Capoluogo della provincia della Vallonia Hainaut, Mons è una cittadina belga di circa 90 mila abitanti. Si trova a 70 km da Bruxelles ed è conosciuta come Bergen in fiammingo. Cittadina medievale molto suggestiva, è stata scelta per essere la Capitale Europea della Cultura 2015: tanti sono gli eventi da scoprire per apprezzare al meglio la vivacità culturale di questa città e il suo magnifico patrimonio storico, artistico e culturale.

La città è famosa soprattutto per essere stata teatro della prima vittoria degli Alleati durante la Seconda guerra mondiale ed è proprio a qualche chilometro da Mons che si trova, dal 1947, il Quartier Generale Supremo delle Forze Alleate in Europa.

Cosa vedere

Cosa vedere a Mons? Vediamo alcune della tappe imperdibili da inserire nel vostro itinerario alla scoperta di questa affascinante cittadina belga. E se volete muovervi in maniera sostenibile ed originale servitevi di Blue-Bike: noleggiate una bici classica o elettrica e cominciate il vostro tour.

mons-centro
Uno scorcio del suggestivo centro storico di Mons

La Grand Place

Se volete respirare l’atmosfera di Mons non potete che partire dalla Grand Place, la piazza principale del centro storico della città dove passeggiare o semplicemente sedersi in uno dei tanti caffè e godersi il paesaggio. Lastricata e molto grande, è simile a molte piazze tipiche delle Fiandre.

Su di essa si affaccia il Municipio con la sua imponente facciata gotica. Costruito nella seconda metà del Quattrocento, si caratterizza per uno stile gotico e vale la pena di visitarlo. Al suo interno ci sono splendidi saloni del XVI, XVIII e XIX secolo e nel Gabinetto del Borgomastro è possibile ammirare molti oggetti d’oreficeria e alcuni arazi donati a Mons da Luigi XIV.

Molto interessante anche il Giardino del Borgomastro, che si trova dietro il palazzo. Per prenotare una visita potete contattare il numero +32 (0)65/33 34 88 oppure recarvi presso l’Ufficio del Turismo che si trova all’indirizzo Grand Place, 22.

grand-place
Il Municipio di Mons, affacciato direttamente sulla Grand Place

Proprio a sinistra del portone di ingresso al Municipio si trova invece la famosa Scimmia del Grand Garde, uno dei simboli di Mons. Si dice infatti che accarezzarne la testa con la mano sinistra porti fortuna alle ragazze che vogliono sposarsi (da qui il motto “Quello che donna vuole la Scimmia lo può”). Secondo la leggenda inoltre, se una coppia accarezza la sua testa, può aspettarsi un lieto evento durante l’anno.

Il Beffroi

Un altro dei simboli di Mons è il Beffroi. I cittadini lo chiamano semplicemente “el catiau” e la sua costruzione risale al XVII secolo in seguito al crollo della Torre dell’Orologio avvenuta nel 1661. Ma che cos’è un beffroi? Si tratta di una torre civica la cui edificazione risale all’epoca della nascita dei Comuni: ogni paese possedeva infatti una torre che scandisse i momenti della vita civile che si differenziavano da quelli della vita religiosa scanditi invece dai classici campanili. Quello di Mons è alto ben 87 metri, ha un carillon di 49 campane, è sormontato da cupole nere ed l’unico, in tutto il Belgio, in stile barocco.

beffroi-mons
Il Beffroi di Mons

Le mura del Beffroi furono costruite in grès di Brey mentre i pilastri, le decorazioni e le colonne sono ricoperti da pietra azzurra. Patrimonio mondiale dell’Umanità secondo l’Unesco, è visitabile all’esterno facendone richiesta presso l’Ufficio del Turismo; in occasione di Mons2015 sarà anche visitabile all’interno. Come arrivarci? Dal lato nord-occidentale della Grand Place camminate attraversando stretti e suggestivi vicoli che vi porteranno fin sulla collina: qui un tempo c’era la fortezza di Mons della quale oggi non è rimasto nulla. Qui è l’ingresso del Beffroi.

Tesoro della Collegiata Siante-Waudru

Sempre dalla Grand Place, andando verso sud-ovest, potete raggiungere la Collegiata di Siante-Waudru, una magnifica chiesa in stile gotico-brabantino. La sua costruzione avvenne tra il XV ed il XVII secolo ed al suo interno potrete ammirare una splendida collezione di oreficeria belga dal XII al XIX secolo oltre che manoscritti, opere d’arte, quadri, statue di alabastro realizzate da Jacques Du Brobeucq nel XVI secolo e vetrate costruite nel 1510 – 1511. Ma ciò che rende la Collegiata ancora più famosa è il Car d’Or (carro d’oro) del Doudou (o Ducasse), custodito anch’esso al suo interno. Di che si tratta? Di uno dei simboli della città, della più importante festa che ogni anno si svolge a Mons ormai da 657 anni, riconosciuta dall’Unesco Patrimonio Immateriale dell’Umanità.

La-collegiata-di-Santa-Waudru
La Collegiata di Siante-Waudru

Il Car d’Or contiene il reliquario di Sainte-Waudru, patrona di Mons, e chiude il corteo che parte ogni anno dalla Collegiata e si snoda tra le vie della cittadina belga. Cantando il Doudou, un inno popolare, la gente assiste poi al Lumeçon, il combattimento che avviene nella Grand Place tra San Giorgio e il Drago fiancheggiati dai loro alleati, metafora dell’eterna lotta tra il bene ed il male. Durante questi festeggiamenti la cittadina è in fermento e sono programmati sempre diversi eventi tra festival di musica, fiaccolate e altro ancora. Volete visitare allora la Collegiata? L’ingresso, dal portone sud, è libero (gratuito per i bambini sotto i 12 anni) e va dalle 9 alle 18 (la domenica dalle 8 alle 18.30). Potete prenotare una visita di gruppo alla Maison du Tourisme di Mons (tel: +32 (0)65335580 oppure (0)65353488).

I musei di Mons

Se volete trascorrere qualche ora in giro per musei Mons ve ne offre la possibilità. Proprio davanti la Collegiata Sainte-Waudru, c’è il Museo delle Arti Decorative ospitato negli edifici della Banca Nazionale del Belgio risalenti al XIX secolo. Al suo interno c’è una originale collezione di orologi dai soggetti esotici oltre che una collezione di oggetti rari, gioielli, maioliche, porcellane e bronzi dorati francesi. Nello stesso museo potete anche vedere da vicino come viveva la società francese sotto il regno di Luigi XVI o all’epoca di Napoleone e ancora all’epoca delle grandi scoperte. Perfetto per i bambini ma non solo, questo museo organizza visite guidate di gruppo su richiesta presso il museo stesso o presso l’Ufficio del Turismo (+32 (0)65335580 oppure +32(0)65353488): i bambini sotto i 12 anni entrano gratis.

Molto interessante anche il Museo delle Belle Arti di Mons, conosciuto anche come BAM. Con esposizioni sempre diversi e di grande impatto, il museo è frutto di un progetto architettonico molto moderno e occupa uno spazio di ben 5.000 m² distribuiti su 3 piani.

bam-mons
L’entrata del Museo delle Belle Arti di Mons