Il Cattedrale di Santo Stefano, conosciuta anche come Duomo di Prato, è una chiesa di culto cristiano cattolico dove ha sede la Diocesi di Prato. E’ il principale luogo di culto della città ed è situato nella bellissima piazza del Duomo.

La struttura iniziale della cattedrale esisteva già verso il VI secolo quando la città di Prato era conosciuta con il nome di Borgo al Cornio. Il Duomo di Prato era la principale chiesa dell’antica città e la sua attuale struttura risale al X secolo, quando il duomo venne riconosciuto come pieve di Santo Stefano. Vennero fatte numerose ristrutturazioni soprattutto tra il X e il XV secolo che portarono questa cattedrale al suo attuale aspetto unitario ed equilibrato.

La Cattedrale di Santo Stefano a Prato fu oggetto di numerose espansioni necessarie per via della crescente popolarità della reliquia della Santa Cintola, che si dice sia arrivata nella città verso il 1141. I progetti di ampliamento del transetto e della Cappella si presume siano ad opera di Giovanni Pisano Molti edifici presenti nella piazza del Duomo vennero distrutti per fare spazio alla grande folla che si sarebbe riunita per ammirare la sacra reliquia.

Duomo di Prato
Duomo di Prato, la sua struttura esterna si fonde alla perfezione con la struttura della piazzetta dove sorge, rendendolo un magnifico esempio di eleganza e precisione architettonica pratese.

Descrizione

La facciata della Cattedrale di Santo Stefano a Prato è un grande esempio di arte gotica ed è adiacente alla vecchia; sul lato vi è un pulpito esterno usato ancora oggi con pregevoli bassorilievi e giochi di colori con i marmi usati per la decorazione. La struttura laterale del Duomo di Prato è stata ristrutturata nel 1160 con l’aggiunta di graziosi intarsi e lo slanciato campanile che risale al Duecento circa.

La parte interna presenta della grandi navate di stile romanico decorate in marmo. Lo stesso pulpito rinascimentale è in elegante marmo bianco. Il transetto è sopraelevato di cinque scalini e dà accesso alle varie cappelle della chiesa note come la Cappella Vinaccesi, Dell’Assunta, la Cappella Maggiore, la Manassei e quella del Santissimo Sacramento.

Tutte queste sono sede di bellissime opere d’arte tra affreschi, quadri o pregiatissime vetrate. Ma la parte più importate è sicuramente la Cappella del Sacro Cingolo che è sede della reliquia che rende così nota questa chiesa in tutto il mondo religioso di fede cristiano cattolica.

Veduta Frontale
Veduta Frontale, le sue decorazioni esterne lo rendono unico, soprattutto la presenza del grande pulpito esterno che veniva usato nelle grandi occasioni processuali della vita religiosa della città.

Come arrivare al duomo

Arrivare al duomo è semplicissimo. Infatti si trova a 400 metri dalla stazione di Prato. Fuori dalla stazione basta procedere per via Magnolfi e alla fine della strada si è arrivati in piazza del Duomo.

Orari

L’entrata è libera, e segue l’orario delle SS Messe rimanendo aperta poi durante il giorno dalle 7.00 alle 19.00.

Contatti

Telefono: 0574 26234
Web: 
www.diocesiprato.it
Indirizzo: 
Piazza del Duomo, Prato