Novi Sad è una caratteristica città della Serbia che, fino a non molto tempo fa, era sconosciuta ai più e decisamente poco visitata. Nel corso degli ultimi anni, Novi Sad è diventata sempre più conosciuta e frequentata da coloro che amano godersi un fine settimana in una città raccolta ma dall’atmosfera vivace. Situata lungo le rive del fiume Danubio, Novi Sad vanta una popolazione di 388.490 abitanti ed è un importante centro industriale e culturale del paese.

Novi Sad è caratterizzata, nel cuore del suo centro storico, da ampie strade, musei, bar, ristoranti e locali che durante la sera si riempiono di giovani locali e turisti. Nella Fruska Gora si trovano la maggior parte dei monasteri serbi, pervasi da un fascino mistico ed inconsueto. La zona di Novi Sad fu abitata sin 4.500 a.C. e, nel I secolo a.C., i romani fondarono una città che nel corso del V secolo a.C. fu prima saccheggiata e poi demolita dagli Unni.

A quest’ultimi successero gli Ostrogoti, i Franchi, i Bizantini, fino a che tra il X ed il XII secolo, entrò a far parte del Regno d’Ungheria. All’epilogo del XVII secolo Novi Sad cadde nelle mani dell’impero asburgico. Negli ultimi 70 anni Novi Sad attraversò momenti ostici ma in tempi recenti ha iniziato la sua vera rinascita.

Cosa vedere a Novi Sad

Novi Sad è indubbiamente una città particolare, poco inflazionata e gettonata, ma forse proprio in questo risiede la sua bellezza. Novi Sad non ha uno scrigno dischiuso foriero di numerose bellezze architettoniche, storiche ed artistiche, ma quelle che ospita sono indubbiamente meritevoli di essere viste.

Nel ventaglio dei principali luoghi di interesse e delle maggiori attrazioni della città serba, si possono annoverare alcune delle più conosciute come la Sinagoga di Novi Sad, The Name of Saint Mary Church, la Petrovadrain Fortress e il Karadorde Stadium.

Sinagoga di Novi Sad

La Sinagoga di Novi Sad è un’importante Sinagoga situata a Novi Sad, in Serbia. La Sinagoga venne realizzata tra il 1905 ed il 1909  (durante il Regno d’Ungheria, parte dell’Impero Austro-Ungarico) ed è stata posta nel cuore del centro storico della città. Attualmente non essendo più adibita al culto, è sede di manifestazioni nazionali ed è monumento nazionale.

La Sinagoga venne costruita nel luogo in cui nei secoli precedenti, dal XIII secolo in poi, erano già state edificate altre 4 sinagoghe. L’ultima sinagoga venne costruita intorno al 1851 ma non era già più in grado di contenere l’affluenza di persone che, all’epoca, contava già 1.500 membri.

A livello strutturale, della realizzazione della Sinagoga di Novi Sad se ne occupò l’architetto Leopold Baumhorn il più celebre maestro di costruzione di sinagoghe dell’epoca. L’architettura della sinagoga è di grande eclettismo, con numerosi elementi bizantini e neo romanici, uno dei pochi esempi di stile di questo tipo rimasti.

La facciata della sinagoga è tripartita e presenta ai lati due torrioni che incorniciano un timpano dalla forma triangolare caratterizzato dalla presenza di un maestoso rosone sotto un ampio arco circolare. L’interno si presenta a pianta centrale con 4 transetti, decorazioni in stucco e una cupola che lo soverchia. Accanto alla sinagoga si trova l’edificio della scuola di Novi Sad e l’edificio degli uffici della città.

novi-sad-sinagoga
La Sinagoga di Novi Sad, Serbia

The Name of Saint Mary Church

La Name of Saint Mary Church è una chiesa cattolica romana della città di Novi Sad in Serbia e dedicata alla festa del santo nome di Maria. Questa chiesa è la più importante nonché la più antica chiesa di Novi Sad e svetta al centro della principale piazza della città, Piazza della Libertà ed appartiene alla Diocesi di Subotica. Con il 1966, grazie al Trattato di Karlowitz, Novi Sad fa parte della monarchia asburgica.

La chiesa originale venne costruita nel 1719 nello stesso sito in cui sorge oggi l’attuale chiesa di Santa Maria. Questa chiesa venne però malauguratamente distrutta nel 1742; una nuova chiesa venne quindi ricostruita ma anche questa volta venne seriamente e pesantemente compromessa a causa dei bombardamenti avvenuti nel corso della Rivoluzione ungherese del 1848.

Fu il 1891 l’anno in cui venne presa la decisione di demolire quel che restava della precedente chiesa e di costruirne una interamente ex novo. L’architetto ungherese György Molnár, si occupò della sua realizzazione per il 1892. La costruzione della Chiesa di Santa Maria venne terminata nel 1893 mentre il campanile che la affianca fu terminato un anno dopo, nel 1894.

La chiesa presenta 3 navate con archi in stile neo gotico, 20 vetrate che raffigurano santi e padri della chiesa. Al suo interno vi sono 4 altari, 4 confessionali ed un battistero in marmo. Essa domina con disinvoltura l’intera città di Novi Sad.

novi-sad-chiesa-santa-maria
La Chiesa di Santa Maria a Novi Sad, Serbia

Petrovaradin Fortress

La Petrovaradin Fortress è la più imponente ed importante fortezza di Novi Sad in Serbia. Si trova esattamente nella provincia di Vojvodina sulla riva destra del Danubio. La pietra angolare della parte sud della fortezza fu posta nell’ottobre del 1692 da Charles Eugene de Croy. Questa caratteristica fortezza presenta numerosi tunnel sotterranei ed è protetta dalla Repubblica di Serbia. Nella parte superiore della fortezza, sono stati scoperti degli insediamenti risalenti al 19.000 a.C. antecedenti al Paleolitico.

Durante gli scavi effettuati dagli archeologici nel corso del 2005, sono stati rinvenuti resti della Prima Età del Bronzo 3.000 a.C.; le prime importanti e massicce fortificazioni iniziarono con i Romani i quali costruirono la fortezza lungo il fiume Danubio. Facendo un salto nel tempo, in un tempo più recente, nel 1751 furono sviluppati nuovi piani ed i lavori presero piede nel 1735 e si protrassero fino al 1776. Mentre queste opere erano in corso, l’ingegnere Albrecht Heinrich Schroeder, propose un importante sistema ramificato di gallerie anti-miniera al Consiglio militare Alta nel 1764.

Il piano venne approvato ma l’inizio dei lavori vennero ritardati per alcuni anni. Nel 1768 l’imperatore Giuseppe II, osservò con oculatezza un’esercitazione militare nella Petrovaradin Fortress svoltasi in suo onore. Dopo che la Fortezza Petrovaradin fu completata, questa cominciò a fungere da caserma militare e da deposito; post prima Guerra Mondiale la fortezza divenne parte del Regno serbo, croato e sloveno.

novi-sad-petrovaradin-fortress
La Petrovaradin Fortress a Novi Sad, Serbia

Karadorde Stadium

Il Karadorde Stadium è un maestoso stadio polivalente situato nella città di Novi Sad in Serbia. Attualmente viene prevalentemente sfruttato per le partite di calcio, sede della squadra calcistica del FK Vojvodinaed è uno degli stadi più moderni e ampi dell’intero paese; esso conta ben 14.458 posti a sedere grazie ai lavori di ristrutturazione ed agli ampliamenti effettuati nel 2003.

Nel 2009 il Karadorde Stadium è stato dotato di una nuova pista atletica e fu sede dei campionati di atletica leggera nello stesso anno. Nel 2012 sono stati preannunciati ulteriori miglioramenti ed ampliamenti al Karadorde Stadium che prevedevano la nascita di un nuovo stand del sud e la ricostruzione dello stand orientale e di quello a sud-ovest.

novi-sad-karadjorde stadio
Lo Stadio Karadjorde di Novi Sad in Serbia