Copenaghen, la fiabesca capitale danese, è situata sulle isole Sjaelland e di Amager. Dal 2001 Copenaghen e la città di Malmö, in Svezia, sono unite dal Ponte di Øresund, attraversamento automobilistico e ferroviario.

Copenaghen, in danese København, significa Porto dei Mercanti. Fin dall’epoca vichinga, nel luogo dove oggi sorge la capitale, era sito un villaggio di pescatori comunemente conosciuto col nome “Havn” (porto). Tradizionalmente la fondazione di Copenaghen risale al 1167, quando il vescovo Absalon fortificò il vecchio villaggio. Nel 1254, ha ricevuto il suo statuto come città dal vescovo Jakob Erlandsen.

L’esterno di uno dei tanti negozi di souvenir

Copenaghen è una città accogliente, allegra e vitale, ricca di storia e molto suggestiva con i suoi castelli e monumenti. L’atmosfera marittima, che si concretizza nei numerosi laghi e canali, le dona un ulteriore aspetto fiabesco: difficilmente rimarrete indifferenti allo spettacolo delle luci che si specchiano sull’acqua al porto di Nyhavn o allo spettacolo che l’Opera offre quando, illuminata, si staglia sul mare. Organizzare un week end per visitare la splendida capitale danese potrà risultare impegnativo, perché le attrazioni e i monumenti sono molti e tutti interessanti da vedere, pertanto se deciderete di passare solo tre giorni in città, avrete una fitta e assolutamente entusiasmante lista di monumenti, attrazioni e luoghi da visitare.

Uno dei tanti ponti in città

Vi accorgerete fin da subito che i danesi sono un popolo molto cordiale, pronto ad esservi d’aiuto ogni volta ne abbiate bisogno; che vi serva un’indicazione stradale o una dritta per scegliere dove mangiare, troverete facilmente un abitante della capitale pronto a darvi risposta. Sarà anche per questa ragione, che fin da subito vi innamorerete della città, dei suoi tanti palazzi storici e delle sue affascinanti vie arricchite da splendide costruzioni tipicamente nordiche e molte volte affiancate da strutture moderne davvero mozzafiato.

Tipiche abitazioni in città

Se avete deciso di trascorrere del tempo a Copenaghen, la prima cosa da fare sarà decidere come arrivare in città. All’aeroporto di Kastrup arrivano ogni giorni voli provenienti dall’Italia. Diverse compagnie low cost collegano il nostro paese a Copenaghen, offrendo  una vasta scelta di voli economici che, dato il breve viaggio, ben si prestano come alternativa alle due compagnie di linea: Alitalia e Scandinavia Airlines.

architecture
Gammel Strand: il bellissimo palazzo che un tempo ospitava la Borsa

Per chi proprio di volare non ne vuole sapere, esistono formule di viaggio in treno che vi porteranno fino al cuore della capitale danese.
Una volta trovato il vostro mezzo di trasporto per la città delle favole, non vi resterà altro che prenotare il posto giusto per dormire: il luogo adatto a voi e ai vostri compagni di viaggio per riposarvi dopo le bellissime escursioni per la città.

Giardini del Re a Rosenborg

A Copenaghen potrete trovare diverse formule d’alloggio interessanti e certe volte un po’ alternative. Ai tradizionali hotel, che poi non sempre tanto tradizionali si presentano, si affiancano una serie di opzioni interessanti, appetibili per i costi e per l’originalità. Oltre ad una svariata scelta di stanze private e B&B, in città potrete trovare degli appartamenti indipendenti che, se siete una famiglia numerosa o un bel gruppo di amici, risulterebbero oltre che vantaggiosi anche molto comodi.

Suggestivo portone

Molto affascinanti anche le soluzioni in loft, ma forse la sistemazione più eccentrica, caratteristica e romantica che potete trovare è in una houseboat: vere e proprie abitazioni galleggianti che vi rapiranno per la graziosità dei loro interni e la magnificenza delle viste che vi garantiranno durante la giornata.
Qualsiasi sia l’alloggio che troverete, non avrete da preoccuparvi di dove sia collocato in città. Copenaghen è una città davvero comoda, servita da moltissimi mezzi di trasporto pubblico. Autobus, metropolitana e treni collegano ogni punto della città in modo rapido e puntuale.

Bellissima imbarcazione al porto di Copenaghen

Allo stesso modo anche al vostro arrivo, troverete treni, corse della metro e bus che vi porteranno dall’aeroporto al centro città in breve tempo.
Tra i tanti mezzi di trasporto, tenendo comunque presente che essendo una città compatta e a misura d’uomo è bellissimo visitarla anche a piedi, potreste considerare di affittare una bicicletta: un mezzo ecologico, il più amato e utilizzato dai danesi. La bici è davvero il mezzo di trasporto più pratico e veloce per spostarsi in città; non avrete nessuna difficoltà a trovare luoghi in cui noleggiarne una per un giorno o per tutta la durata della vostra vacanza. Immaginatevi già a sfrecciare, rigorosamente sulle apposite piste ciclabili, dalla Sirenetta a Rosenborg, dal Museo Nazionale alla Ny Carlsberg Glyptotek o dal Tivoli all’orto botanico.

Parco dell’orto botanico

Copenaghen è anche una città da mangiare, parafrasando un noto spot televisivo… Come tutte le città del nord, offre una grande varietà di ottimi cibi, gustosi e calorici, che spaziano dal salato al dolce. Vi verrà spontaneo entrare in una delle tantissime panetterie per acquistare un bel dolce e mangiarlo mentre passeggiate lungo le vie della capitale.

Kanelsnegle
Kanelsnegle: girelle alla cannella

E non è tutto! La stupenda capitale danese  vi stupirà per la sua vita notturna, grazie alle decine di locali aperti nel centro città: bar, pub, club, discoteche, non manca proprio nulla per il divertimento serale. Potrete scegliere tra una vivace e movimentata  serata in discoteca o una più tranquilla  passeggiata in zona di Nyhavn tra i numerosi bar che si affacciano sul canale.

Bar in zona di Nyhav

Allora, vi siete già innamorati di Copenaghen? Munitevi di una mappa e  cercate i luoghi di interesse storico, artistico, culturale e gli scorci più belli da vedere: vivrete una vacanza indimenticabile.

La Sirenetta

“Lontano, in alto mare, l’acqua è azzurra come petali di bellissimi fiordalisi e trasparente come cristallo purissimo, ma è molto profonda, così profonda che un’anfora non potrebbe mai toccarne il fondo e bisognerebbe mettere uno sopra l’altro molti campanili prima di arrivare al fondo. Laggiù abitano le genti del mare”. 
Così ci racconta Hans Christian Andersen, della piccola sirena che per guadagnare l’amore di un bel principe rinuncia alla sua casa in fondo al mare, trasformandosi in ragazza tra mille peripezie.  Questo è quello che rappresenta  l’esile figura di bronzo che, su una roccia bagnata dal mare, volge il suo sguardo triste verso l’Oresund. La fanciulla danese più famosa del mondo è sicuramente la Sirenetta che accoglie i tanti turisti che arrivano dalla terra e dal mare.

La statua della Sirenetta

Museo nazionale Danese

Il museo Nazionale danese è il posto migliore da visitare per conoscere la storia e la cultura della Danimarca. I reperti conservati vanno dall’epoca preistorica a quella contemporanea con un’affascinante sezione dedicata al periodo classico e, al sempre suggestivo, antico Egitto. All’interno del museo avrete modo di vedere ceramiche, armi, rune, navi vichinghe e molti altri oggetti interessanti. Il museo si trova in Vestergade 10, nel pieno centro città, nelle vicinanze delle maggiori attrazioni e comodo a tutti i servizi. All’interno potrete aproffittare del ristorante che, grazie all’uso di prodotti a chilometro zero, offre una varietà di pietanze tipiche danesi.

viking-ship
Modellino di nave vichinga

Castello di Rosenborg

Il bellissimo castello di Rosenborg, romantica e imponente realizzazione dell’epoca rinascimentale, venne costruito nel 1606 per ospitare la famiglia reale fino al 1720. All’interno potete ammirare le collezioni reali tra cui le stupende le corone e le spade. I giardini del Re (Kongengens Have) che lo circondano sono incantevoli e vi stupiranno per l’ordine e la cura con cui vengono conservati. Il castello è aperto al pubblico e ospita un museo con le collezioni reali, particolarmente interessati i gioielli delle varie famiglie dei monarchi che si sono succedute nel corso degli anni.

Copenaghen-Castello-di-Rosenborg
Il Castello di Rosenborg e i giardini del Re

Amalienborg, il palazzo reale e la guardia reale

Lo splendido complesso di Amalienborg è composto da quattro  palazzi uguali che si affacciano alla piazza ottagonale sovrastata dalla statua equestre di Federico V. Inizialmente costruito per ospitare quattro nobili famiglie, fu invece, dal 1794, residenza della famiglia reale; ancora adesso, Sua Maestà Margherita II, vi risiede con la famiglia reale. Potrete assistere ogni giorno alla pittoresca e suggestiva, cerimonia del cambio della guardia. La parata parte ogni giorno alle 11.30 dal castello di Rosenborg e arriva ad Amalienborg per mezzogiorno.

Le guardie reali

Nyhavn

Nyhavn era in origine un porto commerciale dove attraccavano  navi provenienti da tutto il mondo. La zona era piena di marinai, donne di piacere, pub e birrerie. Oggi le suggestive case sono state ristrutturate e tantissimi bar e locande popolano quest’area.  L’abitazione al civico numero 9, è la più antica casa nella zona e risale al 1681 e, nonostante sia stata ristrutturata, il suo design non è stato alterato.
 H.C. Andersen viveva a  Nyhavn, proprio come tantissimi artisti famosi. Mentre viveva qui, lo scrittore simbolo di Copenaghen,  scrisse le famose fiabe ‘l’acciarino’ e ‘la principessa sul pisello’.

copenhagen
Il quartiere di Nyhavn

Opera Haus di Copenaghen

L’Opera Haus di Copenaghen è l’avveneristico teatro dell’opera che fu donato dalla famiglia Moller allo stato danese e inaugurato nel 2005.  La struttura è davvero imponente con la suasuperficie di 41.000 mteri quadri 14 piani, di cui 4 sono sotterranei. Numerosi artisti danesi hanno realizzato delle opere che hanno contribuito al prestigio dell’edificio: Kirkeby ha realizzato quattro bassorilievi in bronzo, e l’artista danese-islandese Eliasson  ha realizzato invece le sculture dell’ingresso.

Copenaghen_Opera_House
Opera Haus di Copenaghen

Giardini di Tivoli

I Giardini di Tivoli sono uno dei parchi divertimento più antichi e famosi d’Europa, si trovano in zona centrale, con uno svariato numero di attrazioni e giochi adatti a tutte le età. Il parco venne fondato nel 1843 e inizialmente chiamato “Tivoli & Vauxhall”. All’interno del parco è possibile ammirare le antiche costruzioni e il laghetto e il Teatro della Pantomima costruito in stile cinese con il particolare sipario a forma di coda di pavone. Da non perdere il “Tivoli Aquarium”, la “Glass Hall” e le tante esibizioni della “Tivoli Boys Guard”. Se cercate un’ambientazione da favola al parco Tivoli troverete quello che fa per voi!

cultura
Il parco Tivoli visto dall’alto

Fontana di Gefion

L’imponente fontana di Gefion narra il mito della dea Gefjun, sotto le spoglie di una girovaga, aveva sedotto il re Gylfi di Svezia che volle ricompensarla con tanta terra quanta ne avrebbero arata quattro buoi in un giorno e una notte. Gefjun, presa dall’ingordigia, trasformò i suoi quattro figli in buoi e li fece scavare con così tanta forza che il terreno venne invaso dall’acqua del mare. La terra scavata fu poi trascinata verso Ovest, in Danimarca, dove andò a formare l’isola della Zelanda, dove sorge Copenaghen.  La Fontana di Gefion si trova nelle vicinanze della celebre statua della Sirenetta e della chiesa di St. Albans. La struttura circolare è sovrastata dalla figura della dea che reca sul capo un particolare diadema con un motivo circolare che è una classica decorazione vichinga. Bellissimo il serpente attorcigliato in un angolo e le teste umane ai piedi della statua che spruzzano acqua dalla bocca.

Fontana di Gefion

Round Tower – Rundetarn

La Round Tower è il più antico osservatorio astronomico funzionante in Europa. La Danimarca vanta un grandissimo astronomo, Tycho Brahe; quando Brahe morì nel 1601, il re Cristiano IV si impegnò per continuare le sue di ricerche in campo astronomico e  diede ordine di  costruire questa torre. Oggi  non viene più utilizzata per la ricerca, ma rimane un luogo molto frequentato da appassionati di astronomia e meta per molti turisti. Sulla cima della torre si trova una piattaforma esterna dalla quale si gode la vista della città. Lungo la salita è possibile visitare l’ex biblioteca dove un tempo era conservata l’intera collezione di libri dell’università; oggi questa stanza viene utilizzata per mostre temporanee.

Copenaghen vista dalla Rundetarn

Christiania

L’obiettivo di Christiania è quello di costruire una società autonoma in cui ogni individuo è libero di esprimersi sotto l’autorità della comunità: con questi intenti, venne fondata nel 1971 da un gruppi di hippie che occupò alcuni edifici militari dismessi, la città di Christiania; diventata la più grande comune d‘Europa nonchè l’unica ancora esistente. Christiania è autonoma e indipendente, è in tutto auto-amministrata. All’interno troverete una cinquantina di locali praticano attività artigianali, culturali, teatrali. A Christiania c’è tutto: l’asilo, la panetteria, la tipografia, cinema, bar e ristoranti. Una passeggiata a Christiania è imperdibile, tra case colorate di graffiti e i locali  che animano le sue strade, troverete sicuramente un bel posticino dove passare una serata alternativa.

christiania
Uno dei murales a Christiania