Sulle belle colline presso Innsbruck sorge il Castello di Ambras, una splendida opera realizzata dall’architetto scaligero Giovanni Battista Guarienti, figura importante nel panorama artistico dell’epoca e proveniente da una delle più antiche famiglie della nobiltà veronese.

Il Guarienti era sovrintendente dei palazzi dell’Est europeo, del figlio dell’arciduca Ferdinando II e fu successivamente incaricato dall’arciduca Ferdinando II, nel 1570, di trasformare in un palazzo il casino di caccia sulla collina che sovrastava Innsbruck, allo scopo di accelerare l’avvicinamento dell’arciduca a Vienna il quale non aveva ancora ottenuto il permesso di lasciare il governatorato di Boemia.

innsbruck_schloss_ambras_8_02
Il Castello di Ambras

L’opera affascinò subito l’architetto Guarienti che vedeva in questo progetto l’ultimo lavoro al servizio della nobile casata Asburgica prima di fare ritorno in Italia e che, pertanto, si impegnò particolarmente nella riuscita dell’impresa, tanto da trasformare la modesta costruzione originaria in un castello degno del figlio dell’imperatore.

L’influenza dell’architetto scaligero sull’architettura imperiale durò almeno fino alla generazione successiva, attraverso il figlio Domenico che fu pittore, scultore e architetto e partecipò come pittore e affrescatore anche nello stesso castello di Ambras.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA
L’armeria

Descrizione

Schloss (castello) Ambras è una struttura davvero affascinante e al suo interno sono interessanti e notevolmente belle la Camera dell’arte e delle curiosità, la galleria dei ritratti dei membri della casa d’Asburgo, che contiene oltre 200 ritratti, l’armeria e la sala spagnola.

L’Arciduca Ferdinando II era promotore di attività culturali e un grande amante dell’arte rinascimentale, della cultura e della scienza, tanto da caratterizzare le sale del castello come vere e proprie gallerie espositive, dove l’arciduca conservava una serie di opere ed oggettistica del tempo che ancor oggi si possono ammirare.

L’arciduca Ferdinando II, in pratica, fondò presso il Castello di Ambras il primo museo di Germania e Austria, dove tra le esposizioni più suggestive ed interessanti potrete ammirare la suddetta “Camera dell’arte e delle curiosità”.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA
La sala spagnola

Tra gli autori più interessanti che hanno firmato i dipinti conservati al castello, sono sicuramente da citare Tiziano, Van Dyck e Diego Velásquez.

Interessante anche la collezione di sculture del tardo Medioevo, tra cui l’altare di S. Giorgio dell’imperatore Massimiliano I, la collezione di armature, attrezzature di tipo scientifico e gli oggetti provenienti da paesi lontani con le raffigurazioni di strani e sorprendenti esseri bizzarri che al tempo fungevano da status symbol del mecenatismo dell’arciduca.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA
I ritratti degli Asburgo

Completa lo splendido scenario del castello il bel parco in stile inglese con un laghetto e una cascata artificiale. Il parco è particolarmente affascinante grazie anche alla presenza di pavoni e alcune specie rare di uccelli acquatici. Incantevole anche il romantico ruscello che lo attraversa. Il bellissimo parco del castello è una delle mete preferite dagli abitanti di Innsbruck per le loro gite domenicali.

Attualmente il castello di Ambras funge come “succursale” del Kunsthistorisches Museum (Museo di Storia dell’Arte) e durante l’estate vengono organizzati concerti ed vari eventi. Per la visita sono disponibili anche delle audioguide al prezzo di 3 €.

cultura_xv72f.T0
Particolare del parco del castello

Informazioni utili

Indirizzo: A-6020 Innsbruck, Schlossstraße 20

Orari di apertura: ogni giorno dalle 10 alle 17, si entra fino alle 16.30

Biglietti

  • per adulti: 10 € (aprile-ottobre), 4,50 € (dicembre-marzo)
  • per bambini e ragazzi fino a 18 anni: entrata libera