La Cattedrale di Santa Maria Matricolare, che sorge nella zona medievale della città, all’interno dell’ansa dell’Adige, è il luogo di culto cattolico principale di Verona.

Se la Basilica di San Zeno Maggiore è importante per i veronesi in quanto custodisce al suo interno la salma del Santo Patrono San Zeno, la Cattedrale di Santa Maria Matricolare è il duomo della città, sede vescovile dell’omonima diocesi.

Edificata nel IV secolo, probabilmente dal vescovo Zeno, la Cattedrale fu la prima chiesa cristiana della città e sorge ancora oggi nello stesso luogo. Nel 1117 un terribile terremoto la rase completamente al suolo e si dovette aspettare tre anni prima dell’inizio dei lavori di ricostruzione. Cominciata nel 1120, la riedificazione si concluse nel 1187, anno il cui venne ufficialmente consacrata.

Descrizione

All’esterno, la facciata tripartita della Cattedrale di Santa Maria Matricolare presenta un protiro centrale in tufo con un arco sormontato da un timpano sorretto da due grifoni e otto colonne, che sovrasta la parte inferiore in marmi bianchi e rosati. Il portale, in cui sono scolpite immagini di animali e profeti, è affiancato da un protiro laterale decorato con bassorilievi su cui si innalza il campanile. Alta 75 metri, la torre campanaria, dotata di 10 campane, presenta una parte inferiore romanica, una mediana del ‘500 e una superiore risalente al XX secolo.

Cattedrale di Santa Maria Matricolare a Verona
Vista prospettica della Cattedrale di Santa Maria Matricolare a Verona

All’interno, invece, la Cattedrale di Santa Maria Matricolare è caratterizzata dalle modifiche apportate nel XV secolo alla chiesa romanica. Le tre navate, divise da pilastri in marmo rosso veronese, sostengono arcate gotiche.

Percorrendo la navata centrale ci si lascia ai lati sei cappelle decorate con opere pittoriche e scultoree in stile rinascimentale e si giunge alla cappella maggiore, realizzata dall’architetto Michele Sanmicheli. Nell’ultima campata delle navate laterali si trovano poi due antichi organi a canne, l’organo Antegnati e l’organo Farinati. All’interno della Cattedrale di Santa Maria Matricolare sono collocati, inoltre, i sepolcri di Antonio Cesari e Papa Lucio III.

Come arrivare

A piedi

Uscendo dalla stazione ferroviaria di Venezia P.N. procedere in direzione est su Piazzale XXV Aprile, svoltare a sinistra ed imboccare la SS12. Svoltando ancora a sinistra imboccare Piazzale Porta Nuova e poi, a destra la Circonvallazione Oriani; girare a sinistra nuovamente in Corso Porta Nuova, continuare su via Dietro Anfiteatro e imboccare via Mario Todeschi sulla sinistra. Continuare poi su via Guglielmo Oberdan, svoltare a destra in Corso Cavour e poi a sinistra in via Armando Diaz. Girare quindi a destra in Lungadige Panvinio, ancora a destra in via Giuseppe Garibaldi e poi a sinistra il Vicolo Salici. Proseguendo dritto su Piazza Duomo si raggiunge la Cattedrale di Santa Maria Matricolare.

In autobus

Dal piazzale esterno della stazione ferroviaria di Venezia P.N. prendere l’autobus n°24 verso Piazza Righetti, scendere in via Diaz 2 (distanza da percorrere: 6 fermate) e proseguire con una camminata di 5-10 minuti fino a Piazza Duomo.

interno-cattedrale-verona
L’interno della Cattedrale di Verona

Orari e prezzi

La Cattedrale di Santa Maria Matricolare rimane aperta nei giorni feriali dalle ore 6.50 alle 19.00, nei giorni festivi dalle ore 07.15 alle 19.15.

Le visite turistiche si possono effettuare:

  • da marzo ad ottobre dal lunedì al venerdì dalle ore 10.00 alle 17.30 e la domenica e nei giorni festivi dalle ore 13.30 alle 17.30;
  • da novembre a febbraio dal lunedì al sabato dalle ore 10.00 alle 16.00 e la domenica e nei giorni festivi dalle ore 13.30 alle 16.00.

Il costo d’entrata è di 2,50€; i gruppi formati da almeno 20 persone pagano 2,00€ e gli studenti 1,00€.

Contatti

Indirizzo: Piazza Duomo 21, 37121, Verona
Sito web: www.cattedralediverona.it
E-mail: cattedralediverona@cattedralediverona.it
Tel.: 045-595627; 045-8008813