Oslo, capitale della Norvegia si presenta come una magistrale commistione di elementi tra loro contrastanti ma perfettamente in equilibrio. Questa splendida città norvegese è infatti un sapiente cocktail di cultura, natura, divertimento e tradizione; una città unica nel suo genere, un vero dipinto nordico a cielo aperto dai sapori internazionali e corteggiata da una natura dai tratti selvaggi e caratteristici. A Oslo risiede orientativamente il 12% della popolazione norvegese ovvero circa 618.378 persone. Oslo è sita nell’Oslofjord, abbracciata all’interno del bacino Skagerrak con un centro storico intimo e raccolto che permette di essere visitato a piedi godendo di tutte le meraviglie che questa città del nord Europa possiede.

Cenni storici

Oslo venne fondata, secondo quanto narrato dalle leggende nordiche, verso il 1408 dal re Hardrade ma fu battezzata capitale di Norvegia quando al trono salì Haakon V tra le fine del ‘200 ed i primi del ‘300. Nel 1624 Oslo venne rasa al suolo da un violento incendio e fu riedificata grazie al re Cristiano IV che la chiamò Christiania. Fu nel 1814 che Christiania divenne effettiva e conclamata capitale di Norvegia; durante il XIX secolo furono costruite molte della bellezze simbolo di Oslo come il Palazzo Reale, l’Università, il Parlamento. Nel 2011 Oslo fu malauguratamente vittima di un attacco terroristico che causò numerosi morti.

oslo
La meravigliosa città di Oslo, dall’intimo ed unico fascino

Descrizione

Oslo è una città baciata dalla luce e pervasa da una continua brezza fresca, che la accarezza. La magia di questo diamante norvegese è respirabile e palpabile in molti dei suoi scorci, frammenti paesaggistici e colori. Il centro di Oslo è caratterizzato da una via principale Porta Karl Johans che è costellata da molti dei più importanti edifici simbolo della città come il Parlamento, la Cattedrale di Oslo e l’edificio Basarhalene.

Oslo incarna a 360 gradi la città in cui “tutto è possibile”, in quanto consente ai suoi visitatori di vivere una città che offre, da ogni punto di vista, sia la calma silente figlia della natura che la avvolge fuori dal centro, che le atmosfere danzanti ed effervescenti che la animano dall’interno, nel cuore pulsante della vita internazionale e dinamica che la contraddistingue.

guida-di-oslo-2
Vista sulla fascinosa Oslo by night

Oltre al centro storico puntellato di negozi, bar, caffè, ristoranti ed attrattive, va sottolineata anche la zona del porto sita sul lato di Aker Brygge che, durante l’intero periodo estivo, si veste di vivacità e dinamicità grazie ai suoi numerosissimi pub ‘en plain air‘, case di lusso e localini alla moda. Lungo i pontili che fiancheggiano deliziosamente il porto sarà possibile godere di lunghe passeggiate panoramiche immersi nella tranquillità e nel silenzio, trattandosi, di una zona a traffico limitato. Dopo una lunga e meravigliante passeggiata si approderà alla Universitetsgaten in cui si potrà mirare e godere la più vasta collezione di arte in Norvegia in mostra alla Galleria Nazionale. Al suo interno sono custodite opere di pregio encomiabile dell’artista Edvard Munch (L’Urlo), del cubista Pablo Picasso e dell’impressionista Vincent Van Gogh.

Oslo in quanto capitale di Norvegia necessariamente propone, come suddetto, ventagli opzionali di possibilità infiniti. Sfogliarla con gli occhi, con la mente, con passeggiate lunghe o con i mezzi pubblici, come la metro o gli autobus, lascerà comunque senza fiato. I contrasti di questa verde città dalle innumerevoli ed eccitanti sfumature la rendono un posto unico e memorabile. La generosa bellezza e caratterialità di Oslo non si esaurisce in quanto summenzionato, bensì la sua ricchezza espressiva risiede anche nella gastronomia endemica del posto e nella cucina tipica locale.

Dove e cosa mangiare a Oslo

Oslo è una della città, come già detto, più costose del mondo, dopo aver fatto questa premessa si può cominciare a godere, almeno idealmente all’inizio, di quella che è la cucina norvegese. Quest’ultima ha da sempre sposato la logica del piatto unico, che in termini sia qualitativi che quantitativi è soddisfacente.

I gusti ed i sapori di questa algida ma suggestiva città del nord Europa sono sicuramente molto audaci e caratteristici; il re della cucina norvegese e della stessa Oslo è il pesce che viene pescato, grazie alla presenza del porto, fresco ogni giorno dell’anno. In particolare modo il salmone, l’aringa, lo stoccafisso, la balena e i molluschi. Non mancano però anche pietanze a base di carne dal gusto intenso e singolare. Le carni maggiormente apprezzate ad Oslo sono quelle di renna, alce, agnello, montone e cervo. Ogni piatto della cucina norvegese viene accompagnato, generalmente, da salse e condimenti.

Tra le diverse specialità di Oslo si possono rubricare:

Lo Spekemat: panino farcito con carne di agnello o montone e formaggio di capra molto dolce ed intenso

Il Pinnekjott: carne salata ed affumicata oppure essiccata di agnello, renna, montone dal gusto deciso ed audace accompagnata da patate e salse.

Gammeldags sursild: aringhe marinate vecchia maniera condite con spezie diverse, cipolla, bagnate nell’aceto e cosparse di zucchero.

guida-di-oslo-cosa mangiare
Il Pinneskjott, tipico piatto della cucina norvegese con carne di agnello

I ristoranti in cui recarsi per assaporare le specialità di Oslo oppure gustare cucina internazionale o asiatica sono numerosi e variegati. Tra i più celebri ristoranti della città specializzati nella cucina del pesce si possono menzionare il Solsiden Restaurant ed il Fjord Restaurant; per quanto riguarda invece la cucina etnica va nominato il Mother India, un ristorante indiano molto frequentato dai norvegesi e dagli stranieri in visita.

Soggiornare a Oslo

Nonostante Oslo sia molto esosa come città, essendo una metropoli molto visitata e frequentata, offre diverse opzioni di alloggio e soggiorno ai suoi turisti, al fine di andare incontro alle esigenze più disparate e personali. Soggiornare a Oslo è quindi possibile sia nei fastosi ed ampollosi hotel a 5 stelle come il The Thief, albergo ultra moderno dai comfort e dai servizi impeccabili, sai nei lussuosi alberghi a 4 stelle come il Radsson Blu Plaza Hotel, albergo ideale sia per viaggi d’affari che per vacanze personali, ambiente studiato nei dettagli e personale accogliente sito in una posizione polifunzionale.

Non mancano gli hotel a 3,5 stelle come il Clarion Collection Hotel Folketeateret dotato di wifi, reception disponibile 24h su 24, caratterizzato da un’atmosfera intima e silente. Se le stelle che desideriamo sono 3, sicuramente lo Smarthotel di Oslo fa al caso vostro. Si tratta di un albergo situato in una posizione strategica, vicino al porto, alla city hall, immerso nella calma norvegese, dotato di tutti i comfort e dai prezzi più che accessibili. Se invece si desidera soggiornare in un Bed & Breakfast dall’atmosfera più famigliare e meno dispersiva, si può scegliere il Villa Frogner B&B, delizioso ed accogliente  in una posizione centrale della città. Sala da tè e caffè in cui i clienti possono gratuitamente servirsi e stemperare il freddo norvegese. Ottimo rapporto qualità prezzo.

guida-di-solo-the-thief-satnza
La stanza splendida del The Thief di Oslo, albergo a 5 stelle

Cosa vedere a Oslo

Oslo nella sua munificenza architettonica, artistica, naturalistica, consente al turista ed al cittadino stesso di ammirare grandi e preziose meraviglie come:

Il Museo delle Navi Vichinghe: questo museo di Oslo è celebre per la custodia, al suo interno, di tre grandi navi vichinghe quasi interamente in quercia, Gokstad, Oseberg e Tune. Si tratta di tre navi monumentali di grande bellezza ed armonia estetica risalenti all’epoca vichinga.

guida-di-oslo-museo-navi-vichinghe
Una delle tre navi vichinghe all’interno del museo di Oslo

Frogner Park: è il parco di Oslo più grande e spazioso al cui interno alberga nella sua monumentale bellezza e grandiosità il famoso ed ammirato Parco di Viegeland. Quest’ultimo eredita il nome dall’omonimo realizzatore dello stesso, Gustav Vigeland, norvegese. All’interno di questo “parco delle meraviglie” che si estende per una superficie di 320 ettari, è possibile assistere ad una mostra permanente ‘en plain air‘ di opere scultoree in ferro battuto di Vigeland. Il Parco di Vigeland si suddivide in 5 aree che comprendono il cancello, il ponte, la fontana, la terrazza del monolito ed infine la ruota della vita. Si tratta di 5 vere e proprie delizie per lo sguardo di chi le osserva nella loro interezza, raffinata ed intima bellezza.

guida-di-oslo-parco-frogner
Il Parco di Vigeland all’interno del Frogner Park di Oslo

Palazzo Reale: risale alla prima metà del XIX secolo, quando venne edificato come residenza di Carlo III, sovrano di Norvegia. Il progetto di questo magnifico e grandioso palazzo si deve all’architetto danese Hans Franciscus Linstow e venne ultimato intorno al 1849 durante il regno di Oscar I. Il palazzo è aperto al pubblico dal 2002 ed è residenza della monarchia norvegese.

guida-di-oslo-palazzo-reale
Palazzo Reale di Oslo, redidenza della monarchia norvegese

Fortezza di Akershus: è un castello di stampo medievale risalente al 1299 durante il regno del sovrano Haakon V. Questa massiccia struttura in pietra venne edificata a scopi difensivi in quanto la Norvegia era spesso vittima e protagonista di attacchi ed incursioni in particolare modo da parte degli svedesi. Al suo interno furono inumati molteplici monarchi norvegesi come Haakon V, Haakon III, Olav V.

guida-di-oslo-fortezza-di-akershus
La Fortezza di Akershus, castello medievale di Oslo

Cosa fare la sera a Oslo

La notte di Oslo è caratterizzata da vivacità, musica ed atmosfere peculiari che la rendono unica e piena di energia. Il divertimento a Oslo è garantito anche grazie alle diverse e variegate possibilità che questa città offre. I differenti gusti del Divertissement del singolo turista verranno soddisfatti senza riserve. A Oslo infatti sarà possibile godere di serate immersi nella tranquillità ascoltando musica raccolta ed intima come il jazz, oppure lasciarsi trasportare dai ritmi più incalzati del rock ‘n roll o del pop sorseggiando una birra in uno dei numerosi pub siti nel centro storico.

Non solo bar e pub sfilano nel cuore della città ma anche locali in cui ballare musica elettronica, dance, house, folk e R&B. Tra i locali più frequentati della capitale norvegese ci sono l’Hard Rock Cafè, nato a Londra nel 1971 e divenuto in brevis un fenomeno mondiale. In questo Cafè si può cenare bevendo una birra fresca ascoltando i grandi successi della musica rock attuale e passata. Il Mono Cafè è un altro Cafè delizioso di Oslo in cui recarsi per ascoltare musica dal vivo di artisti locali, nazionali ed internazionali, di diversi generi quali il folk, il rock ed il pop.

Tra le discoteche di Oslo vanno menzionate il The Villa, la disco in cui impera la musica elettronica e la musica techno, ma anche musica underground. Il locale si scinde in due piattaforme che ospitano DJ provenienti da tutto il mondo. Il Raspoutine è un’altra celebre discoteca di Oslo, una delle più chic della capitale norvegese, sfarzosa e lussuosa al suo interno ricorda il fasto dell’impero russo. La musica di questo elitario locale di Oslo spazia tra molti generi dall’R&B alla dance ed al pop. Per chiudere il trittico delle discoteche di Oslo non si può non far menzione del Karma, locale frequentato dai cittadini e dai turisti, al cui interno è possibile cenare ascoltando musica di vario genere. Oslo permette quindi di incontrare i gusti, le esigenze ed i desideri di chiunque voglia ‘viverla in notturna‘.