La Basilica di San Nicolò, il luogo di culto più importante della città di Lecco dedicato al santo patrono dei naviganti, si trova in una posizione dominante del territorio a pochi passi dal centro storico della città , in cima ad un’alta gradinata che gli regala una suggestiva visibilità.

Fu realizzata al di sopra di un struttura fortificata, di cui se ne ritrovano tracce nella pavimentazione della Basilica di San Nicolò che ingloba appunto le vecchie muraglie, nella parte settentrionale del borgo antico di Lecco.

Basilica-di-san-Nicolo-lecco
Una vista dal lago della Basilica di San Nicolò

Cenni storici e descrizione

Le origini documentate della Basilica di San Nicolò, nota anche come Basilica romana minore prepositurale di San Nicolò, risalgono al XI secolo, quando la chiesa si presentava con una struttura tipica dello stile romanico, come si può ancora chiaramente intuire dalla sezione a tre navate interrotte dal transetto. Si presume, però, che già nel VII secolo vi fosse un edificio di culto nella medesima area.

Lo stile dell’attuale Basilica di San Nicolò è legato però ai vari lavori di restauro che furono eseguiti a partire dal XVI secolo, soprattutto nei confronti della facciata del campanile e della scalinata. Gli spiccati riferimenti neoclassici si devono, infatti, agli ampliamenti del XVIII e XIX secolo, a cura dell’architetto lecchese Bovara, mentre i dettagli neoclassici della facciata si devono all’architetto Giovanni Maria Fontana e sono ben evidenti nel timpano della facciata suddivisa da sei lesene con capitelli ionici. La data di consacrazione, invece, risale al mese di settembre del 1930, per opera del Cardinale Ildefonso Schuster.

Il campanile, che è stato eretto su un antico bastione spagnolo, dall’alto dei suoi 96 metri domina tutto il panorama cittadino e rientra fra le torri campanarie più alte d’Italia. Al campanile lavorarono Gattinoni, Cerutti e Giorgio Pruneri. All’interno la Basilica di San Nicolò è arricchita con decori in gesso, stucchi e dipinti degli scorsi due secoli. Molto bello il tetto a cassettoni, la cappella con la sua fonte battesimale dedicata a Sant’Antonio Abate ed i i medaglioni di vescovi e santi.

Basilica-di-san-Nicolo-lecco
La statua di San Nicolò nella omonima Basilica

Infine, nel 1955, durante alcuni lavori di restauro, furono ritrovati sotto gli intonaci della volta, diversi frammenti abbastanza rovinati di dipinti risalenti al XIV secolo: si tratta di affreschi che raffiguravano l’opera e la vita di San Antonio Abate.

Orari della Segreteria

La segreteria della Basilica di San Nicolò è aperta dal Lunedì al Venerdì dalle ore 9:00 alle 12:00 e dalle ore 14:30 alle 18:30, mentre il Sabato dalle ore 9:00 alle 12:00.

Basilica-di-san-Nicolo-lecco
L’interno della Basilica di San Nicolò

Contatti

Telefono: 0341 282403

Indirizzo: Vicolo canonica, 4 – Lecco

Email: segreteria@chiesadilecco.it