La Chiesa di Santa Maria del Bosco è il duomo della città di Cuneo ed è stata costruita nello stesso luogo in cui in epoca medioevale sorgeva un altro edificio religioso: l’antica chiesetta omonima, che dipendeva dall’abbazia di Borgo San Dalmazzo, della quale ha mantenuto il nome sebbene l’edificio sia stato più volte rimaneggiato e riedificato.

Il suo aspetto attuale, infatti,  è molto diverso dall’originale costruzione eseguita sotto la guida del maestro Giovenale Boetto ed è il risultato dell’importante restauro eseguito verso la fine dell’Ottocento, quando secondo il gusto del tempo, le venne conferito un aspetto neoclassico.

Chiesa di Santa Maria del Bosco a Cuneo
Facciata principale nel contesto urbanistico di Cuneo

I primi restauri avvennero nel 1470; successivamente ne vennero eseguiti altri a metà del 1500, per l’arrivo di Emanuele Filiberto: in quell’occasione la facciata venne dipinta da Pietro Dolce di Savigliano. Dopo l’assedio di Cuneo, nel 1774, in cui la chiesa subì vari danni, si effettuarono altri restauri e, approfittando dell’occasione, venne ampliata.

Purtroppo la travagliata storia di Cuneo, come i molti episodi guerreschi, la separazione dalla diocesi di Mondovì e il fatto che solo dal 1817 fu elevata alla dignità di sede vescovile, hanno contribuito alla mancanza di una vera cattedrale.

Descrizione

Diversamente da quanto ci si potrebbe aspettare da una cattedrale, la chiesa di Santa Maria del Bosco non è particolarmente imponente e austera e anche le decorazioni non sono troppo presenti al suo interno.

Cuneo_1
L’interno del duomo

La facciata neoclassica dell’abbazia, pur essendo particolare, con le sue quattro alte colonne corinzie che sorreggono un architrave, è soffocata dalle costruzioni laterali ed è stata realizzata nel 1865, su progetto dell’architetto Antonio Bono, incaricato di ridisegnarla in quanto l’antica facciata non era in linea con la strada e tale difformità era ritenuta inadatta alla città.

Allo stesso periodo risalgono anche la cupola e la decorazione interna di Rodolfo Morgari.

chiesa di Santa Maria del Bosco
La “Vergine col Bambino tra santi” posta sull’altare

L’interno della chiesa è a croce latina senza nessuna particolare opera di abbellimento. La bella cupola, che si eleva al centro della chiesa, è affrescata. Interessanti e di particolare rilievo, l’icona dell’altaremaggiore, che rappresenta la Vergine col Bambino tra santi e l’altare marmoreo della cappella del SS. Sacramento.

Sulla cantoria in controfacciata, all’interno di una cassa lignea neoclassica, si può vedere l’organo a canne, costruito nel 1914 da Carlo Vegezzi Bossi.

Contatti

La Chiesa di Santa Maria del Bosco si trova in Via Seminario, 3
Telefono: +39.0171.693630