Sole, spiagge, feste e musica…se cercate tutto questo quale posto migliore se non la Giamaica? La sua capitale, Kingston oltre a tutto questo vi offre anche una serie di attrazioni turistiche di tutto rispetto che vi permetteranno di rendere la vostra vacanza unica, non solo fatta di bagni di sole e tuffi nel mare ma anche di cultura e di storia.

La città è divisa in due parti, Downtown, al zona più vecchia e Uptown, quella più moderna, entrambe con molti monumenti e siti d’interesse storico e culturale di rilievo.

Oltre alle mete turistiche classiche, potreste fare una visita anche al quartiere di Trench Town dove Bob Marley visse in gioventù e da dove trasse ispirazione per molti dei suoi più famosi brani.

Cosa vedere

La città offre una svariate scelta di destinazioni, dal Senator William Grant Park con la Parish Church, dove potrete vedere la tomba dell’ammiraglio inglese John Benbow, all’interessantissimo Kingston Craft Market, un grande mercato dell’artigianato dove potrete fare numerosi acquisti e trovare bei ricordi di viaggio.

Nelle vicinanze si trova anche la National Gallery, con esposte opere di artisti giamaicani.
Un’altra meta interessante è la Devon House che vi aiuterà ad avvicinarvi alla storia giamaicana. Ovviamente se diciamo Giamaica diciamo Bob Marley, perciò non potrete assolutamente perdervi il  Bob Marley Museum, dedicato al famosissimo cantante giamaicano, simbolo di una nazione e di un’epoca intera.

Eccovi alcune mete che vi consigliamo di non perdervi mentre siete in città.

flower-pot-318547_1280
Gadget del museo dedicato a Bob Marley

Bob Marley Museum

Il Bob Marley Museum è una struttura dedicata al cantante e musicista Bob Marley e alla cultura reggae. Il museo è stato realizzato all’interno della casa del cantante, che fu anche sede della Tuff Gong, un’etichetta discografica fondata da The Wailers nel 1970.  In questa casa, Bob Marley, subì un attentato, fortunatamente fallito.

Il museo si trova al 56 di Hope Road, da cui la nota band di Chicago prese il nome. La casa venne acquistata da Marley nel 1975 e rimase la sua abitazione fino alla morte avvenuta nel 1981; successivamente, la moglie Rita, realizzò il museo con un nucleo principale che espone i tesori personali del cantante.

All’interno della struttura sono stati realizzati anche un teatro, una galleria fotografica e troverete un negozio con oggetti di vario tipo, come magliette, cd e cimeli dedicati a Bob Marley.

Il tour della casa vi accompagnerà alla scoperta delle abitudini del cantante reggae attraverso gli oggetti che sono stati parte integrante della sua vita. Tutte le camere sono state mantenute com’erano quando Marley vi abitava e ci sono dei display a grandezza naturale che riproducono eventi importanti della sua storia.

Nel teatro, con 80 posti a sedere, potrete vedere alcune performance live di Bob e il bar interno offre una serie di ricette che amava particolarmente. La visita dura circa un’ora e un quarto e comprende la stanza dove sfuggì ad un attentato.

La sua camera da letto conserva ancora la chitarra appoggiata accanto al letto singolo dove dormiva. Il Museo di Bob Marley è aperto dal lunedì al sabato e dista 20 minuti in auto dall’Aeroporto internazionale di Kingston.

devon
La Devon House

La Devon House

Questa elegantissima residenza è stata la casa del primo milionario di colore della Giamaica ed oggi, oltre ad essere un esempio stupendo d’architettura, ospita alcuni negozi, ristoranti e una delle gelaterie più rinomate della città…quindi è il posto ideale in cui unire il piacere al sapere.

All’interno di questa dimora potrete vedere splendidi arredi e oggetti di antiquariato che il proprietario ha fatto arrivare direttamente dalla Francia. Il fabbricato è stato realizzato nel 1881 da George Stiebel. Stiebel era un ragazzo ribelle, sopravvissuto ad un naufragio e che diventò ricco trovando l’oro nelle miniere.

Non solo l’abitazione, ma anche il giardino è uno splendido esempio di raffinatezza e lusso, con un ricco inventario di palme. La villa ed il giardino occupano circa quattro ettari e mezzo.

Il fabbricato è realizzato in stile coloniale e le stanze sono sontuosamente arredate con oggetti d’antiquariato e arredi elaborati. Bellissima la sala da ballo, con un soffitto decorato con putti e che ospita un prezioso candelabro di porcellana, di fabbricazione tedesca e risalente al XVIII secolo.

Splendida anche la sala da pranzo con un imponente tavolo realizzato dall’ebanista inglese Chippendale e la lussuosissima sala delle palme decorata con con fiori e farfalle. Devon House si trova al centro di Kingston, presso “l’angolo dei milionari”, all’incrocio tra Hope Road e Trafalgar Road.

La Devon House è la meta perfetta se cercate un luogo in cui stare in tranquillità e godervi qualche momento di pace, lontani dal caos cittadino. Una passeggiata attraverso i viali del giardino, magari sorseggiando una bibita o mangiando un gelato, sarà l’ideale per rigenerarvi. Devon House è aperta tutti i giorni, tranne la domenica e l’ingresso è gratuito.

statue-440288_1280
Emancipation Park

 Emancipation Park

Il parco più famoso di Kingston è l’Emancipation Park, il luogo ideale in cui ammirare la vegetazione tropicale e alcune opere d’arte che ricordano la lotta per la libertà che hanno sostenuto i giamaicani.

Il parco potrebbe essere il luogo ideale se avete in programma di fare un pic-nic all’ombra della bella vegetazione giamaicana, assaporando i profumi delle buganvillee e delle orchidee. Infatti al suo interno ci sono varie aree adatte per fermarsi per un ristoro oltre che fontane, ruscelli e originali installazioni d’arte.

Emancipation Park fu inaugurato nel 2002 e occupa una superficie di 3 ettari che, inizialmente, non era altro che secca e polverosa. Appena entrati al parco verrete accolti da Redemption Song, un’opera di Laura Facey. Si tratta di una scultura di tre metri, in bronzo, che rappresenta un uomo e una donna nudi su cui è inciso il verso di Marcus Garvey “Solo noi possiamo liberare le nostre menti“, che lo stesso Bob Marley cita nella sua Redemption Song.

Le altre sculture, che potrete vedere all’interno del parco, vengono chiamate “Adinkra“, e ricordano dei simboli africani, come un coccodrillo a due teste. Il parco ospita varie specie di fiori e piante come l’albero nazionale, l’hibiscus flatus.

Se anche in vacanza non riuscite a rinunciare allo sport e volete fare jogging, potrete approfittare della pista interna. L’Emancipation Park si trova all’angolo tra Knutsford Boulevard e Oxford Road, al centro di Kingston.

gallery_interior_shot_gallery-1
National Gallery of  Jamaica

National Gallery of Jamaica

All’interno di questa affascinante galleria d’arte potrete vedere le opere dei più famosi artisti giamaicani degli ultimi 100 anni: si tratta della più completa e importante collezione di arte
giamaicana al mondo.

Il museo vi accompagnerà alla scoperta dell’arte contemporanea attraverso un viaggio che parte agli del XVIII secolo ed arriva ai nostri giorni. L’esposizione si sviluppa in 10 gallerie che narrano lo sviluppo dell’arte giamaicana e delle altre isole dei Caraibi. Il tema predominante è: “l’arte giamaicana è per i giamaicani“.

Tra le opere esposte vi ricordiamo le sculture di Edna Manley, le opere di Colin Garland, le opere religiose di Carl Abrahams e le scene rurali di David Pottinger; inoltre le esposizioni del museo sono arricchite da una preziosa collezione di arte coloniale.

Le opere del XVIII sono rappresentate da quadri che raffigurano paesaggi inglesi tradizionali dove la bellezza del dipinto contrasta con la durezza delle scene rappresentate, ovvero piantagioni con schiavi al lavoro.

Completano l’esposizione delle opere la Cecil Baugh Gallery of Ceramics, dove potrete ammirare stupende ceramiche, anch’esse espressione d’arte, e l’affascinante collezione di sculture africane di  Larry Wirth.

Gli spazi espositivi temporanei offrono il meglio dell’arte contemporanea giamaicana, soprattutto durante la Biennale Nazionale che si svolge negli anni di numero pari tra metà dicembre e marzo. La National Gallery of Jamaica è aperta dal martedì al sabato e si trova nel centro commerciale di Kingston al 12 Ocean Boulevard, Blocco C.

Holywell Park

Se durante la vostra vacanza in città sentite il desiderio di fuggire dal caos e dal caldo, il posto ideale dove trascorrere una bella giornata in tranquillità è l’Holywell Park che si trova ad un’ora di strada da Kingston. Il parco sorge a oltre 900 metri sopra il livello del mare e con le sue splendide foreste tropicali vi regalerà il piacere del fresco che la città non conosce.

Al suo interno si trovano diversi percorsi escursionistici di varia lunghezza e difficoltà che vi condurranno alla scoperta della natura giamaicana. Inoltre, grazie ad una serie di installazioni esplicative, potrete conoscere al meglio le piante e gli animali che vivono nel parco.

Lungo i sentieri sono a disposizione dei visitatori anche gazebi con zone pic-nic dove potrete fermarvi per ristorarvi. Il centro informazioni si trova all’ingresso del parco, nelle vicinanze del parcheggio e troverete tutte le indicazioni necessarie, comprese le mappe, per avventuravi all’interno dell’Holywell Park.

I percorsi naturalistici che potrete intraprendere sono quattro tra cui il più interessante è l’Oatley Mountain Trail, lungo 1,2 chilometri. Si tratta di un percorso ad anello in ghiaia che sale attraverso la foresta fino alla vetta del monte Oatley, a 1.400 metri sul livello del mare. Lungo il percorso ci sono diversi punti panoramici dai quali potrete ammirare il panorama sottostante. La discesa vi porterà attraverso una splendida foresta di felci e muschi e coinvolge il villaggio di Portland.

Se ci sono bambini con voi il percorso più adatto è Trail Shelter, che offre, comunque, una bella vista panoramica. Se intendete fermarvi per qualche giorno all’interno del parco potrete affittare una delle casette di legno arredate con cucina, bagno e comode camere. Nelle vicinanze delle case ci sono aree per il barbecue per completare in bellezza la vostra giornata in pieno relax!

Queste sono alcune delle mete turistiche che potrete visitare a Kingston, molto altro vi aspetta nella splendida capitale giamaicana…Buon divertimento!