A Kiev, deliziosa e suggestiva capitale dell’Ucraina, è possibile mirare monumenti, palazzi, piazze di rara bellezza ed interesse. In particolar modo sulla celebre Piazza Sofiyska, dove, nel corso dei secoli, vennero inscenate manifestazioni, parate e cerimonie politiche, svettano due imponenti ed importanti edifici: il monumento di Hetman Bogdan Khmelnytskyi costruito nel 1888 e la splendida e monumentale Cattedrale di Santa Sofia.

La Cattedrale di Santa Sofia di Kiev è stata di recente sottoposta a restauro ed è stato, in assoluto, il primo sito dell’Ucraina ad entrare a far parte dei Patrimoni dell’Umanità dell’Unesco. Questa meravigliosa cattedrale, rappresenta uno degli edifici di maggiore interesse della città ed è tappa obbligata per chi visita la capitale ucraina.

cattedrale-di-santa-sofia-kiev-2
La Cattedrale di Santa Sofia di Kiev, patrimonio dell’Unesco

Cenni storici e descrittivi

La Cattedrale di Santa Sofia risale al Rus’ di Kiev, l’odierna Kiev e l’edificio appartiene all’insieme del santuario nazionale di Sofia di Kiev, incarnandone la costruzione precipua. La chiesa prende il nome dalla regale e grandiosa Basilica di Santa Sofia di Istanbul, l’antica Costantinopoli ma, secondo quanto narrato dalla leggenda, la Cattedrale di Santa Sofia di Kiev, venne edificata avendo come riferimento la scenografica ed immensa Cattedrale di Santa Sofia di Novgorod.

Il 1037 fu l’anno in cui vennero messe le prima fondamenta della cattedrale i cui lavori di edificazioni si protrassero per circa 20 anni. Inizialmente la Cattedrale di Santa Sofia veniva sfruttata come sepolcro dei governanti di Kiev come Vsesovold di Kiev e Vladimir II di Kiev. La cattedrale fu progettata e realizzata da Jaroslav I di Kiev, il quale venne sepolto assieme ai governanti summenzionati.

La pianta della chiesa presenta 5 navate e 3 absidi, 13 magnificenti cupole e internamente custodisce affreschi e mosaici di notevole pregio, come il mosaico della Vergine Orante, tutti databili intorno all’ XI secolo.

cattedrale-di-santa-sofia-kiev
La splendida Cattedrale di Santa Sofia di Kiev

Nel 1169, Andrea I di Vladimir saccheggiò la capitale ucraina e, nel 1240, Kiev venne occupa dai Mongoli della Russia e malauguratamente la Cattedrale di Kiev si ridusse in stato abbandonico. Nel 1595-1956 la chiesa venne annessa alla chiesa greco-cattolica ucraina sino al 1633 anno in cui fu reclamata da Mogila. Grazie a Mogila la struttura della chiesa venne completamente ristrutturata nella parte superiore nello stile squisitamente del barocco ucraino. Successivamente fu Etmano cosacco Ivan Mazepa a prendere in mano i lavori di costruzione della Cattedrale sino al 1740 che conferirono alla chiesa il suo attuale aspetto.

Il Governo nel 1920, mentre era in corso la campagna antireligiosa sovietica, era deciso a far demolire in toto la Cattedrale che miracolosamente rimase intatta grazie all’intervento tempestivo e solerte di diversi storici e scienziati; ma, nel 1934, le autorità sovietiche si impadronirono della chiesa rendendola museo storico.

Orari e prezzi

Il Museo di Santa Sofia è aperto tutti i giorni escluso il Giovedì: dalle ore 10.00 alle ore 18.00, con possibilità di accesso sino alle 17.30.

Il costo del biglietto di ingresso è di Euro 3,30 che corrispondono a UAH 65.

Contatti

Indirizzo: 24 Volodymyrska Str., Kiev 01001, Ucraina

Telefono: (044) 278-62-62

E-mail: sofia.kievska@gmail.com