Istanbul, città turca dal patrimonio architettonico-artistico di grande e suggestiva bellezza, ospita una delle più grandiose chiese europee: la Basilica di Santa Sofia.

La Basilica di Santa Sofia è la chiesa simbolo della città di Istanbul, il suo gioiello architettonico più celebre e caratteristico. Questa grandiosa e monumentale basilica turca, non è meramente la perla distintiva dell’età giustinianea ma, altresì, anche dell’architettura bizantina.

Non esiste al mondo una struttura bizantina delle stesse immense dimensioni della Basilica di Santa Sofia che, nel tempo, attraversò varie fasi, nascendo ‘ab originem’ come chiesa per poi trasformarsi in moschea sino ad arrivare ad oggi in veste di Museo.

Cenni storici

La storia della Basilica di Santa Sofia è lunga ed intricata. Venne eretta e costruita su volontà dell’Imperatore Costantino in onore della Santa Sapienza e venne successivamente ampliata da Costanzo II. Nel 404 fu vittima di un violento incendio che la rase completamente al suolo. Grazie a Teodosio II venne nuovamente edificata ma malauguratamente ancora una volta demolita da un ulteriore incendio scoppiato nel 532. Fu l’Imperatore Giustiniano a volerne la ricostruzione che si protrasse per 5 anni e mezzo e coinvolse nei lavori circa 10.000 operai.

Ad occuparsi della monumentale costruzione voluta da Giustiniano furono gli architetti Antemio di Tralles e Isidoro di Mileto; le dimensioni della pianta e della cupola della chiesa erano davvero grandiose, la cupola, oltretutto si presentava come fosse “sospesa nell’aria“, come se galleggiasse tra i muri dato che i pilastri erano celati nelle pareti sud e nord della navata. Dopo circa 20 anni però la struttura cominciò a cedere a causa dei sismi che afflissero Costantinopoli e la cupola crollò. Quest’ultima venne ricostruita più alta rispetto a quella precedente ma con un diametro più contenuto.

basilica-di-santa-sofia-istanbul-1
La Basilica di Santa Sofia di Istanbul, monumentale e scenografica

Dopo essere stata chiesa, l’attuale Basilica di Santa Sofia venne trasformata in moschea dal 1453 per quasi 500 anni, sino al 1934, anno della caduta di Costantinopoli ed in cui Ataruk decise di convertirla a museo.

Descrizione

Divenuta museo, all’interno vennero tolti i tappetti che ne costellavano le pavimentazioni e, per la prima volta dopo secoli, si poterono riammirare le decorazioni del pavimento di marmo. Internamente la basilica presenta 3 navate ed una sola abside ubicata in senso opposto all’ingresso; gli interni della basilica sono squisitamente decorati con splendidi mosaici, stucchi e marmi. I corridoi laterali portano al vano della navata centrale, egemonizzato maestosamente da una cupola poggiante su archi e pennacchi. La presenza di 14 medaglioni, opere calligrafiche di grande suggestione all’interno della basilica, sottolineano l’imprinting ottomano. Sui medaglioni sono riportati i nomi di Allah, Maometto ed i califfi Ali Bakr e Abu.

Sempre di stampo ottomano sono il Pulpito, le urne dell’alabastro, la Loggia Imperiale e la Piattaforma rialzata. All’interno della magnificente struttura di Santa Sofia, si dirama, snodandosi, un percorso dai tratti irti, che conduce alla salita di due gallerie che regalano delle incantevoli prospettive all’interno della basilica e sono riccamente decorate con meravigliosi affreschi e suggestivi mosaici.

L’intera struttura della basilica è celebre per l’effetto magico e mistico che crea la luce filtrando all’interno della navata con la cupola che sembra aleggiarvi sopra con lieve disinvoltura. La Basilica di Santa Sofia resta, ancora oggi, uno dei progetti realizzati in antichità più spettacolari e ambiziosi mai stati fatti in precedenza.

basilica di santa sofia istanbul
Gli interni della Basilica di Santa Sofia ad Istanbul

Orari e prezzi

Orari di visita:

  • Da Martedì a Domenica in Inverno: dalle ore 09.00 alle ore 17.00
  • Da Martedì a Domenica in Estate: dalle ore 09.00 alle ore 19.30
  • Lunedì: chiuso

Prezzi di ingresso: il costo del biglietto di ingresso è di 20 lire turche ovvero 10,00 euro. I bambini sotto i 6 anni di età entrano gratuitamente.

Contatti

Indirizzo: Ayasofya Meydanı, Sultanahmet Fatih, Istanbul, Turchia
Telefono: 212 522 1750