Santiago di Compostela è una città mistica, unica al mondo, situata nella regione della Galizia in Spagna. Conosciuta in tutto il mondo come luogo di culto cristiano, questa città della Spagna nord-occidentale, è pervasa da un’atmosfera eterea, personale ed intima e ogni anno attrae visitatori a livello mondiale, che accorrono non solo a deliziarsi delle sua numerose bellezze, ma altresì a percorrere il tanto declamato cammino di Santiago.

L’intera città di Santiago di Compostela, con la sua popolazione di 90.000 abitanti, la sua aurea unica e l’intensa energia umana che trasuda, è stata dichiarata Patrimonio dell’Umanità dell’Unesco. La fama di Santiago di Compostela non si deve solo al celebre cammino (anch’esso Patrimonio dell’Unesco) ma anche a San Giacomo, Apostolo e martire del Cristianesimo il quale venne ucciso a Gerusalemme nel 44 d.C. ma le sue spoglie giunsero a Santiago grazie a due discepoli.

Santiago di Compostela venne battezzata capitale europea della cultura e grazie alle sue chiese, i suoi monasteri, le sue università e le pittoresche e suggestive stradine ciottolate, Santiago è davvero una città memorabile che almeno una volta nella vita merita di essere vista, guardata e capita.

Cosa vedere a Santiago di Compostela

Agli occhi del visitatore, Santiago di Compostela, offre molteplici bellezze architettoniche, luoghi mistici ed edifici di grande fascino e pregio. Munifica in energia, seraficità ed intimità, Santiago è una delle città della penisola iberica in cui fermarsi ad osservare con lo sguardo e con il cuore il defilè delle sue ricchezze uniche e inimitabili.

Nel ventaglio delle meraviglie ospitate da Santiago di Compostela si possono rubricare alcune delle più visitate ed importanti come la Cattedrale di Santiago, il Botafumeiro, il Monastero di San Martin Pinario ed il Museo della Cattedrale di Santiago di Compostela.

Cattedrale di Santiago

La Cattedrale di Santiago di Compostela, altresì conosciuta come Basilica Cattedrale di San Giacomo di Santiago di Compostela è la chiesa più importante della città di Santiago nonché chiesa madre dell’arcidiocesi di Santiago, basilica minore e uno dei più emblematici e massimi santuari cattolici del mondo. La Cattedrale di Santiago è la meta principale del celebre cammino di Santiago di Compostela, pellegrinaggio di origine medievale.

Una leggenda narra che nel corso del IX secolo fu ritrovato, nel sito in cui attualmente sorge la Cattedrale, il corpo dell’Apostolo San Giacomo il Maggiore. All’inizio del IX secolo venne edificata in loco una prima chiesa battezzata San Giacomo su volontà di Alfonso II delle Astorie. Nel corso del tempo, sotto il regno di Alfonso III, la cattedrale venne sostituita da una basilica più grande in stile protoromanico. Disgraziatamente nel 997, la cattedrale fu vittima di un incendio da parte dei berberi di Almanzor che saccheggiarono la città di Santiago. L’anno di inizio dei lavori di ri-costruzione della basilica fu il 1075; il tempio venne edificato in stile romanico nel XIII secolo e consacrato nel 1211.

La facciata della Cattedrale di Santiago, venne eretta tra il 1738 ed il 1750 ed è deliziosamente costruita in stile barocco. Essa costituisce il principale ingresso alla chiesa ed è preceduta da una grandiosa scalinata costruita nel 1606. Ai lati la facciata è fedelmente accompagnata da due torri medievali entrambe alte 76 metri. Nella torre sinistra si trova la statua di Zebedeo, il padre dell’Apostolo, mentre, nella torre destra, è ubicata la statua di Santa Maria Salomè, madre di San Giacomo.

Dopo aver bypassato il portale della facciata, si giunge nel “Portico della Gloria”, un vero capolavoro dell’architettura romanica costruito tra il 1168 ed il 1188 da il Maestro Matteo. Il cuore della Cattedrale è rappresentato dalla Capela Major, ove si trova il monumentale altare maggiore sormontato da un baldacchino.

Santiago-di-Compostela-Cattedrale
La monumentale Cattedrale di Santiago di Compostela in Galizia, Spagna

Botafumeiro

Il Botafumeiro di Santiago di Compostela è una grande pignatta di argento, donata da re Luigi XI di Francia risalente al XVI secolo. Successivamente il Botafumeiro venne rubato dalle truppe di Napoleone. L’attuale Botafumeiro di Santiago è il risultato di una fusione di ottone ricoperto di argento nel 1851.

Il Botafumeiro veniva utilizzato in passato prevalentemente per stemperare se non coprire interamente, l’odore intenso e forte della folla di pellegrini che si riunivano in massa all’interno della Cattedrale di Santiago e al cui interno sostavano spesso durante la notte. Ai giorni nostri invece, il Botafumeiro viene utilizzato specialmente durante le messe ieratiche e nel corso dell’Anno Santo Compostellano.

Il Botafumeiro viene fatto oscillare armoniosamente da i “tiraboleiros”, i quali lo issano a ben 22 metri di altezza nella croce della navata centrale. Grazie ad un collaudato sistema di corde e carrucole, il Botafumeiro, assume un moto pendolare che gli fa raggiungere, sfiorando le navate, i 70 km orari.

Santiago-Botafumeiro
Il Botafumeiro di Santiago di Compostela in Galizia, Spagna

Monastero di San Martin Pinario

Il Monastero di San Martin Pinario di Santiago di Compostela svetta sontuosamente nella grande piazza della Immacolata di Santiago. Il Monastero iniziò ad essere costruito verso la fine del XVI secolo e terminò poi due secoli dopo, verso l’epilogo del ‘700. Attualmente è sede del Seminario Maggiore dell’Arcidiocesi di Santiago, della Scuola di Lavoro Sociale presso l’Università di Santiago, dell’Archivio Diocesano e dell’Istituto Teologico di Compostela. Il Monastero di San Martin Pinario unito alla Cattedrale di Santiago, incarna il maggiore esempio di barocco galiziano della città ed il più grande dell’intera Spagna secondo solo a quello di Madrid.

Il Monastero venne fondato da monaci benedettini ed il nome Pinario, deriva dai numerosi pini che albergano in questo luogo ove, nel XI secolo, i monaci diedero vita alla loro prima cappella. Costruito nel 1587, il Monastero presenta un’armoniosa semplicità di linee, è rotto solo dalla facciata alla quale si accede meramente tramite una grande scalinata da Plaza de la Immacolada.

La facciata è divisa in 3 parti con un albero al centro accompagnato da due tele di 4 piani; la facciata nel centro è in stile barocco. Due chiostri meravigliosi si trovano nel Monastero, uno è battezzato chiostro de la Oficina e l’altro è chiamato chiostro de la Porteria. Nella sua monumentalità, il Monastero di San Martin Pinario è un edificio di una bellezza straordinaria.

santiago-monastero-san-martin-pinario
Il Monastero di San Martin Pinario a Santiago di Compostela in Galizia, Spagna

Museo de la Catedral de Santiago de Compostela

Il Museo de la Catedral di Santiago di Compostela ospita numerose opere artistiche ed archeologiche che spaziano dall’epoca romana sino ai giorni nostri ed è di proprietà della Cattedrale di Santiago di Compostela. Il Museo venne fondato nel 1930 e contiene differenti sale, chiostri e cappelle. Le meravigliose opere di epoca medievale, romana e del XVIII secolo, vengono esposte con armoniosa disinvoltura allo sguardo dei visitatori.

Il Museo de la Catedral de Santiago de Compostela ospita gran parte della collezione d’arte della stessa; si possono contemplare al suo interno anche le tombe dei re Ferdinando II e Alfonso IX nonché un tesoro che custodisce pezzi d’avorio, vetro e oro dal IX al XX secolo. Integrato al museo si trova il Palazzo Xelmirez, uno dei migliori e meglio conservati palazzi medievali della Spagna.

Santiago-museo-de-la-catderal
Il Museo de la Catedral de Santiago a Santiago di Compostela, Galizia, Spagna