Nantes è conosciuta come la Venezia dell’ovest, perciò potrete già immaginare cosa vi aspetta una volta arrivati in città.. Nantes è una bellissima città con tanti corsi d’acqua, canali pittoreschi e bei ruscelli che la rendono davvero deliziosa.

Proprio per le sue peculiarità naturalistiche, Nantes è sempre stata, fin dal medioevo, una città di spicco che, grazie al suo affaccio sull’oceano e i tanti canali, l’ha fatta diventare una delle maggiori città commerciali della Francia.

Oggi Nantes è una delle città francesi più belle e immacolate, a cui spetta la palma d’oro di città “verde” e che è stata definita la migliore in cui vivere.

Cosa vedere

La città è davvero molto bella e ben curata, il suo animo medievale convive in modo perfetto con un’indole moderna ed eccentrica ed, inoltre, un continuo ammodernamento delle infrastrutture e dei quartieri della città, la portano ad essere, sempre di più, una meta ambita dai turisti.

Vi consigliamo di fare una bella passeggiata nella zona del porto vecchio che, un recente restyling, ha fatto diventare un affascinante quartiere-laboratorio per artisti. Ma la cosa che proprio non potrete perdervi in città sono gli elefanti meccanici e gli altri animali giganti. Si tratta di grandissime macchine, costruite nel luogo degli ex cantieri navali, che si muovono e sui quali potrete salire per fare un giro davvero insolito.

Di seguito vi consigliamo alcune mete da inserire nel vostro itinerario di scoperta della città.

elephant-640934_1280
Un cartello che segnala gli elefanti meccanici

Cattedrale gotica di Saint Pierre

La cattedrale di Saint Pierre è stata un‘opera quasi infinita, tanto che la sua costruzione è durata ben quattro secoli. I lavori iniziarono nel 1434 e si protrassero fino al XVII secolo, senza però completare totalmente le opere.

Solo nel 1891, quando vennero demolite le mura ad est della città, si poté portare a conclusione l’intera opera. Inoltre, oltre ad aver atteso così tanto tempo per essere conclusa, la chiese subì seri danni durante i bombardamenti del giugno 1944 e, dopo un importante restauro, fu nuovamente ferita da un incendio che ne distrusse il tetto nel 1972.

Si tratta di un fabbricato, realizzato in stile tardo-gotico, che sorge proprio vicino al castello e di dimensioni imponenti che vengono accentuate dal candore delle pietre di tufo che ne compongono la struttura.

All’interno della cattedrale si trova la tomba di Francesco II, ultimo Duca di Bretagna e di sua moglie Margherita di Foix. Belle e interessante anche le due cripte, una delle quali risalenti all’XI secolo, che potrete visitare e che appartengono agli edifici religiosi cristiani che sorgevano in questo luogo precedentemente alla costruzione di Saint Pierre.

La facciata della cattedrale è racchiusa fra due torri massicce e presenta alcune particolarità, come un pulpito esterno, destinato ad essere usato per predicare alla folla radunata sulla piazza, e di cinque portali riccamente decorati.

cattedrale
La cattedrale

Il Castello dei Duchi di Bretagna

Il bel castello, che si trova nel centro della città, è stato la residenza dei duchi di Bretagna ed è l’ultimo, ma anche il più grande dei castelli della Loira. Vi consigliamo di fare una visita a questo monumento perché è davvero interessante e vi aiuterà a comprendere l’importanza della città di Nantes nelle epoche passate; in più al suo interno è ospitato il museo della storia di Nantes.

Si tratta di una struttura realizzata tra il XIII e il XVI secolo in un bel stile medievale-rinascimentale e che sorge in Place Marc-Elder, nei pressi della cattedrale di Saint Pierre. Le sue origini risalgono al 1207, quando una prima fortificazione venne fatta erigere da Guy de Thouars e successivamente ampliata da Pierre de Dreux e Giovanni I.

Nel XIV secolo il castello fu ricostruito, per essere adattato alle esigenza dell’epoca, da Giovanni IV di Monfort.

La splendida struttura è composta da mattoni di tufo bianco che gli donano una particolare eleganza e raffinatezza. Le tante decorazioni in pietra, come gli stemmi e le logge della torre della Corona d’Oro, evidenziano come per l’esecuzione del castello si sia guardato in modo attento al Rinascimento italiano.

Il Museo di Storia Urbana ritrae l’evoluzione della città vista attraverso le opere di scrittori, poeti, pittori e registi che, con molteplici rappresentazioni, hanno contribuito alla realizzazione delle esposizioni.

Le collezioni conservate all’interno del museo sono composte da sculture, dipinti, strumenti scientifici, foto e molti altri oggetti.

castello
Il castello di Nantes

Passage Pommeraye

Passage Pomerane è una meta immancabile durante le vostre passeggiate in città. Si tratta di una famosa galleria coperta su cui si affacciano tantissime vetrine dei negozi più alla moda di Nantes. Passage Pommeraye si trova lungo Rue Crebillon che è la via dello shopping.

Una passeggiata all’interno della galleria, oltre ad essere un piacere per gli amanti dello shopping, è anche un’ottima occasione per ammirare la particolare e bella architettura dell’edificio, che esprime il massimo dell’eleganza del diciannovesimo secolo.

Il nome di questo piccolo centro commerciale viene dal suo promotore, Louis Pommeraye, che lo fece realizzare tra il 1840 ed il 1843. L’idea di Pommeraye, un giovane avvocato di Nantes, era quella di recuperare uno spazio caduto in degrado per farne una galleria commerciale di lusso, sul modello parigino molto popolare all’epoca.

Si occuparono della progettazione gli architetti Jean-Baptiste Buron e Hippolyte Durand Gasselin. Come dice il nome, Passage, si tratta di un passaggio tra due strade, la rue Santeuil e rue de la Fosse.

Le Passage si sviluppa su tre livelli che sorgono attorno ad una scala monumentale e stupisce per la sua decorazione neoclassica che ne danno un aspetto misterioso che ha attratto generazioni di artisti.

Le statue e le decorazioni sottolineano la ricchezza di Nantes nel XIX secolo. Sui medaglioni si possono vedere i ritratti di persone che sono state importanti per lo sviluppo della città, mentre le famose statue di adolescenti “sognatori”, che adornano la scalinata, sono allegorie di Commercio, Industria, Agricoltura, Belle Arti, Spettacolo, Scienza e Maritime Commerce.

55732293
Passage Pommeraye

Il museo di Jules Verne

Nel luogo più amato dal famoso scrittore Jules Verne, in rue de l’Hermitage, si trova l’affascinante museo a lui dedicato. Il museo fu inaugurato nel 1978, in occasione del 150° anniversario della nascita di Verne.

Al suo interno sono esposti libri, manoscritti, opere e illustrazioni estratte dai suoi libri, poster, giochi e oggetti, tutti relativi alle sue bellissime opere letterarie: si tratta un vero e proprio “viaggio al centro delle opere di Verne“.

Nel 2005, il fabbricato che ospita le esposizioni è stato ristrutturato, ricavandone un nuovo percorso museale multimediale. L’interessante percorso vi porterà alla scoperta dello sviluppo del lavoro dell’eccentrico scrittore, basandosi anche su una serie di oggetti appartenuti a Verne e che sono stati donati da Jean Jules Verne, suo nipote.

La prima sala che vi attende è il “salotto” dove si trovano i ritratti di Jules Verne e di sua moglie Honorine, successivamente si trovano le stanze che narrano l’infanzia e l’atmosfera familiare in cui lo scrittore è cresciuto, e via via si viene accompagnati a scoprire le opere di Verne.

Il percorso si conclude con una sala lettura e una sala audiovisivi. All’interno del museo Jules Verne sono conservati 98 romanzi, opere teatrali e altri scritti, per un totale di 15.000 fogli

Queste sono solo alcune delle bellissime mete che vi attendono a Nantes.. vi auguriamo una buona vacanza!