Il Duomo di San Giacomo è il principale luogo di culto cattolico della città di Innsbruck ed è una delle massime rappresentazione dell’arte e dell’architettura barocca dell’Austria.

Il duomo di Innsbruck si erge sul luogo in cui, precedentemente, si trovava un’altra chiesa, già documentata dal 1180. Risale invece al 1270 la prima menzione di una chiesa dedicata a san Giacomo Maggiore, che doveva trovarsi lungo la via austriaca del Cammino di Santiago de Compostela. Un’immagine del 1494 rappresenta il duomo con chiare forme gotiche e anche Albrecht Dürer, nel 1556, lo rappresenta con le stesse connotazioni.

Innsbruck_1_226
La facciata del duomo

A partire dal 1643 la chiesa di san Giacomo diviene parrocchiale, acquistando l’indipendenza dall’abbazia di Wilten. Con la collocazione dell’immagine miracolosa della Madonna Ausiliatrice dipinta dal pittore tedesco Lucas Cranach, la semplice chiesa parrocchiale divenne un importante santuario mariano.

Sul finire del 1600 un terribile terremoto colpisce Innsbruck e devasta l’edificio e una nuova costruzione venne eretta tra il 1717 e il 1724 in uno splendido stile barocco. Il progetto fu affidato a Johann Jakob Herkomer e Johann Georg Fischer: ciò che vedete oggi è esattamente quanto realizzato dai due progettisti.

Durante la seconda guerra mondiale la chiesa venne nuovamente danneggiata dai bombardamenti e fu oggetto di restauri importanti, nel 1964, eseguite le opere, fu innalzata a cattedrale e sede della nuova Diocesi di Innsbruck, che era stata creata nel 1921 dal territorio della diocesi di Bressanone in seguito al passaggio del Trentino-Alto Adige all’Italia.

Durante i bombardamenti furono duramente colpiti la cupola, il pulpito e la volta del presbiterio, che vennero scrupolosamente ricostruiti seguendo la documentazione storico-fotografica eseguita da Hans Andre.

IMG_1704
L’interno del duomo

Descrizione

La chiesa esternamente si presenta sobria, con una facciata concava a pietra a vista con due file di grandi finestre. Il coronamento è costituito da una statua della Madonna col Bambino e sulla sommità si trova San Giorgio a cavallo.

Due importanti torri campanarie gemelle, con il tetto in rame, inquadrano la facciata e dominano la piazzetta situata a nord ovest del palazzo imperiale. Nel campanile a nord, nel 1982, è stato collocato un carillon di 48 campane, il più grande d’Austria.

Il duomo ha una pianta a croce latina con un’unica navata e una cupola. L’interno, al contrario della semplice facciata, è particolarmente sontuoso e decorato, come volevano le raffinate tendenze dello stile Barocco, in transizione con il Rococò, del tempo. La splendida decorazione è composta da stucchi color pastello e fu realizzata, nel 1723, dal grande maestro stuccatore Egid Quirin Asam.

IMG_1698
L’interno del duomo con uno dei sette altari

All’interno della chiesa potrete ammirare  sette grandi altari marmorei, con colonne e statue, realizzati dallo scultore Johann Georg Fischer e, sull’altare maggiore, la famosa immagine della Madonna Ausiliatrice, racchiusa in una sfarzosa cornice. Belli anche i putti, allegorie delle virtù teologali, che sorreggono il pulpito.

IMG_1702
L’immagine della Madonna Ausiliatrice

All’interno del duomo si trova anche il Mausoleo dell’arciduca Massimiliano III d’Austria, Gran Maestro dell’Ordine Teutonico dal 1590, che fu Conte del Tirolo e grande sostenitore della Controriforma. Il monumento al conte si compone di quattro sontuose colonne tortili caratterizzate da una folta decorazione con viti, uccelli e lumache. Sovrasta la tomba la statua dell’arciduca con San Giorgio e il drago.

IMG_1701
Il Mausoleo dell’arciduca Massimiliano III d’Austria

Orari

  • dal 26 Ottobre al 1 Maggio: feriali dalle 10.15 alle 18.30, domenica dalle 12.30 alle 18.30
  • Dal 2 Maggio al 25 Ottobre: feriali dalle 10.15 alle 19.30, domenica dalle 12.30 alle 19.30