La città di Danzica è una vera meta da fiaba, uno di quei luoghi di cui vi innamorerete in brevissimo tempo e che vi lascerà uno splendido ricordo. La città è sempre stata vivace ed eclettica, grazie alla sua posizione sulla costa del Mar Baltico che, per secoli, l’ha resa meta di artisti, scienziati e viaggiatori.

Danzica è una città molto frizzante, dove troverete tanti locali in cui trascorrere belle serate in un clima giovane e spensierato che i tanti studenti presenti in città rendono davvero speciale.

Cosa vedere

Una delle prime cose che vi consigliamo di fare arrivati in città è una bella passeggiata alla scoperta di Glówne Miasto, la Città Vecchia. La Piazza del Mercato Lungo, soprattutto di sera, è un luogo magico. La piazza viene illuminata con tantissime lanterne e i locali si riempiono di gente: è davvero uno spettacolo!

Da non perdere la Gru portuale, il simbolo di Danzica, la Corte di Re Artù e una passeggiata lungo il Tratto Reale, racchiuso da due imponenti Porte, Porta d’Oro e Porta Verde.

In città non mancano i musei per gli amanti della storia e dell’arte: il Museo Nazionale, il Museo Storico della Città di Danzica, il Museo dell’Ambra e molte altre istituzioni, vi attendono per raccontarvi al meglio la storia di Danzica.

Eccovi alcune delle mete turistiche che vi raccomandiamo di non perdere durante la vostra visita alla città.

gdansk-668608_1280
Fontana di Nettuno

La fontana di Nettuno

La fontana di Nettuno si trova in Piazza del Mercato Lungo, nelle vicinanze della Corte d’Artù ed è uno dei simboli più significativi di Danzica. L’opera fu progettata dall’architetto e scultore Abraham Van den Blocke, incaricato dal sindaco della città, Barthell Schachtman. Le opere di realizzazione furono affidate a Peter Husen e Johann Rogge e furono eseguite tra il 1606 e il 1615.

La fontana rappresenta il dio greco-romano Nettuno ed è composta da una statua in bronzo, di stile manieristico fiammingo, che si erge su un piedistallo. La vasca superiore è ornata da quattro teste di leoni dai quali sgorga l’acqua. La statua è rivolta verso il Palazzo in cui risiedevano i Re polacchi durante i loro soggiorni a Danzica e Nettuno ha la testa chinata in segno di sottomissione.

Per la realizzazione della statua, che pesa ben 650 chili, gli artisti si ispirarono alla testa della nota statua di Marco Aurelio e al dorso del Belvedere. Prima della fontana di Nettuno, nell’area antistante la Corte d’Artù esisteva già una fontana in ferro battuto, sicuramente presente nel 1549.

Non essendo quest’opera particolarmente bella, il Consiglio cittadino di Danzica decise di rimuoverla e di farne installare una più consona alla piazza. Durante la seconda guerra mondiale la fontana di Nettuno venne smantellata e nascosta in varie parti della regione per salvarla dalla distruzione, venne successivamente ricostruita nel 1954.

gdansk-668924_1280
La Basilica di Santa Maria

La Basilica di Santa Maria

La Basilica Cattedrale di Santa Maria è conosciuta anche con il nome di “corona della città di Danzica“, è un’enorme costruzione che sorge a Glowe Miasto e che, grazie alle sue imponenti mura e torri, si impone sullo skyline della città: è la più grande chiesa gotica in mattoni in Polonia e in Europa.

Secondo la tradizione, la basilica sorge sulle vestigia di un’antica chiesetta dedicata alla Vergine Maria, risalente al 1243 e probabilmente realizzata in legno. Le opere di realizzazione della basilica di Santa Maria sono iniziate il 25 marzo 1343, quando venne posta la prima pietra.

Le opere che portarono alla realizzazione dell’imponente struttura che vedrete oggi durarono circa 160 anni. La prima parte dei lavori, che vedeva realizzata una chiesa di modeste dimensioni, terminarono nel 1360 e, circa vent’anni più tardi vennero aggiunti il transetto ed il coro e cominciarono le opere per l’elevazione della torre. I lavori vennero completamente conclusi nel 1502.

Per lungo tempo la chiesa ha ospitato il famosissimo trittico del Giudizio Universale del pittore Hans Memling, conosciuto anche come il trittico di Danzica. L’opera venne sottratto a da Napoleone e rimase al Louvre fino al 1815 quando fu trasferita al Museo statale Ermitage di Leningrado. Nel 1956 il trittico è tornato in città e oggi, se volete ammirarlo, potrete farlo presso il Museo Nazionale di Danzica.

La Basilica di Santa Maria ha un’imponente struttura lunga 105 metri e larga 66. Ventisette colonne sorreggono la grande volta che sorge ad una altezza di 30 metri. L’interno è illuminato da enormi finestre decorate con vetrate. L’accesso alla chiesa avviene attraverso 7 porte, ognuna rivolta verso 7 diverse strade.

All’interno della chiesa potrete ammirare un bellissimo altare tardogotico risalente al 1510 e un’imponente croce, realizzata negli stessi anni, che misura 10 metri. Nella sacrestia potrete vedere una riproduzione del famoso orologio astronomico opera di Düringer. La torre campanaria svetta con i suoi 82 metri su cui è stata posta una terrazza panoramica, il luogo ideale per ammirare interamente la città.

gdansk-605086_1280
Corte di Re Artù

La Corte di Artù

Il Palazzo di Artù, chiamato anche La Corte di Artù, si trova a Glówne Miasto, in piazza del Mercato Lungo. Questo splendido edificio è uno delle opere architettoniche più belle e importanti di Danzica, con un valore artistico e storico davvero rilevante.

Il palazzo è stato realizzato in stile gotico ed oggi potrete vederlo in tutto il suo splendore, ritrovato dopo un accurato restauro eseguito alla fine degli anni novanta, dopo gravi danni subiti nella seconda guerra mondiale. Anche le opere d’arte e gli arredi sono stati preservati e sono ancora posti al suo interno.

La Corte di Artù era la sede rappresentativa delle confraternite di mercanti, dei patrizi benestanti e degli artigiani della città. La costruzione risale al XIV secolo, un periodo in cui il fascino della storia e delle leggende legate alla corte di Camelot erano di gran moda. Fu per questo motivo che al palazzo venne dato il nome di Corte di Artù.

La facciata del palazzo è stata realizzata in stile stile manieristico fiammingo su un progetto dell’architetto Abraham van den Blocke. L‘interno è composto da un’unica sala con pareti riccamente decorate e un soffitto a volta sostenuto da quattro colonne.

Al suo interno potrete ammirare diverse opere d’arte risalenti al XV secolo come, ad esempio, dipinti, modelli navali e armature. Inoltre potrete vedere la più grande stufa rinascimentale di maioliche al mondo, composta da 520 piastrelle riccamente decorate. La alla Corte di Artù visita comprende anche una casa patrizia con l’interno storico, il cosiddetto Vestibolo di Danzica.

gdansk-640916_1280
La gru

La gru portuale

La Gru è u o dei simboli più famosi di Danzica. Si tratta di una maestosa struttura che sorge lungo il canale e che è diventato un vero monumento culturale e simbolo dei rapporti sociali di della città. La gru è una struttura meccanica medievale risalente al XIV secolo di cui documenti ufficiali ne parlano già nel 1363.

L’opera fu completamente terminata tra il 1442 e il 1444 e da allora la sua struttura è rimasta inalterata, sebbene, ciò che vedrete oggi non è l’ originale, bensì una ricostruzione avvenuta dopo un incendio nel 1954. La struttura in legno si trova tra due torri in mattoni di forma circolare ed è in grado di sollevare un carico di 4 tonnellate. Internamente si trova una grande ruota che veniva azionata da uomini e che permetteva il sollevamento delle merci.

poland-496109_1280
Le belle architetture del centro

Ulica Mariacka

Ulica Mariacka è una delle vie più belle della città, in cui potrete passeggiare godendovi lo splendore di Danzica e approfittarne per fare ottime spese. Su entrambi i lati della via si affacciano i portici di splendidi palazzi che sono il simbolo della ricchezza e del buon gusto dei borghesi e dei nobili che abitavano in questa parte della città.

Le abitazioni sono caratterizzate da scalinate esterne e balconi ai piani superiori con tipiche decorazioni realizzate in ferro battuto. Mentre passeggiate lungo Ulica Mariacka verrete pacificamente osservati dai tanti animali che adornano le residenze e che formano un vero e proprio bestiario della città.

Ulica Mariacka come la piazza del Mercato lungo e molti altri luoghi di Danzica, raccontano nei migliori dei modi la storia e la bellezza di una città ricca di tradizione ed estremamente affascinante.