Le origini di Cremona risalgono al 218 a.C. e la sua fondazione si ebbe sotto il consolato di Tiberio Sempronio e Publio Cornelio. La città fu colonia di diritto latino e durante la sua colonizzazione venne effettuata la suddivisione del territorio agrario in vari appezzamenti (Centuriazione).

Dopo la dominazione dei Galli, Cremona conobbe un periodo di grande sviluppo e prosperità, dovuto certamente alla presenza del Po, della via Postumia (una strada che collegava i porti di Aquileia e Genova) e della sua posizione su un’area pianeggiante e fertile. Questo viene anche dimostrato dagli scavi archeologici che hanno portato alla luce lussuose abitazioni.

torrazzo-cremona
Una vista di Cremona con il suo Torrazzo

La denominazione di Libero Comune invece risale al 1098, anno in cui la contessa di Canossa donò alla Chiesa e Cremona (citandola in qualità di Comune) l’isola Fulcheria, cioè il territorio compreso fra il fiume Adda ed il Serio. Nel XII secolo il commercio fluviale rappresentò il punto di forza dell’economia, tanto che la ritrovata ricchezza dà vita all’espansione edilizia ed alla costruzione del complesso monumentale presente in Piazza del Comune. Quest’ultimo luogo divenne il centro della vita religiosa ma anche politica, con un legame forte, i cui ambiti spesso si sovrapponevano in modo inequivocabile.

Alla fine del Duecento vennero costruite nuove ed imponenti mura che hanno circoscritto il tessuto urbano che ancora oggi caratterizza il centro storico. Dopo una breve dominazione veneziana, la città passò sotto il dominio di Milano. Il Cinquecento fu caratterizzato da guerre, violenze, saccheggi ed epidemie per via delle lotte fra Francia, Spagna ed Italia, al fine di contendersi i territori dell’Italia settentrionale. Bisognerà attendere la fine del secolo per veder rifiorire la città.

Il 1630 si presentò alla città con una peste disastrosa, che rovinò la città in modo quasi irreversibile, tanto che la ripresa cominciò a registrarsi nella seconda metà del Settecento. Da allora e fino ai giorni nostri, numerosi altri eventi hanno segnato la storia della città, che hanno reso Cremona la bella città che oggi possiamo ammirare.

Cattedrale-Santa-Maria-Assunta-Cremona
Particolare della facciata della Cattedrale di Cremona

Cosa vedere a Cremona

Come abbiamo già detto per altre città, anche nel caso di Cremona vi consigliamo di far partire il vostro tour dal fulcro cittadino, che si ritrova nella Piazza del Comune, uno dei luoghi più suggestivi dell’intera provincia.

Da qui potrete visitare la Loggia della Milizia (o dei Militi), il Palazzo del Comune, il Battistero e la Cattedrale di Santa Maria Assunta. Non è possibile andare via dalla piazza senza aver prima salito i gradini del Torrazzo per raggiungere i 112 metri di altezza ed ammirare uno dei panorami migliori di Cremona e provincia.

Fra i vari musei della città vi consigliamo la visita del museo civico di Cremona che ospita una sezione al maestro liutaio Stradivari. Molto bello anche il Corso Mazzini, che vi permetterà di concedervi una passeggiata nel centro dello shopping cremonese.

Palazzo-Comunale-Cremona
Una vista della piazza antistante il Palazzo Comunale di Cremona

Cosa mangiare a Cremona

La cucina cremonese e la cultura eno-gastronomica della sua provincia sono influenzate in modo forte, oltre che dalla storia e dalle varie dominazioni, anche dalla sua posizione strategica nella fertile e rigogliosa pianura padana, nella quale si instaurarono diverse attività agricole e zootecniche, attive ancora oggi.

La città di Cremona può vantare fra le sue specialità salumi e formaggi di prima qualità con prodotti esclusivi quali il Salame Cremona IGP (Identificazione Geografica Protetta), famoso per la sua pasta morbida e per il suo delicato accento all’aglio, il Grana Padano, il Provolone Valpadana, il Salva Cremasco (questi formaggi hanno tutti ricevuto la denominazione di Origine Protetta DOP) ed il Cotechino vaniglia, il cui nome trova giustificazione nel suo sapore tipicamente dolce. Per non parlare del torrone e della mostarda.

magiare-a-cremona
Salumi e formaggi: alcune specialità della cultura enogastronomica cremonese

Fra i prodotti DE.Co di Cremona vi segnaliamo la Torta Turunina (un dolce a base di torrone), la salsiccia, i marubini (un tipo di pasta ripiena con con brasato, salame, grana e noce moscata), la torta Bertolina (un dolce con la cosiddetta una fragola o uva americana), il Torrone tradizionale e la Mostarda tradizionale (preparata con frutta mista a pezzi grossi, immersa in sciroppo di glucosio ed insaporita con della senape), che in genere accompagna i formaggi tipici locali.

Cosa-e-dove-mangiare-a-Cremona-
I marubini in brodo

Dove dormire a Cremona

Se avete deciso di trascorrere qualche giorno a Cremona, avrete certamente bisogno di prenotare una camera in una delle tante strutture della città. A tal proposito vi suggeriamo l’Albergo Visconti, una struttura recentemente rinnovata che vi accoglierà in un ambiente confortevole. Si trova a pochi passi dalla chiesa di San Sigismondo, mentre il centro storico è raggiungibile con una passeggiata di pochi minuti.

Un’alternativa più ricercata è quella proposta dall’Hotel Continental, un edificio in cui il design si fonde all’eleganza per farvi vivere una vacanza da sogno. La sua posizione è ideale per chi giunge in città in auto oppure in treno, vista la vicinanza alla stazione ferroviaria. La struttura dispone di un parcheggio gratuito e di un ristorante che vi servirà piatti dal gusto locale e nazionale.

Palazzo-Comunale-Cremona
Il Palazzo Comunale di Cremona

Un’altra soluzione vi verrà offerta all’Hotel Impero, situato nel cuore storico medievale di Cremona, nei pressi della famosa Piazza del Comune. L’Hotel è dotato di stanze con vista sulla Cattedrale di Santa Maria Assunta o sul Palazzo del Comune. Si tratta di un punto di riferimento certo per chi vuole vivere il tessuto cittadino.

Infine, sempre nel centro storico potrete rivolgervi al Delle Arti Design Hotel, immerso fra palazzi antichi e ricordi medievali, vicinissimo alla piazza del Comune. La sua struttura moderna con materiali innovativi vi accoglierà in un ambiente semplice ma dal design d’impatto, con stanze dotate di ogni comfort.

torrazzo-cremona
Una vista di Cremona con il suo Torrazzo

Contatti

Hotel Continental (4 Stelle)

Telefono: 0372.434141
Indirizzo: Piazza della Libertà 26, Cremona 26100 Italia
Sito Web: http://www.hotelcontinentalcremona.it
Email: continental@cremonahotels.it

Albergo Visconti (3 Stelle)

Telefono: 0372 431891
Indirizzo: Via Giuseppina 145 – 26100 Cremona – Italia
Sito Web: http://www.albergovisconti.it/
Email: info@albergovisconti.it

Hotel Impero (4 Stelle)

Telefono: 0372 413013
Indirizzo: Piazza della Libertà 26, Cremona 26100 Italia
Sito Web: http://www.hotelimpero.cr.it/
Email: impero@cremonahotels.it

Delle Arti Design Hotel (4 Stelle)

Telefono: 0372.23131
Indirizzo: Via Geremia Bonomelli, 8 Cremona – Italia
Sito Web: http://www.dellearti.com/
Email: info@dellearti.com