Situata in Piazza dei Signori, la Basilica Palladiana di Vicenza deve il suo nome all’illustre architetto rinascimentale Andrea Palladio, il quale – aggiungendo alla costruzione in stile gotico preesistente le logge a serliane in marmo bianco – riprogettò il Palazzo della Regione, che già sorgeva nella piazza ed era stato realizzato secondo il progetto di Domenico da Venezia.

Questo “primo Palazzo della Regione”, visibile ancora oggi dietro le modifiche del Palladio, era stato edificato in perfetto stile gotico a metà del Quattrocento e, oltre che per la facciata rivestita in marmo rosso e gialletto di Verona, spiccava sulla piazza per l’ambiziosa copertura a carena di nave rovesciata, ricoperta con lastre di rame (ispirata a quella del Palazzo della Ragione di Padova, costruito circa un secolo prima).

Per almeno un secolo, alla Basilica Palladiana vennero apportate numerose modifiche finché, nel 1546, il Consiglio cittadino approvò il progetto del Palladio, ancora trentottenne e ancora pressoché sconosciuto.

Basilica Palladiana a Vicenza
Particolari architettonici della Basilica Palladiana a Vicenza

I lavori, che cominciarono solo tre anni dopo, si protrassero fino al 1614 – anno in cui venne completato il prospetto su Piazza Erbe -, quando l’architetto era morto ormai già da 34 anni. Palladio stesso, parlando della sua Basilica Palladiana, spiega che l’appellativo di ‘basilica’ è in onore delle strutture della Roma antica in cui si discuteva di politica e si gestivano gli affari; sotto la Repubblica di Venezia, la Basilica Palladiana ebbe proprio il ruolo di fulcro delle attività politiche ed economiche.

Gravemente danneggiata nel 1945 da un bombardamento alleato durante il secondo conflitto mondiale, la Basilica Palladiana venne restaurata nell’immediato dopoguerra e, nel 1994, dichiarata Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO.

Agli ultimi lavori di restauro, durati dal 2007 al 2012, è inoltre stato assegnato il ‘Premio dell’Unione Europea per il Patrimonio culturale – Concorso Europa Nostra 2014‘, e la Basilica Palladiana è diventata ufficialmente Monumento Nazionale.

Come arrivare

Dal piazzale della stazione ferroviaria di Vicenza, imboccare Viale Milano e proseguire sullo stesso fino ad incontrare sulla destra via Gorizia. Imboccata via Gorizia, seguirla fino alla svolta a destra in Contrà Vescovado; girato a destra proseguire dritti su Contrà Giuseppe Garibaldi e svoltare poi a sinistra in Stradella dei Tre Scalini. Da qui imboccare prima Contrà Muscherie sulla destra e poi Contrà Cavour sulla sinistra. Proseguire quindi dritti fino a raggiungere Piazza dei Signori, dove si trova la Basilica Palladiana. Il tempo di percorrenza dell’intero percorso è di poco più di 10 minuti.

Basilica Palladiana a Vicenza
Scorcio notturno della Basilica Palladiana a Vicenza

Orari e prezzi

La Basilica Palladiana è aperta ai visitatori nei seguenti orari:

  • martedì-mercoledì-giovedì dalle ore 10.00 alle ore 13.00 e dalle 18.00 alle 24.00;
  • venerdì dalle ore 10.00 alle ore 13.00 e dalle 18.00 all’1 di sabato;
  • sabato dalle ore 10.00 all’1 di domenica;
  • domenica dalle 10.00 alle 24.00; lunedì chiuso.

Il biglietto d’ingresso costa 1,00 € per i residenti a Vicenza e provincia e 3,00 € per i residenti fuori dal territorio provinciale. I minori di 14 anni, gli appartenenti all’ordine dei giornalisti, gli accompagnatori di portatori di handicap e le guide turistiche entrano gratis.

Contatti

Sito web: www.basilicapalladiana.vi.it
E-mail: uffmostre@comune.vicenza.it
Tel.: 0444-222811
Indirizzo: Piazza Dei Signori, 36100 Vicenza