La città di Cuneo è stata fondata in epoca Medievale, epoca di cui rimangono chiaramente i segni dell’impostazione nelle belle vie e nei palazzi che si affacciano sulle piazze che costituiscono il tessuto urbano.

Le mura della città sono sempre state un punto di riferimento importantissimo per i cuneesi che, all’interno di esse, hanno improntato l’intera vita cittadina. Anche quando furono i Savoia a succedere ai Visconti, alla fine del trecento, la città continuò a restare arroccata dentro le mura. Fu Napoleone, durante il dominio francese, che fece abbattere parte delle antiche mura che impedivano l’espansione del territorio urbano.

cuneo_piazza_galimberti_bianco_e_nero
Piazza Galimberti

Cosa vedere

Se volete visitare Cuneo nei migliori dei modi, non vi resta che fare una bella passeggiata tra le vie e le piazze alla scoperta dei luoghi più significativi della città. Uno di questi è sicuramente Piazza Galimberti, riconosciuta da tutti come il cuore della città, su cui sfocia Via Roma. La piazza è stata realizzata dopo l’abbattimento di una parte delle mura medievali ed è stata intitolata al patriota Tancredi Duccio Galimberti che proprio in Piazza aveva la sua residenza e che è stato uno delle figure antifasciste più importanti della zona.

cuneo2
Corso Nizza

Via Roma, come l’ottocentesco Corso Nizza, attraversano tutta la città e sono, entrambe affiancate da otto chilometri di portici, dove potrete dare libero sfogo alla vostra voglia di shopping. Se avete voglia di passaggiare potreste portarvi anche lungo Corso Marconi, un’altra bella arteria con molti negozi. Tutto il centro storico di Cuneo è caratterizzato dalle case nobiliari, bei palazzi e portici medievali come, ad esempio, nella caratteristica Contrada Mondovì, una stradina medievale dove potrete ammirare particolari negozi di antichità situati sotto i portici.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA
Contrada Mondovì

Da vedere la Cattedrale di Cuneo, intitolata alla Nostra Signora del Bosco, che sorge purtroppo in uno spazio sacrificato dalle costruzioni laterali che oscurino la bella facciata. All’interno da vedere la bella icona nell’Altare Maggiore che rappresenta la Madonna in trono di Andrea Pozzo. Un’altra chiesa da visitare è S. Ambrogio, dedicata ai milanesi che aiutarono la città alle sue origini e le chiese barocche di Santa Maria e Santa Chiara.

Bellissimo il complesso Monumentale di S. Francesco che comprendente l’ex convento e l’annessa chiesa e che è stato classificato come monumento nazionale. Il complesso ospita oggi anche il Museo Civico di Cuneo, un luogo di particolare interesse per la storia del territorio.

C_c654cb7cf0
Complesso Monumentale di S. Francesco

La Chiesa di Santa Croce, realizzata all’inizio del Settecento, vi piacerà con la sua originale facciata concava. Al suo interno da vedere la tela del Moncalvo che raffigura la Madonna col Bambino e Santi e l’affascinante  Cattedra Gotica di San Bernardino. Tra i luoghi di culto, interessante la  Sinagoga del XVII secolo, che sorge in quello che era il ghetto ebraico. Davanti al Palazzo Municipale si trova l’antica Torre Comunale, eretta per festeggiare la pace del 1317 con la vicina città gemella Mondovì e sempre ritenuta il centro del potere civile.

Cosa vedere nei dintorni

Se volete organizzare alcune gite nei dintorni di Cuneo, vi consigliamo una visita alla bella cittadina di Saluzzo, bella con il suo aspetto di cittadella fortificata, dominata dal castello. Qui potrete ancora vedere il torrione circolare a memoria della costruzione quattrocentesca ormai perduta. Da vedere a Saluzzo, la cattedrale, in stile tardo-gotico con, al suo interno, il polittico di Hans Clemens.

Interessante anche la chiesa di S. Giovanni, del ‘300 e casa Cavassa, dimora signorile del 1400, che oggi ospita oggi il Museo civico di Casa Cavassa. Infine, il Palazzo comunale, con la torre civica su cui potrete salire per ammirare il panorama della città.

saluzzo
Saluzzo

Un’altra bella cittadina da visitare è Alba, con il suo bellissimo centro storico, il cui cuore è piazza del Risorgimento su cui si affacciano il palazzo comunale ed il Duomo. Bella anche la Chiesa di S. Domenico, in stile gotico-lombardo, con il bellissimo portale strombato. Gli appassionati di storia potranno includere nel loro percorso il museo civico “Federico Eusebio”, che raccoglie reperti archeologici di età neolitica e romana.

Piemonte Piazza Risorgimento ad Alba (Cuneo)
Piazza del Risorgimento ad Alba

A Mondovì, città natale di Giovanni Giolitti, la Torre civica caratterizza il bel borgo medievale del XII secolo. La cittadina di Mondovì è posta su due livelli dove quella alta, più antica, è raggiungibile anche con una funivia. Da vedere in paese la chiesa di S. Francesco Saverio detta “La Missione” e il Belvedere, giardino al cui centro si trova la poderosa torre dei Bressani del 1300.

Castello_di_Racconigi
Il Castello Reale di Racconigi

Sempre in provincia di Cuneo si trovano quattro residenze sabaude di grande bellezza che vale la pena inserire nel percorso, anche se questo comporterà qualche deviazione: il Castello Reale di Racconigi, il Castello di Pollenzo, il Castello di Govone e la Reggia di Valcasotto.

Il Castello Reale di Racconigi risale al XIII secolo, ed è un imponente  palazzo a più padiglioni, riccamente ornato al suo interno e costituito da una serie di stanze di particolare rilievi artistico come, per citarne alcune, la Sala di Diana, l’appartamento cinese e l’ampio Salone d’Ercole. Molto bello anche il parco del castello, progettato da André Le Nôtre, il più importante progettista di giardini del Barocco.

castello2
Castello di Pollenzo

Il Castello di Pollenzo fu colonia romana a partire dal II sec. a.C. e ristrutturato per volontà dei Savoia, in età moderna, dall’architetto Pelagio Palagi, che gli conferì l’aspetto in stile neogotico. Oggi il castello è famoso in quanto sede dellUniversità di scienze gastronomiche, progetto voluto da Carlo Petrini, fondatore di Slow Food.

Il Castello di Govone, di origine medievale, fu trasformato in villa nobiliare e vanta degli interni spettacolari con le stanze cinesi, gli stucchi ed il fastoso salone. Particolare lo scalone con quattro rampe all’ingresso.

La Reggia di Valcasotto si trova nel Comune di Garessio e risale all’XI sec. In origine era una certosa, passata ai Savoia nell’800, fu utilizzata da Carlo Alberto come residenza reale estiva e da suo figlio Vittorio Emanuele II come villa venaria.

36990526
Castello di Govone

Ancora nei dintorni di Cuneo da non perdere vi ricordiamo l‘abbazia di Staffarda, a Revello, uno dei monumenti medievali più affascinanti e meglio conservati del Piemonte. L’abbazia è caratterizzata dai mattoni rossi e mostra uno stile architettonico a metà tra romanico e gotico. Molto bello l’interno molto semplice e austero, in cui si succedono le arcate di mattoni rossi ed i pilastri in pietra grigia.

ABBAZIA-DI-STAFFARDA
Abbazia di Staffarda

Eventi e manifestazioni

Cuneo è una città allegra e durante il periodo dell’anno offre tantissime opportunità per partecipare a feste tradizionali e sagre.  Per gli amanti del cibo da non perdere “Cuneopizzafest”, nella seconda settimana di giugno; si tratta di una manifestazione che celebra la tradizione della pizza cotta nel forno a legna.

A Settembre ci sono la Sagra di San Foca e la Festa di San Michele, mentre il mese successivo vi attende la Fiera Nazionale del Marrone. Il martedì, in centro, si tiene il tradizionale mercato, che richiama molti visitatori stranieri, in particolare provenienti dalla Francia.

m_c43c3590a0
Il “Cuneopizzafest”

Come arrivare a Cuneo

In auto: Autostrada A6 Torino – Savona casello di Mondovì.

In treno: Cuneo è servita da due stazioni: Cuneo Centrale e Cuneo – Gesso, a pochi passi dal centro storico.

In aereo: Cuneo è facilmente raggiungibile dall’aeroporto Città di Torino a Caselle (Tel. 011 5676361).