Una vecchia pubblicità definiva Firenze come la “Culla del Rinascimento Italiano”. Infatti, Firenze è stata ed è ancora oggi una delle città più ricche a livello artistico e culturale del mondo. La quantità di storia e di arte che tutt’oggi vive dentro il capoluogo toscano è difficile da immaginare: Firenze è una città da vivere.

La città non si sofferma solo sull’arte ma anche su una tradizione millenaria a livello eno-gastronomico e propone una fervida scena notturna con ogni tipo d’intrattenimento. E’ una città completa sotto ogni punto di vista, che nonostante sia un capoluogo, non ha nulla da invidiare ad una grande capitale europea.

Come già detto, Firenze è il capoluogo della Toscana, conta 377.207 abitanti e fa parte di una conurbazione formata dal suo stesso territorio, Prato e Pistoia. Questa unione conta oltre 1.520.000 abitanti. E’ un importante polo di produzione artigianale caratterizzata da un forte attaccamento alle radici medievali, periodo in cui è stata culla della rinascita della penisola. E’ stata riconosciuta dall’UNESCO come patrimonio dell’umanità.

Duomo-di-Santa-Maria-del-Fiore-e-Cupola-del-Brunelleschi-firenze
Santa Maria del Fiore e cupola del Brunelleschi

Cenni storici

La città di Firenze vanta una ricca storia che parte dalla preistoria fino ai giorni nostri in maniera sempre fervida ed attiva. Inizialmente nell’età quaternaria vi era solo un grande lago che stagnava al suo posto ma con il ritiro delle acque di quest’ultimo vi fu libera la piana che ad oggi ospita la città. Si suppone che alla confluenza del fiume Mugnone con l’Arno vi fosse un insediamento villanovano nel periodo tra il X secolo e il VIII secolo. Sicuramente tra il  VII e VI secolo gli etruschi popolavano la zona data la testimonianza di resti a pochi metri dal ponte vecchio di una struttura che usavano per guadare il fiume. La storia della città vera e propria inizia nel 59 a.c. con la fondazione dai parte dei romani di un villaggio di nome Florentia.

La città era uno strategico avamposto romano che serviva per sorvegliare la via Cassia Nuova. Quindi si rivelava fondamentale per la sorveglianza e per il commercio. Nel 123 nascono le prime notizie certe dell’insediamento in quanto viene costruito il primo vero ponte sull’Arno. La città prese man mano la forma di un vero insediamento romano con argini, porti fluviali che confluivano verso Pisa ed anfiteatri. Purtroppo la maggior parte dei segni della civiltà romana sono stati ricoperti dalle case e monumenti medievali, ma alcuni elementi sono ancora visibili nel sottosuolo.

La piazza centrale di Firenze è Piazza Della Signoria.
Vista serale di Piazza della Signoria

Dopo l’affermarsi della cultura e religione cristiana vi furono numerose guerre che riecheggiavano per le vie della città. Vi furono insediamenti e prese di potere da parte di Goti e Bizantini, Longobardi e Carolingia. Fra le varie guerre, la più famosa da ricordare è sicuramente quella tra i Guelfi e i Ghibellini.

Tra il 1200 e il 1300 vi fu una grande espansione culturale e grandi traguardi artistici furono raggiunti. Nel periodo successivo Firenze troverà ben poca pace. Un crack finanziario e la peste nera ridurrà la città alla totale disfatta creando altre faide interne e altri momenti instabili. Tutto troverà una fine con il Rinascimento; in questo periodo, grazie alla famiglia Medici, la città troverà il momento di massimo splendore diventando il centro di tutte le arti.

Successivamente la città vedrà se stessa innalzata prima come capitale del Granducato di Toscana e poi in Capitale d’Italia subito dopo l’unificazione della penisola. Durante il secondo conflitto mondiale sarà molto diffusa la sua resistenza interna contro i tedeschi che la occuparono per un anno. Nei giorni più recenti è da ricordare la grande alluvione del 1966 che danneggiò pesantemente molte opere.

Suddivisione della città

La città di Firenze è suddivisa in 5 grandi quartieri e viene attraversata da un grande corso d’acqua: l’Arno. I quartieri sono nati negli anni 70 ma erano 14 fino al 1990.

Il Quartiere 1 è quello più centrale ed è appunto conosciuto come Centro Storico, vi fanno parte altri rioni (suddivisione interna dei quartieri fiorentini) come Il Prato, Fortezza da Basso, Viali, San Jacopino, Collina sud e San Gaggio.

Il Quartiere 2, a ovest rispetto all’1, è conosciuto come Campo Marte e vi si trovano le zone residenziali e le principali strutture sportive della città come lo stadio della Fiorentina, l’Artemio Franchi e il CTSF della FIGC. I rioni che vi fanno parte sono, oltre allo stesso campo Marte, Le cure, Viali, Bellariva, Coverciano, Settignano e Collina nord.

Il Quartiere 3, a sud, è conosciuto come Gavinana-Galluzzo e comprende oltre a questi due i rioni di San Gaggio, Collina sud, Sorgane e Ponte a Ema.

Il Quartiere 4, ad est, è suddiviso in molti rioni ma il principale è Isolotto. Questo quartiere è in prossimità di due grandi vie stradali: la SGC FI-PI-LI e l’Autostrada del Sole. Gli altri rioni sono Legnaia, Argingrosso, Cintoia, I Bassi, La Casela, Le torri, Mantignano, Monticelli, Pignone, San Lorenzo a Greve, Soffiano, San  Quirico, Torcicoda e Ugnano.

Infine, il Quartiere 5, a nord, è conosciuto come Rifredi; è il più esteso dei quartieri fiorentini ed oltre ai rioni Statuo, Romito, Viali, Fortezza Da Basso, Rifredi, Careggi, Castello, Collina nord, Novoli, Firenze Nova, Brozzi, La Piagge e Peretola, ospita il policlinico dei Careggi, L’ospedale pediatrico Meyer, il centro traumatologico ortopedico e le sedi di molte facoltà. In questo quartiere vi ha sede anche l’aeroporto di Firenze e l’inizio dell’autostrada A11, oltre alla grande presenza di insediamenti industriali che non si sono spostati nell’hinterland.

La città di Firenze presenta una ricca storia che parte dalla preistoria fino ai giorni nostri in maniera sempre fervida ed attiva.
Una vista serale del Ponte Vecchio, Firenze

Cosa vedere a Firenze

Firenze ha un altissimo numero di opere d’arte e monumenti al suo interno di fama mondiale. I numerosi edifici che si snodano lungo la sua area sono di un grandissimo impatto e di incredibile rilevanza storica ed architettonica. In questa città, nel periodo post medievale è nata una sorta di rivoluzione che ha gettato le basi della moderna architettura, sfidando a volte le convinzioni millenarie che regnavano.

Chiese

Sono molte le chiese da vedere come la cattedrale di Santa Maria del Fiore con la Cupola del Brunelleschi ed il Campanile del Giotto, che hanno sempre celebrato la grandezza della potenza medicea essendo al tempo e tutt’oggi il nucleo della religiosità fiorentina. Da non perdere neanche il Battistero di San Giovanni che fa sempre parte del complesso della basilica prima citata, Santa Maria Novella che è la casa francescana della città, Santa Croce che è un egregio esempio di arte gotica nella magnifica città di Firenze, San Lorenzo che si contende il rango di più antica chiesa della città.

La chiesa presenta un forte stile romanico con una pesantissima presenza di marmi bianchi e verdi con bellissimi disegni geometrici.
La Basilica di Santa Maria Novella, Firenze

Palazzi Civili

La città vanta molti palazzi civili come Palazzo Vecchio che era la sede antica e attuale del potere cittadino, Palazzo Pitti che era l’antica residenza Medici ed oggi uno dei più bei musei del capoluogo toscano, le ville medicee, le varie torri, teatri e ponti, come Ponte Vecchio, uno dei simboli della città per la presenza di antichissimi negozi. Questo ed altro la rendono un gradissimo esempio della genialità dell’uomo nelle arti architettoniche.

Piazza della Signoria e tutto il centro storico sono Patrimonio dell’UNESCO dal 1982 quindi un motivo in più per andare a vedere questa splendida città e le sue mille sfaccettature modellate da anni di battaglie e prese di potere da diverse culture e da grandi uomini che l’hanno vissuta regalandoci un immenso testamento artistico. Altro luogo di grande interesse sono i magnifici giardini di Boboli.

Piazza-della-Signoria-Firenze
Uno scorcio di Piazza della Signoria a Firenze

Musei

Firenze è una città museo, ma al suo interno troviamo due grandi centri culturali come il meraviglioso Museo degli Uffizi, dove al suo interno sono raccolte alcune delle più importanti opere di tutti i tempi, o il Museo Casa di Dante, dove possiamo ammirare uno spicchio di vita medievale oltre a numerosi lasciti giunti a noi oggi dal Sommo Poeta, padre della nostra lingua.

museo-casa-di-dante-Firenze
Un particolare del Museo Casa di Dante

Dove soggiornare a Firenze

Firenze è una città molto costosa; vi è una innumerevole presenza di grandi alberghi lussuosi, particolarmente indicati per chi vuole passare una vacanza da mille e una notte oppure per una romantica luna di miele. Tuttavia vi è anche un grandissimo numero di bed and breakfast dai costi abbastanza elevati, quindi è sicuramente più conveniente cercare un appartamento in affitto. Questo è particolarmente indicato non solo per chi  vuole risparmiare ma anche per la loro presenza in zone centralissime della città.

Enogastronomia

La città di Firenze presenta un numero infinito di ristoranti e locali in cui poter assaporare le specialità della tradizione culinaria. Nel centro della città ci sono ottimi posti dove fare pasti veloci ma se è l’eccellenza che si cerca, tra una visita e l’altra, è d’obbligo fare una tappa all’enoteca Pitti.

Se si è più propensi a ripercorrere le vie della tradizione bisogna spostarsi nella provincia fiorentina e andare dal guru della fiorentina Dario Cecchini nella sua Officina oppure fare un vero e proprio viaggio nel tempo dei gusti al Cosimo de Medici nella valle del Mugello.

Cosa fare di sera a Firenze

Firenze è viva 24 ore su 24. Il fatto che la città sia polo di un grandissimo centro universitario la fa armare di club per tutti i gusti, dai più commerciali ai più underground a quelli dei grandi nomi come il Tenax.

Sono molte le opportunità anche per chi, invece, preferisce una birra, un panino con un bicchiere di vino o un cocktail da sogno.