La cucina toscana è famosa per i suoi forti sapori nella carne e nella millenaria preparazione di dolci rimasta inalterata per molti anni; tuttavia, il prodotto più caratteristico della cucina toscana è il pane. Infatti, nella sua preparazione vi è la totale assenza di sale. Il motivo può essere per la presenza di forti sapori nella carne o, addirittura, pare che questa usanza risalga al XII secolo quando, nel culmine della rivalità tra Pisa e Firenze, i pisani bloccarono il commercio di sale verso il capoluogo fiorentino.

Questo prodotto risulta essere davvero importante nella cultura gastronomica fiorentina, ne è testimone la lunga serie di ricette, ancora molto diffuse, come la panzanella, la panata, la ribollita, l’acquacotta, la pappa al pomodoro, la fettuna, la zuppa di verdura, la farinata o la minestra di cavolo nero. Altro fondamentale elemento nella cucina toscana è la grande presenza di carni bianche e selvaggina. La grandissima presenza di aie nei poderi regalavano grandi menù durante le feste. Vi si possono trovare polli, tacchini, oche, faraone e piccioni assieme a conigli e selvaggine come lepri, cinghiali, fagiani ed istrici.

Il maiale è molto usato e ne è testimone la grande presenza di prodotti caratteristici come il salame toscano, il prosciutto e le salsicce, senza dimenticare uno dei più famosi insaccati creati dalla gente più povera della zona: il buristo, una sorta di salsiccia a base di carne e sangue di maiale. Viene insaccato nello stomaco del suino e per questo ha una forma irregolare e un peso che può superare il chilo e mezzo. Si ottiene disossando tutte le parti della testa del maiale che vengono poi messe a bollire in un grande pentolone assieme a limoni, bucce d’arancia, salvia, aglio, sale e pepe. Assieme alle parti disossate vengono aggiunti dei lardelli di grasso tagliati a cubetti e del sangue filtrato.

Oltre a questo è molto famoso il prosciutto toscano e il prosciutto derivante dalla Cinta Sense; quest’ultima è una razza suina allevata allo stato brado, la sua carne risulta essere molto gustosa oltre che per i vari insaccati anche per ragù e lardo. Un altro elemento che rende la cucina toscana davvero unica è l’uso della carne di manzo: la Fiorentina è una delle portate più famose al mondo. Deriva da una razza ben precisa di manzo che viene allevata nella zona della Val di Chianti e nella Maremma. Oltre a questo, altri elementi come Trippa, Fegato, Lingua e Cervello sono alla base dei secondi piatti nella cucina toscana.

Per quanto riguarda i vini della regione, la grande presenza di campagne, unita al clima, ha dato vita ad uno dei più prestigiosi mercati al mondo. Basti solo pensare la qualità del Chianti famosa in tutto il mondo o del Morellino per i rossi o del Valdichiana per i bianchi.

vino-e-olio
Lardo e buon vino

Dove gustare la cucina toscana

Ci sono numerosi locali dove gustare la migliore cucina fiorentina; tuttavia, alcuni non si trovano a Firenze, bensì nella sua provincia. La cosa può risultare tale per la presenza di numerosi allevamenti nell’esterno della città che con il passare del tempo hanno compiuto una evoluzione da tali ad agriturismi o ristoranti. E’ davvero fantastico, comunque, perdersi per la città o per la campagna fiorentina per cercare un pezzo di questa succolenta tradizione culinaria.

Enoteca Pitti Gola e Cantina

L’enoteca si trova in pieno centro a Firenze, proprio in Piazza Pitti. La tradizione rimane di casa con un tocco di modernità nella presentazione. I numerosi piatti sono una ottima alternativa ad un pasto veloce e frettoloso anche durante il giorno. Oltre ad un bellissimo menù vi è una grande selezione di vini che rendono la permanenza nel posto incantevole e di gradissimo piacere. La fascia di prezzi è abbastanza alta, infatti si va dai 40€ ai 70€.

Indirizzo: Piazza Pitti, 16 – 50125 Firenze
Telefono: 
055 212704
Aperto tutti i giorni

Antica Macelleria Cecchini: l’officina della Bistecca

Dario Cecchini è sicuramente uno dei guru della fiorentina. Il tutto nasce da una lunga tradizione familiare per l’amore dei vari tagli di carne. L’officina presenta un menù fisso da 50€ dove si possono gustare i più buoni tagli di manzo abbinati al tipico sapere del vino rosso della zona del Chianti. Oltre a questo spicca una incredibile coreografia grazie alla presentazione dei piatti decantata in fiorentino ad alta voce. La sensazione è quella di essere a casa del cuoco, poiché si è seduti tutti in un unico e lungo tavolo. Il tutto in un contesto meraviglioso della valle del Chianti. Il locale si trova a Panzano in Chianti, una frazione di Greve in Chianti in provincia di Firenze.

Indirizzo: Via XX Luglio, 11 – 50022 Panzano in Chianti (FI)
Telefono: 
055 852020
Aperto tutti i giorni, a pranzo dalle 13 e a cena dalle 20.

l_558_Officina-della-Bistecca-Panzano-in-Chianti
Dario Cecchini presenta La Fiorentina ai suoi comensali

Ristorante Cosimo De’ Medici

Il ristorante toscano per eccellenza. Si trova all’uscita dell’autostrada per andare a Barberino del Mugello. Il locale è caldo ed accogliente e presenta un menù con tutti i piatti più tipici fiorentini. La cosa più bella è prendere le fettine di carne che vengono serviti su dei piatti di pietra lavica calda ancora crudi e si decide da soli quanto lasciarli cuocere. Inoltre vi sono numerosi piatti a base cacciagione e gustosi primi con i ragù più succolenti della tradizione toscana. I prezzi sono molto contenuti (si va da 15€ ai 30 € a testa).

Indirizzo: Viale Del Lago, 19 – 50031 Barberino di Mugello (FI)
Telefono:
055 8420370
Chiuso il lunedì