La Basilica della Madonna dei Sette Dolori a Pescara ne incarna interamente il simbolo religioso, artistico, culturale e storico. La basilica è il punto di riferimento dei cittadini, per la quale provano una profonda devozione. La Basilica della Madonna dei Sette Dolori è dedicata ed intitolata alla Maria Addolorata che, come racconta la fede cristiana, fronteggiò ben sette dolori.

Cenni storici

La Basilica della Madonna dei Sette Dolori è un edificio databile intorno alla prima metà del XVII secolo, che porta con sé un “manto dipinto” dalla leggenda secondo cui l’immagine della Vergine, nei primi anni del Settecento, si manifestò ad un gruppo di pastori con il cuore trafitto da sette spade e reggente, sulle ginocchia, il corpo esangue di Gesù. Nel luogo in cui si verificò questo miracolo venne eretta una cappella di ridotte dimensioni che nel 1655 fu elevata a parrocchia. La basilica fu protagonista di un ulteriore passaggio istituzionale che la vide elevata da parrocchia a Basilica Minore; questo upgrade avvenne esattamente nel 1959, grazie a Papa Giovanni XXIII.

pescara-basilica-madonna-sette-dolori-2
Basilica della Madonna dei Sette Dolori a Pescara, principale luogo di culto cattolico

Il Miracolo del “Pianto Celeste”

La Basilica della Madonna dei Sette Dolori è tratteggiata da un’ulteriore leggenda che ha contribuito a corroborare la specialità religiosa di questa struttura. Le campagne pescaresi erano venate da una siccità che sembrava non voler interrompersi e che comportò la richiesta invocativa da parte dei fedeli di Maria affinché intervenisse per porvi fine. I fedeli portarono l’immagine della Madonna in processione per molteplici giorni. Il Miracolo del ‘Pianto Celeste’ si manifestò il 12 Maggio, giorno in cui i fedeli erano intenti a portarne l’immagine verso il mare. Quel giorno, infatti, cominciò a piovere copiosamente ed il raccolto fu così salvo; i devoti lessero nell’abbondante pioggia l’intervento divino.

pescara-basilica-madonna-7-dolori
Particolare della facciata della Basilica della Madonna dei Sette Dolori a Pescara

Il Santuario affidato ai Frati Cappuccini

Nell’estate del 1948, Padre Alberto Mileno da Vasto riceveva da parte dell’Arciprete Jacone la nomina di Vicario-Economo. Nel dicembre dello stesso anno, il santuario passava nelle mani dell’Ordine dei Frati Minori Cappuccini e, l’anno successivo, Padre Alberto divenne Parroco della parrocchia della Madonna dei Sette Dolori. Esattamente qualche anno dopo, nel 1952, la Madonna dei Sette Dolori diventò, grazie al Santo Padre Pio XII, Patrona della Diocesi di Penne-Pescara.

Come arrivare

Per raggiungere la Basilica della Madonna dei Sette Dolori in auto, dalla Stazione di Pescara Centrale, procedere in direzione Nord-Ovest da Via Stazione Ferroviaria verso Via Michelangelo; prendere la prima a sinistra imboccando Via Michelangelo e successivamente svoltare a destra in Via del Santuario. Alla rotonda proseguire dritto su Via Leonardo Da Vinci e, alla rotonda successiva, prendere la terza uscita restando su Via Leonardo Da Vinci. Giunti alla prossima rotonda, prendere la prima uscita imboccando Strada Colle di Mezzo. Svoltare poi a sinistra imboccando Salita Tiberi e, infine, continuare su Largo Madonna dei Sette Dolori; la basilica si trova sulla destra.

Basilica-dei-sette-dolori-pescara
La Madonna dei sette Dolori

Informazioni utili

La Basilica della Madonna dei Sette Dolori si trova su Largo Madonna 4, a Pescara

Orari Santa Messa

Giorni feriali: 6.00-7.30-9.00-17.30-19.30

Giorni festivi: 6.30-8.00-9.30-10.45-12.00-17.30-20.00