Fondata nel 1566 dai Cavalieri Ospitalieri, La Valletta è la capitale di Malta, stato insulare a soli 80 km dalle coste siciliane. Il suo nome deriva dal gran maestro Jean de la Valette e in origine era conosciuta come l’Humilissima Civitas Valettae, l’umilissima città di Valletta, in maltese semplicemente Il-Belt o La città.

Affacciata sulla costa nord dell’isola su due insenature naturali, il Porto Grande e il Porto di Marsamuscetto, La Valletta venne costruita sul monte Sceberras. La sua prima pietra venne posata subito dopo il Grande Assedio degli ottomani. Se desiderate programmare una vacanza in questo luogo, ecco una piccola guida che potrà esservi utile.

la-valletta
Uno scorcio di La Valletta

Cosa vedere

Una delle cose da vedere a La Valletta è sicuramente Forte Sant’Elmo, vero e proprio simbolo della città. Costruito nel 1551 sulla Penisola di Sciberras, il forte fu il luogo dove i cavalieri resistettero all’attacco dell’impero ottomano: nonostante la sua caduta e la morte degli eroici cavalieri, l’isola respinse i turchi diventando a tutti gli effetti il luogo che simboleggiò la resistenza cristiana. Ricostruito su indicazioni dell’architetto Francesco Laparelli, durante la Seconda guerra mondiale venne bombardato ed oggi ospita il National War Museum nel quale è possibile vedere alcuni reperti dedicati per lo più agli attacchi aerei che i piloti italiani inflissero all’isola.

sant'-elmo-forte
Forte Sant’Elmo, il simbolo de La Valletta

Un altro edificio da visitare a La Valletta è il Teatro Manoel, uno dei teatri più antichi d’Europa. Fu edificato nel 1731 dal Gran Maestro del Sovrano Militare Ordine di Malta, Antonio Manoel de Vilhena, ed oggi ospita 623 posti. Nonostante la sua facciata austera, l’interno è un trionfo di stile rococò. Dal 1812 in poi subì alcune modifiche fino ad arrivare al 1956 quando un restauro lo riportò alla sua antica bellezza. Visitate i suoi interni con i balconi in legno a decorazioni blu e oro o il soffitto con lo splendido trompe l’oeil.

soffitto
Un particolare del soffitto nel Teatro Manoel a La Valletta

Anche Casa Rocca Piccola è uno degli edifici da visitare a La Valletta. La trovate in Republic Street 42, in pieno centro della capitale maltese. Edificio del Cinquecento, è oggi abitato dal IX Marchese De Piro e venne costruito dall’ammiraglio Don Pietro la Rocca. La casa contiene circa cinquanta stanze ed è possibile visitarne molte. Partite con la grande scalinata all’ingresso e proseguite con la Sala Grande con i suoi lampadari di Boemia del XVIII secolo e i quadri del 1700. Ci sono poi due sale da pranzo, una Estiva e una Invernale e ancora la Stanza Verde, quella Blu, la Libreria e la Stanza Cinese: durante il tour potrete poi ammirare splendidi collezioni di mobili antichi, ceramiche e argenterie.

casa-rocca-piccola
Gli interni di Casa Rocca Piccola

Se siete a La Valletta non potete non programmare una visita presso la Concattedrale di San Giovanni costruita tra il 1573 e il 1578 dall’Ordine dei Cavalieri di San Giovanni. Tra le più belle chiese barocche del mondo, si tratta di uno degli edifici storici più importanti della città. A soli 5 minuti di cammino dalla stazione degli autobus della capitale maltese, la chiesa si trova a St John’s Square ma l’entrata per i visitatori è su Republic Street. Rimarrete meravigliati dai soffitti dipinti, dai pavimenti in marmo policromo, dalle volte dorate e dalle tante decorazioni che la caratterizzano, testimonianze della ricchezza dell’Ordine.

Ma se visitate la Concattedrale di San Giovanni non potete assolutamente perdere la “Decollazione di San Giovanni Battista” e il “San Gerolamo”, due dei capolavori di Caravaggio. Si trovano all’interno dell’oratorio e una visita qui vale la pena solo per poterle ammirare da vicino. La chiesa è aperta dal lunedì al venerdì dalle 9.30 alle 16.30 ed il sabato dalle 9.30 alle 12.30. L’ingresso costa 6€ (4,60 € per gli anziani, 3,50 € per gli studenti; gratis per i bambini sotto i 12 anni).

concattedrale
La Concattedrale di San Giovanni

Soggiornare a La Valletta

La Valletta è una città a misura d’uomo ed è facilmente visitabile a piedi. Ecco allora qualche consiglio su dove soggiornare per poter godere delle sue bellezze. Potete scegliere tra hotel stellati o semplici appartamenti: tutto dipende da che genere di vacanza immaginate. Se preferite avere la libertà di decidere giorno per giorno vi consigliamo lo Spacious Apartment In Valletta (Saint Frederick Street 35). Vicino a Casa Rocca Piccola, al Museo Nazionale di Archeologia e a Saint George Square, questo appartamento è anche a soli 5 minuti dalla spiaggia. Vicinissimi alla Concattedrale di San Giovanni ci sono poi gli Holiday Apartments Malta Valletta. Vicino al Teatro Manoel, nel centro storico della capitale potete poi scegliere La Vallette, appartamenti confortevoli e vicini a bar, locali e ristoranti.

Se preferite un B&B potete optare per il Trabuxu Boutique Living, vicino a Forte Sant’Elmo, all’84 di Hospital Street. Se amate invece gli hotel potete soggiornare alla Valletta Boutique (Merchant Street 21), un albergo costruito in un affascinante edificio storico dal quale godere di un magnifico panorama sulla Concattedrale di San Giovanni. Vicino al Teatro Manoel c’è invece Casa Ellul, hotel in un edificio dell’Ottocento che si trova in Old Theatre Street, 81. E se questi suggerimenti non vi bastano, cliccate su Booking.com e cercate la sistemazione più adatta a voi in base a budget, posizione e sistemazione.

casa-ellul
Una delle suite di Casa Ellul a La Valletta

Enogastronomia

In una guida su La Valletta non può mancare qualche informazione a proposito delle specialità culinarie che potete assaggiare. A Malta chiunque può trovare il piatto giusto visto che gli ingredienti spaziano dal pesce freschissimo alla carne passando per le verdure e le spezie. Mix di influenze gastronomiche ereditate dai diversi popoli che hanno abitato l’isola, la cucina locale vi sorprenderà a partire dallo Stuffatt, il classico stufato che potete scegliere di polpo o di maiale. Uno dei piatti più tipici è però il coniglio o Fenek cucinato in mille modi. Dal gusto deciso e goloso c’è poi il Timpana, il timballo di maccheroni e ancora i ravioli e la Kirxa, lo stufato di trippa. Molto sfiziose sono le Sfineg, polpettine fritte di stoccafisso o acciughe e ancora le Torti, delle torte salate molto saporite.

timpana
Assaggiate il Timpana

Se volete provare altri piatti tipici a La Valletta allora assaggiate lo Bakkaljaw, lo stoccafisso stufato o in fricassea e ancora le lumache in salsa all’aglio (Bebbux).

Se siete amanti dei dolci provate invece ad assaggiare il gelato maltese o il budino di pane e ancora la Torta tal-Marmurat, un trionfo di cioccolato, glassa e mandorle: simile alle zeppole italiane ci sono poi le Sfineg ta’ San Guzepp. Per gustare queste ricette potete scegliere tra i tanti ristoranti che si trovano in Republic Street o nelle viuzze laterali. Per essere sempre aggiornati sui locali migliori cliccate infine su Restaurantsmalta.com ed avrete una guida completa perfetta per il vostro tour gastronomico.

torta-tal-marmurat
La Torta tal-Marmurat: un dolce tipico de La Valletta

Vita notturna

Amate la vita notturna? Vediamo cosa offre La Valletta per i suoi ospiti a partire dall’aperitivo. L’influenza inglese a Malta è ancora molto sentita ed è per questo che l’isola pullula di pub dove entrare per bere una birra o qualsiasi altro drink. Il Cafè Jubilee (125, St Lucia Street) è uno di questi. Perfetto per trascorre uno dopo cena è poi The Pub (136, Archbishop Street) così come The Ordnance Pub in Ordnance Street: qui potete venire anche una colazione o un brunch.

the-ordnance
The Ordnance Pub a La Valletta

Una delle attività migliori per godere de La Valletta la sera è comunque mangiare in uno dei suoi ristoranti alla ricerca dei piatti locali ma se desiderate una notte diversa il Teatro Manoel è quello che fa per voi. L’auditorium ospita infatti molti concerti e se volete verificare che nel vostro periodo di soggiorno ce ne siano potete cliccare sul suo sito ufficiale.

Nella capitale si tengono comunque tanti altri concerti di organo o musica lirica in altri luoghi storici quindi gli appassionati non resteranno delusi. Gli amanti delle serate più glamour possono invece scegliere il waterfront, il lungomare della città. Sono molti i wine bar ed i locali dove trascorrere serate piacevoli ascoltando buona musica e sorseggiando un buon bicchiere di vino.

waterfront
Il waterfront, il lungomare de La Valletta

Come arrivare

Esistono voli diretti dalle principali città italiane verso Malta. Atterrerete presso il Malta International Airport, chiamato anche Luqa Airport. Questo scalo si trova a meno di 10 km da La Valletta; la capitale è facilmente raggiungibile da qui in vari modi. Potete scegliere il taxi ma ve lo sconsigliamo a causa dei costi troppo elevati; la soluzione più pratica ed economica è l’autobus che troverete immediatamente all’uscita dell’aeroporto. Una volta in città potrete muovervi facilmente a piedi o sempre con i caratteristici autobus rossi e gialli: fare un giro su uno di questi mezzi è un’esperienza da provare.