Asti è un comune piemontese, capoluogo dell’omonima provincia. Questa città è sicuramente la terra di tanti prodotti enogastronomici di livello altissimo, tra cui spicca il buon vino, ma è anche un’area densa di storia e bellissimi luoghi da visitare, dove arte e storia si sono unite per dare vita a splendidi monumenti e palazzi.

Scopriamo, dunque, insieme il meraviglioso territorio di Asti e della sua provincia.

Piazza Vittorio Alfieri ad Asti
Piazza Vittorio Alfieri ad Asti

Cosa vedere

Asti era un antico insediamento romano, di cui rimangono a memoria le sue mura e la Torre rossa, realizzata in età augustea, costruita in mattoni rossi, da cui il nome. La bella città ha mantenuto in buona parte il suo nucleo medievale, sottolineato dalle strette vie con i resti delle case-forti e delle torri, che le conferisce un’affascinante atmosfera.

La parte più antica della città è il Recinto dei nobili che un tempo ospitava le caseforti e le torri delle famiglie astigiane più potenti.

asti_piazza_roma_torre_comentina
La torre Comentina

Bella da vedere, in piazza Roma, la Torre dell’orologio, risalente al XIII sec, che con i suoi 38 metri di altezza, sovrasta il palazzo de Medici. La torre, conosciuta anche con il nome di “Comentina”,  è stata il fulcro della vita di Asti: con il suo orologio si segnava l’ora ufficiale degli atti pubblici e si regolavano tutti gli orologi della città. Un’altra bella torre da vedere in città e quella dei Guttuari, in piazza Statuto.

La cattedrale di S. Maria Assunta, risalente al XIV secolo, è una splendida testimonianza dell’arte gotica trecentesche in Piemonte. Si presenta con i suoi tre portali coronati da tre rosoni nella parte superiore e all’interno, imperdibili, gli affreschi e le pitture di Gandolfino d’Asti, Carlo Innocenzo Carlone e Moncalvo; interessante anche il tesoro con gli arredi sacri ed il coro ligneo settecentesco.

Guida di Asti
Torre dei Guttuari

Bellissima anche la chiesa gotica di S. Secondo, dedicata al patrono della città e risalente al XIII-XIV secolo e l’antica cripta dell’VIII secolo.

Nei pressi della chiesa potrete ammirare anche Palazzo Alfieri, uno dei più conosciuti edifici di Asti in cui nacque il poeta Vittorio Alfieri. Si tratta di un bel palazzo in stile barocco, situato in corso Alfieri, nel rione Cattedrale ed è la sede del Centro Nazionale Studi Alfieriani.

Tra i luoghi sacri in città, bella anche la chiesa di Santa Maria Nuova, di origine romanica ma ricostruita nel XIV secolo e ristrutturata poi successivamente. All’interno della chiesa si può ammirare una tavola di Gandolfino d’Asti.

Guida di Asti
Cattedrale di S. Maria Assunta

Di particolare interesse anche la cripta di Sant’Anastasio inserita nell’omonimo complesso museale. All’interno del complesso è stato realizzato il museo di Sant’Anastasio con interessanti reperti provenienti dalla chiesa gotica della Maddalena e da molti altri siti locali.

Interessante da visitare anche la Pinacoteca civica che espone opere dal ‘500 all’800 e si trova presso la sede di Palazzo di Bellino, originariamente una casa-forte medievale.

Se vi resta ancora un po’ di tempo potreste fare una visita al borgo S. Pietro, quartiere a nord-ovest della città, dove si trova la Certosa d’Asti o certosa di Valmanera che ospita un Laboratorio di restauro noto come “Arazzeria Ugo Scassa”, in cui potrete ammirare diversi arazzi che ripropongono importanti opere di artisti italiani e stranieri tra cui De Chirico, Kandinskj, Matisse e Mirò.

Certosa_di_Valmanera_porticato
Certosa di Valmanera

Cosa vedere in provincia di Asti

Se volete fare una gita fuori porta, vi consigliamo di fare visita alla bella cittadina di Nizza Monferrato, che vi accoglierà con il suo bel centro storico con Palazzo Baronale Crova, Palazzo de Benedetti e la bella Piazza Martiri di Alessandria, il cuore della città.

Tra gli altri paesetti fuori città vi ricordiamo Mombaruzzo, famoso per la produzione degli amaretti; la piccola cittadina di Moncalvo, con i suoi palazzi nobiliari e le  chiese; Albugnano, detta “tetto del Monferrato”, perché grazie alla sua invidiabile posizione, da questa cittadina si gode un’incredibile vista sulle colline che precedono le Alpi.

Moncalvo-teatro_civico3
Il centro di Moncalvo

Eventi di Asti

Se volete organizzare la vostra visita ad Asti in concomitanza degli eventi più caratteristici, vi farà comodo sapere che la quarta domenica del mese di Settembre, a Cocconato d’Asti, si tiene il Palio degli asini che viene disputato dalle contrade del paese ed è preceduto da un corteo rievocativo con tanti figuranti vestiti con costumi d’epoca.

La rievocazione narra le vecchie leggende legate alla storia medioevale del luogo. Al vincitore va il Palio, ovvero un drappo di raso dorato con le insegne dei Radicati, mentre all’ultimo spetta la saracca (acciuga). Per la cronaca, gli asini non sono cavalcati ma semplicemente incitati a correre dai fanti.

Tra le altre manifestazioni,  merita di essere nominata la fiera regionale del tartufo, che si tiene a metà novembre, dove potrete degustare e acquistare prodotti tipici, buoni vini astigiani, verdure autunnali e anche interessanti utensili da cucina, come la famosa Trifula per affettare.

La manifestazione più importante è il Palio di Asti, che si tiene verso fine settembre e che comprende un ricco programma con un corteo di sbandieratori, un mercatino con bancarelle medievali e la tradizionale corsa. Il corteo parte da Piazza Cattedrale e giunge a Piazza Alfieri, passando per le piazze più importanti del centro.

PalioAsti-1346849819
Palio di Asti

Come arrivare in città

In auto:

  • Da Milano e Genova: Autostrada A7 sino a Tortona; raccordo con Autostrada A21 in direzione Torino con uscita al casello di Asti Est.
  • Da Bologna: dall’Autostrada Adriatica A14 continuare sull’Autostrada del Sole A1, in prossimità di Piacenza continuare sull’Autostrada A21 in direzione Torino con uscita al casello di Asti Est.
  • Da Torino: Autostrada A21 con direzione Asti ed uscita al casello di Asti Ovest.
  • Da Aosta: Autostrada A5 Aosta – Torino, proseguire per l’ Autostrada A21con uscita al casello di Asti Ovest.

In treno: scendendo direttamente alla stazione di Asti.

In aereo: l’aeroporto più vicino e quello di Torino che dista 60 km dalla città.