Fatima è una località portoghese che appartiene al comune di Ourém ed è molto conosciuta per le apparizioni mariane avvenute agli inizi del secolo scorso. La vita della cittadina ed il turismo, in genere, ruota attorno al Santuario dedicato alla Nostra Signora del Rosario, che sorge sul luogo in cui avvennero le apparizioni.

Nel 1917, tre giovanissimi pastori, raccontarono di aver visto apparire una signora vestita di bianco con in mano un rosario e che riconobbero essere la Vergine Maria. Le apparizioni si ripeterono cinque volte, dal 13 maggio fino al 13 ottobre e avvennero tutte in un luogo chiamato Cova da Iria.

Fatima è una meta per i pellegrini di tutto il mondo, soprattutto nel periodo tra maggio e ottobre, quando si ricordano le apparizioni. In particolare il dodicesimo e il tredicesimo giorno di questi mesi sono i momenti in cui i pellegrinaggi al santuario sono più frequenti. Le giornate sono caratterizzate da riti,  processioni notturne con fiaccole e candele e numerose messe che vengono svolte all’aperto sul grande sagrato.

Cosa vedere a Fatima

Durante la vostra permanenza a Fatima potrete approfittarne per visitare alcune attrazioni davvero interessanti: troverete mete legate alla vita religiosa e attrazioni storiche e naturalistiche di grande importanza. Ad esempio a soli 3 chilometri da Fatima si trova il borgo di Aljustrel con le case in cui sono vissuti i pastorelli. Le abitazioni sono rimaste intatte e vi faranno capire qual’era il tenore di vita dei bambini e lo stile di allora. Inoltre, vedere le abitazioni dei pastorelli, vi farà capire com’era la vita a Fatima prima della Costruzione della Basilica.

Da non perdere, inoltre, la Stazione della Croce con le sue 14 cappelle, il Castello di Ourém, il Convento di Cristo considerato dall’Unesco Patrimonio dell’Umanità, il Monastero di Batalha, le Grotte della Moeda di San Michele e le Grotte Alvados, situate a pochi chilometri di distanza da Fatima.

fatima-227255_1280
La basilica di Nostra Signora del Rosario

Il Santuario e i luoghi di culto

Il Santuario è il punto di maggiore interesse della città e comprende la basilica di Nostra Signora del Rosario, il Recinto delle preghiere e la famosa Cappella delle Apparizioni. La basilica sorge nel luogo in cui i pastorelli incontrarono la Vergine Maria: l’opera è stata progettata dal famoso architetto olandese Gerard Van Kriechen e fu completata dall’architetto João Antunes.

I lavori di realizzazione della basilica iniziarono il 13 maggio 1928, esattamente 11 anni dopo la prima apparizione e furono ufficialmente conclusi il 7 ottobre 1953, giorno in cui avvenne la consacrazione della basilica.

L’imponente edificio misura 70,5 metri di lunghezza e 37 di larghezza ed è stato costruito interamente in pietra. Il campanile è alto 65 metri ed è sormontato da una grandissima corona in bronzo che pesa ben 7.000 chili. All’ingresso della Basilica, sopra la porta principale, potrete vedere un mosaico che rappresenta la Santa Trinità che incorona la Madonna.

La struttura neoclassica della basilica è caratterizzata da grandi portici monumentali e si affaccia sulla piazza antistante, luogo d’incontro per i fedeli. Il Monumento al Sacro Cuore di Gesù è stato realizzato ne 1932 e domina la piazza, mentre in prossimità dell’ingresso al santuario potrete vedere il Monumento al Muro di Berlino, composto da un pezzo del muro  donato da un portoghese emigrato in Germania.

La Cappella delle Apparizioni è il luogo più visitato di Fatima e non è altro che una piccola tettoia che protegge una colonna bianca che simboleggia il luogo dove si trovava, nel 1917, un piccolo albero davanti al quale apparve per la prima volta la Vergine. L’alberello fu distrutto negli anni passati dai pellegrini che passando ne prendevano un pezzo come souvenir e  come simbolo di buon auspicio.

dsc03878
Castello de Ourém

Castello de Ourém

Il Castello de Ourém sorge nell’omonima cittadina ed è una delle architetture più interessanti che potrete vedere nei dintorni di Fatima. Si tratta si una delle opere più innovative dell’architettura militare portoghese del XV secolo. La fortificazione si presenta molto compatta con sistemi di difesa particolarmente  innovativi per il tempo, tra cui spiccano  due grandi torri pentagonali che fungevano da baluardi.

Dietro alle grandi torri potrete vedere il palazzo che ospitava i Conti,  comunicante con i baluardi  e che assomiglia ad una torre. Il castello fu realizzato per volere del Conte di Ourém, nipote di Nuno Álvares Pereira. Ourém è una splendida cittadina fortificata, ideale per una piacevole passeggiata.

Convento dell’Ordine di Cristo

Il Convento dell’Ordine di Cristo si trova a Tomar e fu, originariamente, una fortezza appartenente ai cavalieri templari, costruita attorno al 1160 in seguito alla legalizzazione dell’istituzione religiosa, fondata da due cavalieri francesi, che aveva lo scopo di affiancare i pellegrini che si recavano in Terra Santa per pregare davanti al Santo Sepolcro.

Presto il castello divenne un’importante stazione nel sistema difensivo creato dai templari per proteggere i confini dall’aggressione dei Mori. La chiesa rotonda (rotunda) del castello venne eretta nella seconda metà del dodicesimo secolo seguendo le fattezze della Cupola della Roccia a Gerusalemme e del Santo Sepolcro.

Dopo la soppressione dell’ordine dei templari il convento venne occupato dal nuovo Ordine di Cristo, un movimento portoghese discendente dall’ordine templare. Tra i membri più importanti vi era il principe Enrico il Navigatore che si occupò di far realizzare chiostri ed altri edifici ed incentivò numerosi miglioramenti urbanistici  dell’interra cittadina.

A fine 1400, con Manuele I, ulteriori miglioramenti furono apportati alla struttura e alla chiesa circolare venne aggiunta una nuova navata. Il castello ed il Convento di Cristo sono un bell’insieme di stili romanico, gotico, manuelino e rinascimentale. I capitelli delle colonne, ad esempio, sono in stile romanico e mostrano motivi animali e vegetali.

All’interno della chiesa potrete ammirare una splendida decorazione caratterizzata da sculture, dipinti gotici e statue policrome dei santi e degli angeli. La navata interna è molto affascinante, con gargoyl, guglie gotiche, statue, motivi a corda, una croce dell’Ordine di Cristo e lo stemma di Manuele I.

Il Convento ha un totale di otto chiostri, costruiti nel quindicesimo e sedicesimo secolo. Il Convento dell’Ordine di Cristo è davvero una meta imperdibile, da gustarsi con calma e molta attenzione perché composto da tantissimi particolari di notevole pregio storico e artistico.

Convento_Cristo_December_2008-8
Convento dell’Ordine di Cristo

Le Grotte della Moeda

Le Grotte della Moeda in San Mamede, si trovano molto vicino a Fatima, a solo 2 chilometri e furono scoperte nel 1971 da due cacciatori che cercavano di catturare una volpe. I due, entrati in un burrone, decisero di esplorarlo in tutta la sua estensione, fu così che scoprirono l’antro della grotta, quello che oggi viene chiamato “Sala del Pastore”.

Questo luogo è pieno delle più fantasiose formazioni calcaree che la natura poteva regalarci. Furono proprio i due cacciatori, presi dallo stupore e dalla curiosità, a portare alla luce il resto delle sale e delle gallerie che oggi costituiscono le Grotte della Moeda.

I nomi attribuiti alle sale rappresentano molto bene quello che potrete vedere all’interno di questa spettacolare grotta: Presepe, Pastore, Cascata, Vergine, Cupola rossa, Marittima, Cappella incompiuta, Torta di nozze, Volta rossa e Fontana delle lacrime.

Le grotte sono molto agevoli, i percorsi sono semplici, illuminati e adatti anche ai piccoli. Per visitare le grotte è necessario l’accompagnamento da parte di una guida, compresa nel prezzo del biglietto d’ingresso. Molti alberghi forniscono un servizio navetta che porta alle grotte, proprio perché questo sito è una delle mete turistiche più interessanti nelle vicinanze di Fatima.