Abitata sin dal paleolitico e conosciuta anche come la Città sotterranea, Matera ha origini antichissime e ne conserva ancora oggi tutte le tracce. Dichiarata Capitale Europea della Cultura per il 2019, questa città ha un fascino intramontabile che l’ha resa famosa a livello internazionale.

I diversi strati rinvenuti nel sottosuolo partono dall’Età del Ferro per poi passare alla dominazione greca e romana e ancora alla presenza bizantina, alla quale seguirono le invasioni barbariche e la presenza cristiana provata dai sepolcri rinvenuti nel tufo.

Guida-di-Matera
Uno scorcio dei Sassi di Matera

Tra Saraceni, Normanni e Longobardi, Matera ha visto la sua storia arricchirsi sempre di più, storia legata indissolubilmente ai suoi Sassi, sistema urbano molto complesso che la caratterizza e la rende così suggestiva. Sono, infatti, questi Sassi ad essere l’attrazione maggiore di questa città della Basilicata. Da semplici grotte e chiese rupestri e abitazioni, queste rocce si sono trasformate nei secoli fino ad arrivare alla struttura attuale che vede il Sasso Caveoso ed il Sasso Barisano, sorta di anfiteatri naturali dichiarati dall’Unesco Patrimonio Mondiale dell’Umanità nel 1993.

Cosa vedere

Se si visita Matera non si può non pensare ai suoi famosissimi Sassi. Questa città, divenuta ancora più famosa nel mondo per essere stata il set naturale del film di Mel Gibson “The Passion”, è un luogo magico dove perdersi alla scoperta dei suoi angoli più suggestivi.

Lasciate allora la macchina e iniziate la vostra camminata a piedi dalla Villa Comunale e proseguendo liberamente: lasciatevi ispirare e trascorrerete una giornata fuori dal comune all’interno di un panorama dall’atmosfera antica. Case che si incastrano con chiese, cisterne e ancora viuzze, panorami mozzafiato e piccoli vicoli sorprendenti: questo e molto altro è Matera.

Guida-di-Matera
Matera e i suoi magnifici Sassi

Fra le attrazioni principali di Matera vi sono poi le sue chiese rupestri, circa 155 tra cripte, basiliche ipogee, cenobi ed eremi risalenti per lo più all’Alto Medioevo. Qui vi suggeriamo alcuni nomi ma poi sta a voi andare alla scoperte delle tante chiese.

Visitate allora la Madonna della Croce risalente all’XI secolo nella quale ammirare l’affresco dell’abside, tra i meglio conservati della città, e ancora la Cripta del Peccato Originale: siamo sulla Gravina e all’interno della chiesa è possibile vedere una serie di affreschi del X secolo.

Il Parco dei Monaci è invece il complesso più affascinante dal punto di vista paesaggistico mentre quella di Santa Maria della Valle è la più grande delle chiese rupestri.

Guida-di-Matera
La chiesa rupestre di San Pietro Barisano

Musei di Matera

A Matera, infine, è possibile visitare alcuni musei nei quali conoscere meglio la civiltà legata a questo territorio come nel Museo laboratorio della civiltà contadina: l’ingresso costa 2 € e l’entrata è in via S. Giovanni Vecchio 60.

C’è poi il Museo Archeologico Nazionale “Domenico Ridola” (via Ridola, 24) nel quale vengono conservati reperti che vanno dal Paleolitico all’età del Bronzo: il prezzo del biglietto è di 2,50 € (ridotto 1,25 €, gratuito dai 65 anni).

Guida-di-Matera
L’entrata del Museo Archeologico Nazionale “Domenico Ridola”

In Piazza Pascoli 1, all’interno del Palazzo Lanfranchi, c’è invece il Museo Nazionale d’Arte Medievale e Moderna della Basilicata (biglietto intero 2 €, ridotto dai 65 anni): diviso in tre sezioni ospita la Collezione D’Errico composta da circa 70 dipinti, un’esposizione di opere di Carlo Levi e un’area dedicata ad opere, affreschi, statue in legno e sculture di tutta la Basilicata.

Nel Palazzo Pomarici (Rione Sassi) c’è infine il MUSMA – Museo della Scultura Contemporanea di Matera (biglietto intero 5 € e ridotto 3.50 €): in questo palazzo detto delle Cento Stanze potete ammirare opere sullo sfondo suggestivo dei sassi.

Guida-di-Matera
Il MUSMA – Museo della Scultura Contemporanea di Matera

Soggiornare a Matera

Soggiornare a Matera vuol dire poter provare anche l’emozione di dormire all’interno dei famosi Sassi. A seconda del budget a disposizione, è possibile allora godersi un soggiorno originale ed indimenticabile.

Se volete trovare un hotel, un B&B, un agriturismo o un sasso nel quale trascorrere le vostre vacanze, potete cliccare sul sito Sassiweb.it e scegliere la soluzione che più fa per voi tra alberghi più economici, hotel classici o relais di charme.

Guida-di-Matera
Il Sant’Angelo Luxury Resort di Matera

Cosa mangiare a Matera

Il viaggio in Basilicata vi porterà anche alla scoperta del gusto locale. Se la vostra meta è Matera troverete allora pane per i vostri denti tra piatti tipici preparati con gli ingredienti più genuini e ricette d’altri tempi.

Provate allora le zuppe di legumi o i peperoni Cruschi di Senise, peperoni essiccati ed utilizzati come condimento e ancora la Pignata, un piatto a base di carne di montone cotto nella terracotta e servito con pane secco che ricopre il tutto. Se siete amanti della carne non potete non assaggiare la salsiccia lucana con il suo aroma caratteristico dato dai semi di finocchio ma soprattutto provate il pane di Matera, pane di grano duro cotto nel forno a legna utilizzato, quando raffermo, nella Cialledda, una ricetta antica di origine contadina.

pane-matera
Il pane di Matera

Vita notturna

Città turistica e attenta al divertimento dei suoi ospiti, Matera ha sviluppato negli anni una sempre più movimentata vita notturna. Sono vari i locali della città e anche nei Sassi dove trascorrere la serata in tutto relax.

Anche chi desidera ballare in discoteca può farlo e se volete restare sempre aggiornati sugli eventi, le serate a tema, gli orari e gli indirizzi dei locali da provare, potete cliccare sul sito Sassiland.com e controllare se nel periodo in cui visiterete queste splendida città ci sarà una serata particolare.

Guida-di-Matera
La vita notturna di Matera

Come arrivare

Potete raggiungere Matera in auto, percorrendo l’Autostrada Salerno-Reggio Calabria, seguire le indicazioni per Potenza, Metaponto e infine uscire a Matera.

Se arrivate dalla costa adriatica prendete invece l’Autostrada Bologna-Taranto, l’uscita di Bari Nord e poi proseguite per Altamura-Matera. Non è possibile raggiungere Matera direttamente in treno mentre potete optare per l’autobus viaggiando con le seguenti compagnie: Marino, Marozzi e Liscio.