Cefalù è una cittadina unica ed inimitabile a partire dalla sua particolarissima posizione oro-geografica. Dotata di caratteristiche naturali originali e splendide, quando viene nominata non si può non far riferimento alla Rocca dalla quale la città ha preso il nome.

Il comune di Cefalù è situato sulla costa della Sicilia settentrionale a circa 70 km da Palermo ed è uno dei più grandi e visitati centri balneari di tutta la regione; nonostante le sue ridotte dimensioni, Cefalù, in particolar modo durante l’estate, viene sommersa dai turisti che arrivano a triplicarne la popolazione.

Cefalù-palermo
Vista dal mare di Cefalù

Cenni storici

Lo stemma della città di Cefalù ne incarna perfettamente le caratteristiche particolari: sullo scudo azzurro (vigore e forza del mare) tre pesci d’argento ordinati in pergola col capo rivolto ad una figura centrale rotonda d’oro (un pane ed un pomodoro), questi ultimi personificano i simboli della cristianità: moltiplicazione ed eucarestia.

Tre sono i pesci nella misura in cui tre sono i bracci del Parlamento siciliano, le Valli di Sicilia, le Persone della Trinità, le religioni monoteistiche. Cerchio e triangolo, perfette geometrie, trinacria e triquetra, luna e sole, argento ed oro.

Origine del Mito

La nascita di Cefalù rinvia al mito secondo cui questa città fosse popolata da Giganti oppure fondata da Sicani o Fenici. Questi ultimi l’avrebbero battezzata promontorio di Ercole e, stando al mito, l’eroe avrebbe costruito un tempio in onore del padre Giove. Qui, oltretutto, respira il mito di Dafni che introduce il mondo all’allegria della poesia pastorale e che reso cieco viene trasformato in roccia dal padre Mercurio.

cittadina-di-cefalù
La preziosità estetica della cittadina di Cefalù

Cosa vedere a Cefalù

La cittadina di Cefalù fa parte del Parco delle Madonie e viene annoverata tra i borghi più belli d’Italia. Tra i maggiori luoghi di interesse di Cefalù c’è il Duomo che sarebbe, come narra la leggenda, sorto grazie ad un voto fatto al Santissimo Salvatore da parte di Ruggero II, riuscito a sopravvivere ad una tremenda tempesta e giunto sulle spiagge della città.

All’interno, la Cattedrale presenta mosaici bizantini nell’abside e sarcofagi in porfido che Ruggero II aveva destinato a sé ed alla sua consorte. La Cattedrale rappresenta una delle più rilevanti testimonianze romaniche europee.

Il Monastero di Santa Caterina

Il Monastero di Santa Caterina occupa una superficie di 2.500 metri quadrati di fronte al duomo, sfortunatamente della costruzione originale della struttura risalente al XII-XIII secolo restano meramente il portale dell’ingresso principale e i resti di una bifora. Il Monastero ospitava monache dalle famiglie blasonate di Cefalù e nel Settecento fu modificato. Dagli anni ’50 vi ha sede il “Palazzo di Città”.

Le spiagge

La prima spiaggia che si incontra è proprio il lungomare della stessa cittadina, ovvero il Lido di Cefalù: il mare è cristallino e la sabbia è chiara e fine ma il vero gioiello di questa spiaggia è caratterizzato dal panorama mozzafiato che la cinge: casette arroccate a picco sul mare e sovrastate da una rocciosa altura.

Altra spiaggia indubbiamente da menzionare è la bellissima spiaggia di Sant’Ambrogio, una spiaggia spaziosa composta da una commistione di sabbia fine e ghiaia, essa rappresenta la spiaggia ideale per fare passeggiate anche romantiche lungo il suo litorale. La spiaggia delle Salinelle dista 7 km da Cefalù; la zona delle Salinelle è pianeggiante ed il mare pulito e limpido; essa è l’ideale per tutti coloro che amano praticare il windsurf.

Il clima di Cefalù è mite e temperato ed il mare che bacia questa cittadina è splendido. Le altre spiagge da menzionare sono sicuramente la spiaggia Caldura, raggiungibile dal centro della città con una passeggiata di 20 minuti e la spiaggia Pollina, conosciuta per il suo mare adamantino e la suggestiva posizione in cui è ubicata.

Cefalù-palermo
La spiaggia di Cefalù

Come raggiungere Cefalù

In aereo: Atterrando all’aeroporto Falcone Borsellino di Palermo, percorrendo poi l’autostrada in direzione Palermo e poi in direzione Messina (A20) fino all’uscita Cefalù.

In nave: arrivare al porto di Palermo, prendere poi l’autostrada A20 in direzione Messina fino a Cefalù.

In auto: da Palermo percorrere l’autostrada A20 in direzione Messina fino a Cefalù.