Il Castello di San Giorgio di La Spezia è una grande fortificazione militare che si trova sulle alture della città. Questo edificio è raggiungibile tramite una via che attraversa le antiche mura difensive della città ligure e fa parte di un gruppo di castelli, che si trovano in questa zona, conosciuti anche come Castelli del Golfo dei Poeti.

Questi era di proprietà della Signoria dei Fieschi, antichi signori della città di La Spezia, poi è divenuto base delle varie Repubbliche che si sono susseguite in questa zona fino alla proprietà del comune della città attuale. La sua funzione strategica era quella di protezione verso la città e del Golfo dei Poeti.

Cenni storici

La storia di questo edificio ha inizio nel 1262 quando Nicolò Fieschi, signore della città di La Spezia, volle iniziare una sostanziale opera di rafforzamento della sua città. Si decise di erigere quindi questo castello che ebbe una vita breve. Infatti le truppe genovesi nel 1273 saccheggiarono la città e distrussero il castello del tutto, al fine di ottenere i possedimenti dalla Signoria dei Fieschi.

Entrata del castello, il suo aspetto attuale lo si deve al radicale restauro del 1970
Entrata del castello, il suo aspetto attuale lo si deve al radicale restauro del 1970

Il castello fu ricostruito solo nel 1343 e contemporaneamente si decise di rafforzare tutta la città con una lunga cinta muraria al fine di evitare altre incursioni e saccheggi. Tra il Seicento e il Settecento il castello di San Giorgio fu modificato ancora e un nuovo decreto nel 1609 impose che il castellano doveva essere di origine nobile. Con l’avvento del Regno di Sardegna il castello rischiò la demolizione in quanto si voleva fare posto ad un ospedale, cosa che non accadde per fortuna.

Dai primi del novecento si iniziarono dei lavori di restauro che si intensificarono nel 1970 e dopo circa 10 anni il castello tornò all’antico splendore.

Il museo del Castello di San Giorgio

Dopo il restauro, il comune decise di stabilire qui la sede del museo archeologico di La Spezia, all’interno del quale possiamo trovare numerosi resti di effigi, colonne, elementi decorativi e ornamentali derivanti dal periodo preistorico fino a quello romano antico. Il museo è stato dedicato a Ubaldo Formentini che fu il direttore della Biblioteca e del museo dal 1923 al 1958.

Particolare dell'entrata del castello, oggi questo edificio è la sede del museo civico della città
Particolare dell’entrata del castello, oggi questo edificio è la sede del museo civico della città

Il museo si articola in 2 piani. Il primo piano è costituito da 6 stanze, una è il bookshop. La prima stanza ospita la collezione Capellini, che comprende alcuni oggetti di epoca preistorica donata dal geologo spezzino Giovanni Cappellini al museo. Segue una sala con dei ritrovamenti di una antica villa di Bocca Magra ed un’altra in cui vi sono alcuni interessanti resti di alcune stele molto antiche. Nella quarta sala si possono trovare invece resti di alcuni materiali provenienti dall’età del bronzo della zona ligure. Segue una zona polivalente che porta al secondo piano.

Il secondo livello di questo museo è dedicato all’esposizione dei materiali della collezione privata di Carlo Fabbricotti. Qua possiamo trovare più materiali di arte romana, infatti in tutte e 8 le sale di questo piano possiamo ammirare bellissimi reperti di pregiata fattura, quali ornamenti architettonici o decorazioni di interni di antiche magioni dell’epoca romana imperiale.

Come arrivare

In auto: dall’uscita dell’autostrada dirigersi in Via Carducci, da li percorrere tutto viale Italia fino a Piazza Europa, imboccare via Veneto e proseguire per via dei colli, seguendo la strada si arriva in via XXVII marzo sede del castello e del museo.

A piedi: dalla stazione FS La Spezia Centrale seguire per piazza S.Bon, continuare fino a Piazza Garibaldi e successivamente su piazza Ginocchio, da li ci sono le indicazioni per il castello che dista pochi metri.

I pesanti danni che il tempo ha inflitto al castello continuano a farsi sentire, molti lavori di restauro sono necessari anche oggi
I pesanti danni che il tempo ha inflitto al castello continuano a farsi sentire, molti lavori di restauro sono necessari anche oggi

Orari e prezzi

Orari: Dal Mercoledì alla Domenica, dalle 9:30 alle 12:30 e dalle 14:00 alle 17:00; orario estivo dalle dalle 10:30 alle 13:30 e dalle 17:00 alle 20:00; Lunedì dalle 10:30 alle 13:30. Chiuso il lunedì pomeriggio, ogni martedì, 1° gennaio e 24-25 dicembre.

Prezzi: Intero € 5,50; Ridotto 4,00€, Cumulativo con museo del castello + museo del sigillo + museo Lia + museo etnografico € 12,00

Contatti

Telefono: +39.0187751142
Fax: +39.0187751142
Indirizzo: via XXVII Marzo
Web: museodelcastello.spezianet.it
Email: sangiorgio@laspeziacultura.it