La foresta di Montarbu è una delle mete turistiche più importanti della provincia di Ogliastra in Sardegna, dove si possono trovare diverse aree attrezzate ed accoglienti infrastrutture raggiungibili attraverso sentieri suggestivi.

Fra le altre cose, all’interno della foresta di Montarbu è possibile visitare un piccolo museo floro-faunistico che mostra una collezione di reperti naturalistici e storico-archeologici rinvenuti nel comprensorio forestale.

foresta-di-montarbu-ogliastra
Un nuraghe della foresta di Montarbu

Descrizione della Foresta di Montarbu

La foresta di Montarbu si estende su una superficie totale pari a 2700 ettari, di cui circa 1700 costituiscono il nucleo più antico rappresentato da un bene ex-ademprivile ceduto dalla Cassa di Credito Agrario di Cagliari all’azienda di Stato per le foreste demaniali, incassando circa un miliardo del vecchio conio.

All’interno della foresta di Montarbu vi sono diverse aree di particolare interesse naturalistico ma anche archeologico così come si può facilmente evincere visitando la falesia calcarea del Tonneri, che termina in modo magistrale con la cima del Margiani Pubusa, alta ben 1324 metri. Molto importante anche il parco archeologico di S’Orgioloniga, visitando il quale si può scoprire quel che resta di una fonte sacra e di un antico insediamento nuragico con il cosiddetto Nuraghe di Analù.

La foresta di Montarbu si caratterizza anche per la presenza di numerosi corsi d’acqua fra cui meritano di essere ricordati il Flumendosa, che peraltro costituisce il limite fisico occidentale della foresta, ma anche il rio Ermolinos, il Liscerzu ed il rio Funtana d’Oru, tutti a carattere perenne e che sorgono dall’imponente massiccio calcareo.

foresta-di-montarbu-ogliastra
Alcuni sentieri della foresta di Montarbu

La fauna della Foresta di Montarbu

Il patrimonio faunistico del complesso forestale è molto prezioso e per tale motivo che nel 1980 la foresta di Montarbu è stata proclamata oasi di protezione faunistica. Fra le specie animali più importanti si ricordano il caratteristico Muflone, che si può facilmente incontrare mentre pascola con il suo branco, oppure l’aquila reale ed il gatto selvatico. Se questi pregiati esemplari non fossero sufficienti a placare la vostra cultura faunistica, sappiate che la foresta di Montarbu ospita anche il falco pellegrino, lo sparviero, il grifone, il nibbio, l’aquila del Bonelli, alcuni esemplari dell’avvoltoio monaco ed il ghiro.

foresta-di-montarbu-ogliastra
Alcune specie faunistiche della foresta di Montarbu

La flora della foresta di Montarbu

Il patrimonio vegetale che predomina all’interno del complesso forestale è senza dubbio legato alla macchia mediterranea con boschi di leccio, tasso, agrifoglio ed acero. L’area forestale ospita anche diversi esempi di leccio monumentale, fra cui potrete ammirare un vero e proprio monumento vegetale noto come s’Ilixi ‘e Canali. Oltre ad alcuni endemismi, la foresta di Montarbu vanta la presenza dei cosiddetti paleoendemismi, cioè specie molto antiche che rischiano l’estinzione.