Se avete deciso di trascorrere la prossima vacanza nella capitale tedesca, sia che fermiate soltanto tre giorni che per una settimana, vi sarete subito chiesti cosa vedere a Berlino. Il segreto per il buon esito di una vacanza, infatti, è non farsi trovare mai impreparati. La cosa migliore da fare è cominciare a studiare la città e stilare il proprio itinerario inserendo, giorno per giorno, le attrazioni ed i monumenti della città che non volete perdervi.

La vostra vacanza in realtà comincerà subito dopo essere atterrati in uno dei due aeroporti di Berlino, l’aeroporto internazionale di Berlino-Tegel, che porta il nome di Otto Lilienthal, e  l’aeroporto internazionale di Berlino-Schonefeld. Inoltre, presto Berlino sarà servita da un unico aeroporto, quello di Berlino-Brandeburgo, che dovrebbe aprire nel 2015 e che vanterà il primato dell’aeroporto più grande e tecnologico di tutta l’Europa.

Per quanto riguarda il sistema ferroviario, la città è servita da diverse stazioni anche quella di Hauptbahnhof resta la più bella della capitale, oltre che la più moderna stazione ferroviaria di tutta la capitale europea, con tanto di negozi per fare shopping e ristoranti per gustare i piatti tipici della cultura berlinese.

A proposito di cucina, Berlino offre una varietà di piatti davvero notevole, con uno stile non ben definito dal momento che vi si possono trovare influenze delle culture culinarie francesi, polacche ma anche turche. Si tratta, dunque, di una cucina dai sapori internazionali, che saprà accontentare anche i palati più difficili. Tra i piatti più famosi possiamo ricordare le polpette, il currywurst,  una gustosa salsiccia con un sughetto al curry,  la Bulette (un tipo di pasta ripieno con un preparato a base di carne) oppure un kebab turco (Doner) che farcisce una squisita focaccia, con aggiunta di altra carne e salse varie. Anche le patate sono spesso presenti nei menù in diversi modi: a forno, fritte, bollite, puré, gnocchi ed arrosto. Fra i dolci possiamo ricordare gli strudel alle mele e le Berliner Ball, delle succulente Krapfen con creme varie.

Se, invece, la giornata è più calda del previsto e avete voglia di una bella birra fresca, siete proprio nel posto giusto. Berlino offre diverse varietà di birra, chiara, scura, forte o leggera, al sambuco, con sciroppo ed anche fruttata, con colori fluorescenti. Si tratta probabilmente di uno dei punti forti della cultura enogastronomica berlinese.

Cosa-mangiare-a-Berlino
La famosa birra di Berlino

Se il troppo caldo non lo sopportate, ma neanche il troppo freddo, e vi state chiedendo quale sia il periodo migliore per recarsi a Berlino, lasciatevi consigliare da noi. La primavera, con le sue temperature miti di giorno e fresche di notte, costituisce la stagione ottimale per visitare la città, anche se il mese di Agosto tutto sommato non è poi così torrido. Dal momento che si tratta del periodo più gettonato aspettatevi di dover pagare qualcosa in più del previsto sia per i voli o voli low cost che per l’hotel.

Anche gli hotel, infatti, approfittano della forte domanda per cercare di guadagnare qualche euro in più. L’offerta però è molto vasta, quindi potrete scegliere in quale struttura soggiornare, quanto spendere e quanto vicino stare alle principali attrazioni di Berlino. Se non volete spendere molti soldi, e viaggiate in gruppo o il vostro nucleo familiare è numeroso, potrete affittare un appartamento a Berlino per vivere la vostra vacanza come se foste a casa vostra con tutte le comodità a cui siete abituati.

La vicinanza ai principali monumenti e luoghi turistici in realtà non è molto importante ed è comunque un capriccio che va pagato. In alternativa, potrete scegliere di riposarvi in hotel un po’ meno centrali dal momento che grazie al fitto sistema metropolitano si può raggiungere ogni angolo della città in modo molto rapido.

Il sistema di trasporto di Berlino, infatti, è davvero molto efficiente e la metropolitana ne è un valido esempio sia per quanto riguarda la S-Bahn, metropolitana di superficie, che per la U-Bahn, metropolitana sotterranea. La rete è composta molte linee con diversi nodi di interscambio ed integrazione anche con le fermate degli autobus e del tram.

Metropolitana-di-Berlino
Insegna di una stazione della U-Bahn della metropolitana di Berlino

Se pensate che per poter vedere dal vivo tutto questo dovete spendere una fortuna vi sbagliate. Esistono, infatti, diversi portali che vi consentono di confrontare i prezzi di hotel e voli, aiutandovi a scegliere la soluzione di conveniente.

Detto ciò, procuratevi una mappa di Berlino e cominciate a segnare sopra quei monumenti o luoghi di particolare interesse che desiderate visitare ad ogni costo. Di seguito vi proponiamo una selezione di quelli che a nostro avviso sono i luoghi e le attrazioni da non perdere.

Porta di Brandeburgo

Si tratta di uno dei simboli più famosi delle città di Berlino, oltre ad essere molto amato dai cittadini per il significato che si cela dentro le sue mura e nella Quadriga che è stata riportata a Berlino nella sua attuale posizione dopo che Bonaparte l’aveva confiscata alla Germania come bottino di Guerra. La Porta di Brandeburgo è il frutto dell’abile mente di Carl Gotthard Langhans, che ne schizzò il progetto ispirandosi all’Acropoli di Atene. I lavori per costruire tale monumento iniziarono nel 1788 e terminarono nel 1791. Probabilmente è uno dei monumenti di Berlino più suggestivo.

La-Porta-di-Brandeburgo-di-Berlino
Facciata della Porta di Brandeburgo di Berlino

I musei di Berlino

Non rientrano certamente fra i monumenti di Berlino, ma i musei della città sono senza alcun dubbio una delle istituzioni berlinesi più apprezzate. Non parliamo di un paio di strutture ma di più di 100 musei che abbracciano praticamente ogni tipo di disciplina, spaziando dalle scienze naturali al mondo erotico. I musei sono distribuiti in modo capillare sul territorio anche se il quartiere che conta un maggior numero di strutture è il Mitte. Giusto per darvi qualche idea potete visitare l’Altes Museum, il Neues Museum, il Museum fur Naturkunde oppure il Gay Museum.

I-Musei-di-Berlino
Facciata principale del Museum fur Naturkunde di Berlino

Il Duomo di Berlino

Questa cattedrale protestante rappresenta per ovvie ragioni un altro simbolo della città e rientra senza alcun dubbio fra i monumenti di Berlino. Si tratta di un’opera che sfoggia senza indugi nei suoi tratti architettonici lo stile tipico del Rinascimento Italiano. La cattedrale offre diversi punti di interesse al suo interno e per chi fosse interessato potrà pure salire ben 270 gradini per raggiungere la Galleria del Duomo. Dalla Galleria, posta ad una quota di 114 m, si può apprezzare un panorama unico di Berlino e del quartiere Mitte.

Il-Duomo-di-Berlino
Una vista panoramica del Duomo di Berlino

L’East Side Gallery

Questo tratto del Muro di Berlino lungo ben 1 chilometro e 300 metri, che ricade nel territorio di Mühlenstrasse, a lato del fiume Sprea, nella ex zona est di Berlino, viene considerata come una sorta di museo a cielo aperto, una vera e propria galleria d’arte che ospita più di cento opere di pittura murale davvero molto originali. Un tentativo, pienamente riuscito, di trasformare un pezzo della triste storia della città divisa in due, in suggestive opere d’arte realizzate da artisti di tutto il mondo.

La-East-Side-Gallery-di-Berlino
Una delle opere della East Side Gallery di Berlino

Lo Zoo di Berlino

Si tratta di uno dei giardini zoologici più belli e grandi del mondo questo luogo è ciò che fa per voi. Lo Zoologischer Garten di Berlino, che ovviamente non rientra fra i monumenti di Berlino, assume una notevole importanza per gli amanti della natura e del mondo animale, grazie alle numerose specie che vivono dentro habitat appositamente creati. Se volete trascorrere una giornata piacevole, immersi nella natura, gradevole anche se avete dei bambini, non potete dunque partire senza aver prima visitato lo zoo, vicino anche al grande parco Tiergarten.

Lo-zoo-di-Berlino
Uno degli animali all’interno dello zoo di Berlino

Reichstag

Si tratta dell’edificio in cui ha la sede il Parlamento federale tedesco, il cosiddetto Bundestag. L’ultimo restauro, quello del 1995 che porta la firma di Sir Norman Foster, è famoso per aver aggiunto al Reichstag una cupola di vetro proprio sopra la sala plenaria. Come gran parte delle opere di successo, anche questa all’inizio non fu giudicata positivamente, ignari del fatto che quella volta di cristallo sarebbe in poco tempo diventata uno degli emblemi di Berlino.La visita è molto gradevole, soprattutto la salita a spirale che vi condurrà fino alla cupola di cristallo e sulla terrazza panoramica, dalla quale si potrà ammirare un panorama mozzafiato del Tiergarten.

Il-Reichstag-di-Berlino
Il Reichstag di Berlino di notte

Lo Bundeskanzleramt

E’ costituito da un insieme di edifici, che nel loro insieme danno vita ad un contesto davvero spettacolare, così come volevano gli architetti Axel Schultes e Charlotte Frank che lo hanno progettato. Si tratta di uno degli edifici del Governo tedesco ed in particolare ospita la cancelleria federale. La struttura si presenta con un look decisamente moderno ed innovativo , con facciate in vetro che, oltre ad illuminare gli interni, alleggeriscono in modo sorprendente l’intero edificio. La visita di questo luogo è consigliata soprattutto a settembre quando vi è la Tag der offenen Tür, Giornata delle porte aperte, in cui si può entrare liberamente e visitare il centro.

Alexanderplatz

Si tratta di una delle più famose piazze della città di Berlino, oltre che la più grande piazza della città intera. L’Alexanderplatz deve la sua fortuna ad almeno tre peculiarità che la distinguono dalle altre piazze di Berlino: la torre della televisione Fernsehturm, detta anche Tele-spargel, un’imponente torre in calcestruzzo alta 365 metri che emette il segnale audio visivo di molte emittenti, costruita come già detto con le influenze ed i gusti della Germania dell’Est. Molto importanti sono anche il Weltzeituhr, un orologio famoso perché segna l’ora di tutto il mondo, e la Brunnen der Volkerfreundschaft, cioè la Fontana dell’amicizia fra i popoli.

Alexanderplatz-di-Berlino
Vista dell’Alexanderplatz di Berlino

La  Funkturm (Torre della Radio)

Oltre alla torre della televisione, a Berlino potrete ammirare anche la torre della Radio, nota ai tedeschi come  Funkturm. Si tratta di una costruzione in acciaio alta 150 metri, terminata nel 1926, che serviva a migliorare il segnale radiofonico della capitale tedesca. Tale struttura, che si ispira palesemente alla signora d’acciaio di Parigi, la Tour Eiffel, è stata progettata da Heinrich Straumer ed ha un ristorante panoramico all’altezza di 50 metri, mentre per apprezzare un belvedere mozzafiato bisogna salire alla vertiginosa altezza di 126 metri.

La stazione di Hauptbahnhof

La stazione centrale di Berlino, sia per grandezza che per importanza, non è soltanto nota come terminal ferroviario ma ha assunto, grazie al suo stile innovativo ed al suo design futuristico, un’importanza rilevante anche sotto il punto di vista turistico, rientrando di diritto nella Top Ten delle cose da vedere a Berlino. Una struttura rivestita in vetro, inondata dalla luce, dalle proporzioni imponenti, saprà stupirvi nei suoi dettagli ed inoltre potrete fare shopping fra i 50 negozi distribuiti su tre piani.

Metropolitana-di-Berlino
Insegna della S-Bahn della metropolitana di Berlino

Hackesche Höfe

Si tratta di un insieme di otto cortili, comunicanti fra loro, situati vicino alla stazione della metropolitana di Hackescher Markt. Gli Hackesche Höfe rappresentano una delle meglio riuscite opere dedicate alla Berlino Nuova, con gallerie commerciali, bar e ristoranti dove si possono gustare i piatti della tradizione culinaria berlinese ed internazionale, locali di tendenza ed appartamenti, riuscendo a coniugare in modo impeccabile la vita domestica, con luoghi di lavoro e di divertimento.

Gli-Hackesche-Höfe-di-Berlino
Facciata esterna degli Hackesche Höfe

Il Kulturforum

Se cercate un luogo dove l’arte è la protagonista assoluta, allora il Kulturforum è il posto giusto per voi. Si tratta di un complesso di edifici dedicati alla cultura ed all’arte come la Neue Nationalgalerie, la Gemäldegalerie, il Kunstgewerbemuseum o la Staatsbibliothek, per gli italiani rispettivamente la Nuova Galleria nazionale, la Galleria dei dipinti, il Museo delle Arti e dei Mestieri o la Biblioteca di stato.

La Gendarmenmarkt

Se l’Alexanderplatz vanta dimensioni considerevoli e diversi punti focali di particolare interesse, la Gendarmenmarkt (mercato dei Gendarmi) è la piazza più bella della nazione. Una volta giunti nella piazza di possono visitare anche il Deutscher Dom e il Franzosischer Dom, oltre a poter cenare in uno dei tanti ristoranti della zona.