La fontana Fraterna è un’elegante fontana pubblica della città Isernia nonché il simbolo del luogo stesso. Questa è stata celebrata anche dalla enciclopedia Treccani fra le più belle della penisola.

Il nome di questa fontana deriva dal fatto che sorgeva nello stesso rione in cui aveva sede la Confraternita Istituita nel 1289 dal futuro papa Celestino V. Inizialmente posta a ridosso della cattedrale di Isernia, questa fontana nasce dalla fusione di due fontane preesistenti.

Questa cambiò sede più volte: in un primo momento venne spostata di qualche metro più in basso e fino al 1943 non venne più toccata. In quell’anno, però, un violento bombardamento alleato inflisse duri danni alla città di Isernia e alla fontana, che fu spostata per essere ristrutturata e definitivamente trasferita nella sua attuale sede di piazza Celestino V, che è il cuore della città molisana ed una delle più grandi e belle piazze della città di Isernia, in onore dunque del papa che volle questa fontana.

La sua forma va a ricordare delle logge, realizzata con dei grossi blocchi di pietra calcarea compatta. In antichità la fontana si trovava di fronte la chiesa della Concezione, ma dopo un bombardamento alleato nel 1943 è stata portata in piazza Celestino V
La fontana Fraterna di Isernia

Descrizione

La fontana si presenta composta da blocchi di pietra locale, che provengono dalla demolizione di alcuni palazzi della città. I particolari che saltano subito all’occhio sono i sei principali archi a tutto sesto. Le laterali colonne sono ottagonali, mentre le altre sono circolari.

Sui conci della base è visibile un’incisione che riporta AE PONT, indizio che fa pensare che questo blocco di pietra derivasse da una estrazione di una parte della tomba di Ponzio Piliato, leggenda che non ha mai trovato fondamenti.

La cosa che lascia molto stupefatti è appunto la scelta di unire molti blocchi derivanti da luoghi diversi e di epoche diverse, cosa che non lascia alcun indizio della precisa costruzione della fontana.

La cosa che lascia molto stupefatti è appunto la scelta di unire molti blocchi derivanti da luoghi diversi e di epoche diverse
Un particolare costruttivo della Fontana Fraterna di Isernia

Come arrivare

La fontana si trova in Piazza Celestino. Dalla stazione si può raggiungere sia a piedi che in macchina seguendo lo stesso percorso. Dalla stazione percorrere corso Garibaldi fino all’incrocio con Piazza Tullio Tedeschi, da li proseguire seguendo via Lo Russo che si porta direttamente fino alla piazza dove è situata la fontana.