Eindhoven è una città olandese situata nella provincia del Brabate Settentrionale. Si estende su una superficie di circa 88,84 kmq e conta quasi 214.200 abitanti. Fisicamente la città è situata tra i fiumi Dommel e Gender, ed è circondata da importanti comuni come Son en Breugel, Nuenen, Gerwen en Nederwetten, Geldrop-Mierlo, Heeze-Leende, Waalre, Veldhoven, Ourschot, Ersel e Best.

Il nome ha sempre destato molte domande riguardo la sua origine. Infatti molte persone pensano che il nome suggerisca che la città sorgesse su una vecchia fattoria, precisamente l’ultima. Infatti letteralmente eind vuol dire ultima e Hoven significa fattoria. Si presume, quindi, che la città sia posta su un’antica rotta commerciale molto importante.

Oggi la città è considerata come una delle zone più prolifiche a livello industriale dei Paesi Bassi. Molte persone l’accostano alla città di Milano, e non solo per il grande polo industriale presente, ma anche per il settore della moda. Non è, infatti, mistero che molti stilisti amino presentare le loro collezioni in questa città che presenta moltissimi luoghi di assoluta bellezza. La vita notturna poi è una delle più vivaci di tutta l’Olanda.

La singolare scultura conosciuta come Flying Pins
La singolare scultura conosciuta come Flying Pins

Cosa vedere

Vi elencheremo ora, con una breve descrizione, le principali attrazioni della città.

Chiesa di Santa Caterina

La chiesa di Santa Caterina di Eindhoven è il principale luogo sacro della città. Questa chiesa è stata costruita in pieno stile gotico ed è sicuramente tra le più belle e antiche della città, anche nota con il suo vero nome di Sint-Catharinakerk. La sua struttura ricorda la maggior parte delle chiese che si trovano su tutto il territorio olandese, in particolare modo le grandi finestre centrali e il rosone gotico. Le torri sono tipiche della zona nord europea e il grande carillon gigante è una delle sue particolarità più interessanti in assoluto, in quanto è stato donato dalla Philips alla chiesa e ogni giorno alle 12.00 suona un particolare motivo conosciuto da tutti gli abitanti di Eindhoven.

La chiesa di Santa Caterina
La chiesa di Santa Caterina

The Blob

Si tratta di una struttura di vetro e ferro disegnata dall’architetto italiano Massimiliano Fuksas. Questa struttura, molto singolare, vuole rappresentare l’animo moderno e anche un po’ trash che questa città possiede al suo interno. Si trova nella zona più centrale della città, nel quartiere conosciuto come “Piazza”, ed è una delle cose più singolari e strane che la città offre ai suoi turisti che ne rimangono affascinati.

Piazza Markt

Il punto storico centrale della città di Eindhoven è la piazza del mercato. Nella piazza è presente anche il grande casinò della città, che si trova all’interno del celebre e famoso centro commerciale più importante, ovvero il Heuvel Galerie. La piazza è uno dei luoghi più vivi e attivi di tutta la città ed è sicuramente uno dei luoghi da visitare. Moltissime visite guidate partono da qui o usano questa piazza come punto di riferimento!

Museo Philips

La fabbrica della Philips nasce proprio ad Eindhoven a fine del 800. La fabbrica nacque quando le prime radio e le prime lampadine divennero di uso giornaliero per tutta la popolazione mondiale. Si decise, quindi, di creare un nuovo punto di produzione e vendita e qui si posero le fondamenta di una delle più grandi compagnie di elettronica al mondo. Il museo si trova alle spalle della grande opera d’arte The Blob.

Una vista dell'alto della piazza dove sorge il The Blob
Una vista dell’alto della piazza dove sorge il The Blob