Visitata ogni anno da più di 300 mila turisti, la Cappella degli Scrovegni è sicuramente uno dei monumenti più importanti di Padova e tra i più conosciuti in Europa. La Cappella, intitolata a Santa Maria della Carità, fu affrescata da Giotto tra il 1303 e il 1305, su commissione di Enrico degli Scrovegni; ad oggi, viene considerato uno dei maggiori capolavori a livello europeo.

La struttura esterna è molto semplice: un’elegante trifora gotica in facciata, alte finestre nella parete sud, con un unico ambiente al suo interno che sul fondo presenta il sarcofago di Enrico Scrovegni, committente della Cappella degli Scrovegni, ad opera di Andriolo de Santi. Non si conosce il nome dell’architetto della Cappella: secondo alcune ipotesi da tenere in considerazione, potrebbe essere Giotto stesso.

Le pareti della Cappella degli Scrovegni sono interamente ricoperti dalla narrazione della Vergine e del Cristo, con il Giudizio Universale dipinto nella controfacciata. Il 1880 è un anno cruciale per la Cappella: acquistata dal Comune di Padova, diventa oggetti di numerosi restauri e interventi conservativi volti a conservare la straordinaria bellezza artistica del monumento.

cappella-degli-scrovegni-esterno
La Cappella degli Scrovegni dall’esterno

Negli ultimi 30 anni, invece, si sono compiuti una serie di studi (sulla qualità della struttura, dell’aria, etc.) con lo scopo di preservare questa fantastica opera di Giotto dai danni del tempo; particolare attenzione a questo aspetto, oltre che dagli enti locali, è stata data dall’Istituto Centrale per il Restauro, principale responsabile dell’ottimo stato in cui versa ancora oggi la Cappella degli Scrovegni.

Arte, storia e modernità: la Cappella degli Scrovegni offre anche questo ‘trittico’ ai suoi visitatori, grazie alle sette postazioni multimediali che raccontano la realizzazione degli affreschi e il contesto storico (quello del XIV secolo) in cui esse vennero alla luce.

Il percorso virtuale, come va sottolineato, rientra in un rinnovamento del modo di fruire l’arte, dello spettatore che da ‘passivo’ si trasforma in attivo, risalendo alle informazioni che più gli interessano e scartando quelle che ritiene superflue: un utile strumento, quindi, per approfondire la propria conoscenza della struttura.

giotto-cappella-degli-scrovegni
Particolare della Deposizione di Giotto, all’interno della Cappella

Se decidete di trascorrere una vacanza a Padova, insomma, la Cappella degli Scrovegni sarà per voi una tappa obbligata!

Come arrivare

  • In autobus: fermata Corso del Popolo, linee 3 – 4 – 5 – 6 – 9 – 10 – 12 – 14 – 18 – 19 – 24 (giorni feriali), linee 41 – 42 – 43 (giorni festivi).
  • In tram: fermata Eremitani.
  • In auto: uscita autostrada Padova Est, parcheggia nei pressi della stazione ferroviaria e prendi tram o autobus; uscita autostrada Padova Sud o Ovest, parcheggia nei pressi di Prato della Valle e utilizza servizio navetta.
sarcofago-enrico-scrovegni-cappella
Il sarcofago di Enrico Scrovegni, all’interno della Cappella da lui commissionata

Informazioni utili

Sito web: www.cappelladegliscrovegni.it
Tel.: 049-2010020
Indirizzo:
Piazza Eremitani, 8 – Padova
Apertura: 
tutto l’anno, tranne a Natale, Santo Stefano e Capodanno;
Orari: tutti i giorni dalle 9 alle 19; dal 27 al 29 dicembre e dal 2 al 6 gennaio anche orario serale (19-22); dal 25 marzo al 31 ottobre anche orario serale (19-22);
Prezzi: 13€ biglietto intero; per le offerte, le visite guidate, i biglietti ridotti e i pacchetti-promozione andate sulla pagina: www.cappelladegliscrovegni.it/index.php/it/informazioni/biglietti-e-riduzioni;