeno durante la seconda guerra mondiale. Il Postmuseum des Furstentums Liechtenstein si trova in Städtle 37, nel centro della zona pedonale di Vaduz.

architecture-285137_1280
Particolare della Cattedrale di San Florin

La Cattedrale di San Florin

La cattedrale di San Florin è una bella chiesa neo-gotica che vale davvero la pena inserire nel vostro itinerario alle scoperta della bella città di Vaduz. Sul luogo dove oggi si trova la chiesa, in epoca passata si trovava una piccola cappella privata di proprietà di un nobile che, verso la fine del 1800, non bastava più per ospitare il numero crescente di fedeli.

Tra il 1869 e il 1873 furono eseguiti i lavori per la realizzazione della nuova chiesa, progettata dall’architetto Friedrich von Schmidt, che lavorò anche a Milano e a Vienna. La direzione dei lavori venne affidata a Ignaz von Banko. La prima pietra fu posta il 17 Agosto 1869 e la consacrazione avvenne nel 1873.

La chiesa di San Florin venne elevata al rango di cattedrale nel 1997 quando, Papa Giovanni Paolo II, scorporò il territorio del Principato del Liechtenstein dalla diocesi di Coira. La chiesa ha una struttura a tre navate e al suo interno potrete vedere l’altare maggiore riccamente scolpito con le statue dei quattro Evangelisti: si tratta di un’opera risalente al 1873 realizzata a Vienna dall’artista Josef Leimer.

Sotto l’altare, inoltre, si trova l’affascinante scultura gotica che rappresenta il sepolcro di Cristo. Le figure bronzee che potrete vedere sulla scalinata della chiesa risalgono al 1961 e sono opere dello scultore Hans von Matt. Splendida anche la scultura lignea in stile gotico della Madonna col Bambino, realizzata in una bottega della Bassa Baviera nel 1480. Il grande organo risale agli anni settanta del 1800 ed è un’opera progettata dal Josef Gabriel Rheinberger.

Queste sono solo alcune delle mete turistiche che potrete toccare durante la vostra vacanza a Vaduz: il luogo ideale dove natura e storia si uniscono in un mondo da favola.